Formula 1, GP del Messico: Vettel primo nelle libere. Poi sbotta contro Alonso

Il tedesco della Ferrari è il più veloce a sorpresa nella FP2, dopo se la prende con Fernando: "Idiota, mi hai frenato". Le Mercedes seconda e terza, stasera le qualifiche.

Immagine di Vettel in Messico

206 condivisioni 0 commenti

di

Share

In Messico subito sorprese. Sebastian Vettel nelle seconde prove libere porta a casa il miglior tempo con la sua Ferrari. Inizia con il sorriso il pilota tedesco, ma soprattutto si sente fiducioso in vista delle qualifiche. Che salvo vere sorprese sarà la solita battaglia tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton. Le due Mercedes si sfidano ancora per il Mondiale.

Seb c’è

Un buon segnale quello di Vettel, anche in vista del weekend di gara. Con gomma super soft ha fatto 1:19.790’, dietro di appena 4 millesimi c’è Hamilton. Ma del ferrarista sorprende soprattutto il passo gara, ben simulato con un long run gommato con la mescola media.
Impossibile fare peggio dell’anno scorso, entrambe le Ferrari non avevano concluso la gara. Già nella passata stagione il passo era buono, evidentemente Città del Messico si sposa bene con le Rosse. Spero di arrivare bene alle qualifiche, per ora è bello stare primi. Ma siamo solo al venerdì, presto per entusiasmarsi.
Obiettivo podio per l’ex pilota Red Bull, così come per Kimi Raikkonen, 4° nella FP2 e fiducioso con una nuova modifica all’auto:
Non male, ma aspettiamo. Qui abbiamo provato una nuova soluzione, un’appendice fissata sotto la monoposto, ma non so esattamente come sia andata.

Scintille

Che Vettel sia voglioso di punti e trionfi lo si capisce fin dai primi giri. Non va sul podio da Monza, in pratica da 4 GP fa. Mentre gira forte si ritrova Alonso con la McLaren davanti che non gli dà spazio. Anzi, Fernando apre pure l’ala mobile, poi però finisce lungo alla staccata. Sebastian in radio ha subito commentato a tono:
Idiota! Siamo in un autodromo, non nel traffico di Città del Messico!
Il pilota spagnolo, a ruote ferme, con una certa ironia ha risposto:
Vista la situazione della Ferrari e la sua personale, deve avere una grande frustrazione: lo perdono.

Altro duello

In palio c’è ancora un Mondiale, dopo la vittoria di Hamilton ad Austin il distacco da Rosberg è fermo a 26 punti. Nella FP2 l’inglese ha dimostrato di stare davanti al compagno di squadra, staccato di 4 decimi. 
La macchina mi dà molta fiducia rispetto alla scorsa edizione, ho un bel feeling. Speriamo di continuare così anche in vista della pole.
Nico non si scompone mai. Freddo in pista e fuori, il leader del Mondiale ragiona dopo il terzo posto nelle libere del pomeriggio:
Basse temperature e pista sporca, la giornata è stata particolare. La posizione rimane buona, ma dobbiamo lavorare ancora tanto per trovare un po’ di velocità. Occhio alla Ferrari, sono una grossa minaccia in questo weekend.

La classifica piloti

  1. Rosberg: 331
  2. Hamilton: 305
  3. Ricciardo: 227
  4. Vettel: 177
  5. Raikkonen: 170
  6. Verstappen: 165
  7. Perez: 84
  8. Bottas: 81
  9. Hulkenberg: 54
  10. Alonso: 52

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.