Bundesliga, Augsburg-Bayern 1-3: Ancelotti vince il derby di Baviera

La squadra di Ancelotti si aggiudica il derby di Baviera con la doppietta di Lewandowski, che non segnava da un mese e mezzo. Ottima prova per Robben: 1 gol e due assist.

385 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un mese e mezzo di letargo. Finalmente si è svegliato Robert Lewandowski, che non segnava dal 17 settembre scorso. L'attaccante di Varsavia si è sbloccato e ha trascinato il Bayern Monaco alla vittoria del derby di Baviera con la sua doppietta. Non c'è stato scampo per l'Augsburg, con la partita in ghiaccio già a metà primo tempo. La squadra di Ancelotti mantiene la testa della classifica, con il sorprendente Lipsia (vittorioso 2-0 sul campo del Darmstadt) che insegue a due lunghezze.

Primo tempo

Era solo questione di tempo. Si ferma a 471 minuti il digiuno di Robert Lewandowski: il centravanti polacco, dopo aver fallito un gol a inizio partita, scaccia la maledizione su assist perfetto di Robben. È la rete numero 12 all'Augsburg, tra le sue vittime preferite, il quinto con la maglia del Bayern, gli altri 7 con quella del Borussia Dortmund.

Passano appena due minuti e Lewa restituisce il favore a Robben: stavolta è il numero 9 a vestire i panni dell'assistman e mandare il gol l'olandese. Terza marcatura in stagione per l'ex Real Madrid e Chelsea, che aveva segnato all'esordio e nel pareggio contro l'Eintracht. Augsburg al tappeto dopo appena 20 minuti. E pensare che la prima occasione del match era stata proprio per i padroni di casa con il tiro da fuori di Baier.

Ancelotti sceglie poi di cautelarsi: fuori Javi Martinez, non al meglio, dentro Mats Hummels. Il Bayern non ne vuole sapere di fermarsi: ancora Robben, il numero 10 prende il fondo e crossa (di destro) per la testa di Lewandowski. Il terzo tempo è buono, ma la mira deficita di qualche centimetro. Si salva Hitz. Allo scadere del primo tempo l'Augsburg avrebbe la chance di accorciare il distacco, colpa di un disimpegno errato di Xabi Alonso, ma ci pensa Neuer a sventare il pericolo distendendosi sul destro a incrociare di Koo.

Secondo tempo

Non poteva iniziare peggio la ripresa per la squadra di Schuster: terzo gol del Bayern, con Lewandowski che mette la parola fine sulla partita. Assist in verticale ancora di Arjen Robben, il polacco riceve, aggira Hitz e appoggia in rete. Tutto troppo facile.

Alza il baricentro la formazione di casa, complice anche la pausa che si prendono i ragazzi di Ancelotti dopo il 3-0. Ma appena c'è la possibilità accelerare, Robben mette la quarta. Ormai lo schema è collaudato: Lewandowski attacca la profondità, ma il portiere dell'Augsburg mura la sua conclusione in uscita. Tutti in piedi poi per il ritorno in campo di Badstuber, che non giocava in Bundesliga dal 6 febbraio a causa di un grave infortunio alla caviglia.

L'episodio che ravviva la gara arriva al 67': Koo mette dentro il pallone dell'1-3 al termine di un'azione rocambolesca. La reazione dei campioni di Germania è immediata: doppio colpo di testa di Hummels da palla inattiva, doppio miracolo di Hitz. L'ultima chance capita sui piedi di Lahm, il suo mancino finisce di poco alla sinistra del palo dell'Augsburg. Il derby di Baviera è del Bayern Monaco, grazie al redivivo Lewandowski e a un super Robben.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.