Retroscena Owen: "Ho scoperto a Roma di aver vinto il Pallone d'Oro"

Nel 2001 veniva eletto miglior giocatore d'Europa. Quindici anni dopo l'ex Liverpool svela di quando gli fu comunicata la notizia: si trovava all'Olimpico di Roma...

Michael Owen vinse il Pallone d'Oro nel 2001

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

"Complimenti, hai appena vinto il Pallone d'Oro". Più o meno, quello che è successo a Michael Owen il 5 dicembre 2001. Il Liverpool è di scena all'Olimpico di Roma, la sfida contro i giallorossi di Fabio Capello è valida la seconda fase a gironi della Champions League. Il match finirà 0-0, il Golden Boy dei Reds non disputerà una delle sue migliori partite. Mica facile, quando le gambe ti tremano per lo scoop che hai appena appreso. Soprattutto se il protagonista dello scoop sei tu. A raccontare il curioso episodio è lo stesso ex attaccante inglese, che qualche giorno più tardi sarebbe stato poi insignito ufficialmente del Pallone d'Oro. Lo svela proprio ai microfoni di France Football, la rivista che 15 anni fa lo elesse miglior giocatore d'Europa:

Ricordo che stavamo attraversando un periodo particolare, Gerard Houllier (all'epoca allenatore del Liverpool, ndr), era stato colpito da un problema al cuore a ottobre e stava ancora in via di convalescenza. La squadra era allora in mano al suo vice, Phil Thompson, e noi ci eravamo in Italia per giocare contro la Roma. Un'ora prima della partita, Phil mi dice di recarmi nello spogliatoio perché il capo mi voleva parlare. Allora m'insospettisco, perché qualche minuto dopo avrei dovuto cominciare il riscaldamento.

Owen rientra allora negli spogliatoi, prende il telefono e ascolta queste parole:

Michael, devo dirti una cosa che magari ti aiuterà a giocare meglio stasera, però a una condizione: mi devi promettere che non lo dirai a nessuno!

Il numero 10 dei Reds assicura che terrà la bocca cucita, Houllier può allora proseguire:

Sei stato eletto miglior giocatore d'Europa, sei il nuovo Pallone d'Oro! Congratulazioni!

È il 5 dicembre 2001, all'Olimpico si gioca Roma-Liverpool: Owen ha appena saputo di aver vinto il Pallone d'Oro

Una notiziola insomma. Altro che "aiuto per giocare meglio", dopo un annuncio del genere fu già un miracolo riuscire a scendere in campo:

Fu una sensazione molto strana, ma al tempo stesso meravigliosa. Avrei voluto gridarlo al mondo: "Sono il nuovo Pallone d'Oro!". Al tempo stesso ero sconvolto al solo pensiero di tutti i grandi giocatori che avevano vinto in passato questo premio, ma anche quelli che erano in corsa in quel momento.

Proprio in quella partita, tra l'altro, andò in scena il faccia a faccia tra la punta inglese e un altro candidato al Pallone d'Oro di quell'anno, Francesco Totti (il capitano giallorosso si sarebbe piazzato al quinto posto). Il Golden Boy, che già eletto nel 1998 era stato miglior giovane del Mondiale francese, era all'epoca il simbolo del Liverpool capace di vincere ben cinque trofei in un anno: una Coppa Uefa, una Supercoppa Europea, una FA Cup, una Coppa di Lega e una Charity Shield:

Quel Pallone d'Oro fu un riconoscimento a titolo collettivo. Se non avessimo conquistato cinque trofei, non l'avrei mai vinto.

Michael Owen è stato inserito da Pelè nella lista dei 125 più grandi giocatori viventi

Due anni e mezzo dopo la vittoria del titolo più prestigioso d'Europa, Owen avrebbe poi lasciato l'Inghilterra per vestire la maglia del Real Madrid. Stesso percorso compiuto qualche anno dopo da un altro peso massimo della storia recente del Liverpool, ma stavolta in direzione Barcellona: Luis Suarez. Ed è proprio il Cannibale blaugrana il candidato numero uno dell'ex punta inglese per il Pallone d'Oro di quest'anno:

È il mio attaccante preferito e sarà sempre il primo nome della mia lista. Se dovessi scegliere il centravanti della mia squadra ideale, non avrei dubbi: sarebbe Suarez, il migliore del mondo nel suo ruolo e un giocatore che meriterebbe assolutamente questo riconoscimento.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.