Svezia, il Gefle vince in trasferta e festeggia con l'unico tifoso

È successo nella massima divisione svedese, a Kalmar. Il gol della vittoria ospite per 1-0 è arrivato all'87' e i giocatori sono corsi a festeggiare col loro unico fan sugli spalti.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

La Svezia ha una tradizione calcistica di tutto rispetto, ma forse gli sport invernali scaldano il cuore dei suoi abitanti più del calcio. L'hockey fra gli sport di squadra e lo sci di fondo ottengono un seguito quasi religioso, mentre il football, per fare audience e spostare masse di tifosi, deve aspettare le grandi manifestazioni internazionali. 

Una fase del match di andata fra Kalmar e Gefle

Ne sa qualcosa il Gefle, squadra che lotta per rimanere nella Allsvenskan, la Serie A svedese. Mercoledì pomeriggio, quando i suoi giocatori sono entrati nello stadio di Kalmar, hanno guardato speranzosi verso la curva ospite sugli spalti, ma hanno abbassato la testa sconsolati: era desolatamente vuota. Del resto, con un penultimo posto in classifica, che cosa potevano pretendere?

In Svezia il calcio ottiene seguito soprattutto per la Nazionale

Dopo qualche minuto, però, da quella gradinata è arrivato, forte e chiaro, un urlo di incitamento. Si sono voltati: c'era un tifoso solitario, imbacuccato in una giaccavento grigia, berretto di lana e guanti per resistere al freddo scandinavo. Lo hanno riconosciuto subito, sì perché Peter Bornegrim, del Gefle è fan irriducibile:

Per lavoro trasporto birra. Avevo una consegna giù a Kristianstad, che è solo a due ore di distanza da Kalmar, così mi sono fiondato là per dare il mio supporto.

Così, quando all'87', Emil Bellander, subentrato da due minuti a Oremo, ha raccolto l'assist di Floren e insaccato il gol della vittoria, tutti i giocatori sono corsi sotto la curva deserta per ringraziare quell'eroico elfo solitario che saltava impazzito sulla gradinata.

Peter Bornegrim festeggia, solitario sugli spalti, la vittoria del Gefle

Avrei dovuto nascondermi? No, a che cosa sarebbe servito? Mica ero venuto a vedere la partita: ero venuto a sostenere la mia squadra che lotta per salvarsi e ho voluto far sentire il mio tifo ai giocatori. Credo sia servito. Il Gefle ha nove vite, dobbiamo crederci e provarci fino in fondo

ha dichiarato Peter Bornegrim a fine partita. Ora il Gefle, a tre turni dalla fine del campionato, è sempre penultimo, ma è risalito a due soli punti dall'Helsingborg, ieri sconfitto, che occupa l'ultimo posto utile per arrivare almeno allo spareggio salvezza. Il Malmö sembra avviato a vincere il campionato, ma i ragazzi del Gefle, ora ci proveranno fino in fondo a salvarsi, anche con l'aiuto di Peter. In fondo, glielo devono.

L'autore del gol, Emil Bellander

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.