Jones: "Non vedo l'ora di distruggere qualcun altro nella divisione"

Jon Jones sta per tornare e intanto stuzzica tutti i suoi antagonisti su Twitter, Il campione ad interim è carico e nessuno è al suo livello. Almeno ai suoi occhi.

jones

26 condivisioni 0 commenti

di

Share

La scorsa settimana Daniel Cormier, attuale campione dei massimi-leggeri UFC e Anthony Johnson, il suo prossimo sfidante, hanno definito l'ex dominatore Jon Jones "irrilevante" per la categoria visti i suoi continui problemi dentro e fuori dall'ottagono. La divisione infatti non può rimanere nello stato di paralisi mentre 'Bones' risolve i suoi problemi. Jones ha richiamato i suoi avversari per aver detto delle "str*nzate". 

dcthemaclife.com
Daniel Cormier e Anthony Johnson

Non vedo l'ora di tornare e prendere a schiaffi uno di questi massimi-leggeri, anche al di fuori dell'ottagono sono più rilevante di chiunque in questa divisione.

Voi ragazzi lo sapete che quando saremo tutti ritirati sarete ricordati solo come miei avversari, facile sparare cazz*te quando papà non è a casa.

DC sarò sempre quel "ragazzo normale" che ti ha fatto il culo.

Anthony Johnson, chiamare in causa i miei problemi al di fuori della gabbia è quasi isterica come cosa. Provare a buttarmi della m*rda addosso non ti fa apparire più come un santo.

Il procuratore di Jones, Howard Jacobs ha recentemente dichiarato che USADA ha confermato che l'agente trovato nel sangue di Jones prima di UFC 200 è dovuto a cibo contaminato, quindi non imputabile a lui in prima persona, avendolo fatto inconsapevolmente. Alla luce di ciò, Jacobs ha dichiarato che il 31 ottobre, quando Jones verrà ascoltato da USADA, il tutto potrebbe risolversi con un semplice richiamo. A seguito di ciò, Jones è tornato su Twitter ad esternare le sue sensazioni.
Gli steroidi non daranno mai un'alta comprensione di questo sport. Non aumentano l'attenzione o il timing.
E non mi hanno mai dato l'idea di mettermi in testa di arrivare a un obiettivo, o di seguire i miei sogni e spaccarmi il c**o in palestra tutti i giorni.
So di aver guadagnato ogni centimetro del mio successo, ogni match una vittoria.

Jones ha sempre sostenuto la sua innocenza e si è sempre detto convinto di poter fare il suo ritorno velocemente. Deve ancora affrontare USADA in arbitrato e sentire la sentenza della Commissione Atletica del Nevada, ma probabilmente lo si vedrà presto nell'ottagono. La domanda è: quanto a lungo potrà durare questo tipo di situazione? Jones è conosciuto per i suoi problemi al di fuori dell'ottagono, peraltro ben documentati. Uno dei talenti più cristallini dello sport, uno di quei candidati ad essere considerati 'Migliore di sempre', il dominatore della propria categoria. A leggere i successivi tweet sembra comunque che Jones voglia fare di meglio, da ora.

Aver conquistato tutto questo nello sport, mi fa ben sperare ed avere il coraggio di sapere che posso fare altrettanto nella mia vita.

Intanto, si attende la decisione finale di USADA il 31 ottobre e quella della Commissione Atletica del Nevada il 10 novembre.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.