Superlega serie A1: primo big match a Trento che ospita Perugia

La capolista Lube sfida l'insidiosa Padova che nelle prime giornate ha fatto soffrire le big. Sora cercherà il bus mentre Monza proverà subito a rialzarsi.

Trento cercherà il colpaccio contro Perugia

17 condivisioni 0 commenti

di

Share

Venerdì inizierà la sesta giornata del torneo di serie A maschile: infatti Modena sfiderà Vibo nell'anticipo. Una giornata che vedrà lo scontro diretto fra 2 pretendenti al titolo: Trento contro Perugia. Per capitan Birarelli (ex di lusso) e compagni sarà la prima tappa di un miniciclo fitto di scontri diretti con anche le sfide con Modena e Civitanova. Kovac però vuole dalla sua squadra, 5 vittorie in questi primi 5 incontri, una prova positiva. 

Saranno tre partite delicate, di cui due fuori casa a Trento e Civitanova. Ma noi siamo ambiziosi e cercheremo di tirare fuori il massimo da tutte e tre le partite.

Un time out di Perugia
Kovac durabte un time out

Kovac concentra poi la sua attenzione sul primo ostacolo, la Diatec Trentino di coach Lorenzetti giunta terza nel recente Mondiale per Club conclusosi domenica in Brasile

Dovremo cercare di approfittare del fatto che Trento viene da un lungo viaggio e che, due giorni prima della nostra gara, giocherà contro Latina (oggi, giovedì). Ma d’altra parte stiamo parlando di un avversario che ha in rosa tanti giovani, forte e con tanta qualità, che batte bene, con un muro alto ed invadente e con un palleggiatore come Giannelli molto bravo. E poi stiamo parlando di un gruppo che, tra club e nazionale, gioca insieme da tempo e si conosce a memoria. Insomma, una partita difficile e molto importante che darà il via agli scontri diretti contro le squadre di prima fascia.

Kovac poi sposta il discorso sulla sua squadra, ancora in attesa del recupero del suo bomber Aleksandar Atanasijevic.

Siamo stati a volte un po’ incostanti è vero, ma abbiamo giocato per larghi tratti un’ottima pallavolo dimostrando tutta la qualità dei nostri giocatori. Come allenatore ovviamente pretendo sempre di più, ma in generale sono contento della squadra finora. Ho visto i ragazzi in certi momenti sviluppare un gioco di altissimo livello e sono sicuro che possiamo fare ancora molto meglio, in particolare come continuità, in tutti i fondamentali. È evidente al tempo stesso che dobbiamo avere meno pause durante la partita, cosa che ci è successa soprattutto con Ravenna e Vibo, senza dimenticare i meriti degli avversari. Siamo bravi, ma nessuno, come è giusto che sia, ci regalerà mai nulla e comunque dobbiamo dimostrarlo sempre quando scendiamo in campo.

Fontana, secondo allenatore della Sir.

Abbiamo anche diversi giocatori che vengono da un anno pienissimo con l’Olimpiade. Qualche acciacco c’è, vediamo di recuperare gli effettivi in questa settimana. Sabato ci attende Trento che è una squadra molto fisica, buona a muro e in battuta. Credo che i nostri ragazzi abbiano tutto per giocare alla pari e magari da un punto di vista mentale sarà anche più semplice da giocare a viso aperto, mentre ci capita a volte di incepparci in altre situazioni.

Piacenza contro Milano pare un match segnato. La squadra di Giuliani arriva da 2 vittorie consecutive. Milano, complice gli infortuni (nell'ultimo turno la Revivre che, oltre alle assenze di Skrimov e Sbertoli, ha dovuto rinunciare a De Togni e Starovic) soffre. Piacenza chel invece arriva dai successi di Verona e Molfetta,  ha evidenziato il gran carattere che la formazioni di Giuliani sta facendo emergere.

Carattere dimostrato numerose volte nel corso degli ultimi due incontri e che ha permesso ai biancorossi di mettere in scena rimonte impensabili, basti solo pensare alla incredibile rivoluzione della trasferta di Molfetta: sotto di 2 set la Lpr ha pareggiato i conti per poi andare a vincere la gara, ai vantaggi, al tiebreak. Grande merito di questa forza va attribuita ad Hernandez che, oltre ad essere stato decisivo nel finale delle ultime due gare, ha sempre portato un grande e costante contributo alla squadra. 

Monti e Milano devono risalire
Monti prova a cercare 3 punti importanti

Revivre che punterà sul carattere. Coach Luca Monti.

Ai ragazzi domenica ho chiesto di entrare in campo con la mente libera e con il braccio pesante. Così abbiamo fatto, giocando secondo me una buona gara considerando che non avevamo mai lavorato con quel sestetto. Chiederò la stessa cosa nei prossimi due impegni con Piacenza e Verona. Ci presenteremo comunque più preparati, avendo sulle spalle una settimana di lavoro di gruppo in cui possiamo sistemare il gioco, con lo spostamento da opposto di Dennis e Boninfante al palleggio. Una settimana di allenamento pieno anche con Federico Marretta che sta recuperando dall’infortunio e si contenderà il posto da titolare con Rasmus. Logico che chi sarà chiamato a giocare sabato a Piacenza e martedì contro Verona dovrà dare il massimo, perché con le numerose assenze che abbiamo la panchina diventa molto corta. 

 

Lube attesa dal match non semplice contro Padova. Cebulj schiacciatore della Lube tiene alta l'attenzione e spiega perchè Padova è un cliente difficile.

Sarà una gara complicata anche per il valore che ha finora messo in mostra il nostro avversario: forse sono meno forti di noi sulla carta ma sappiamo che Padova è stata in grado di mettere in difficoltà le grandi squadre. Sarà sicuramente un match tosto, i patavini in un impegno del genere sul nostro campo giocheranno senza troppi pensieri e senza pressioni, con il braccio sciolto. Spetta perciò a noi scendere in campo al massimo pensando al nostro gioco per non incappare in un passo falso.

Baldovin, coach di Padova.

Come dico sempre noi dovremo anzitutto pensare al gioco che possiamo esprimere nella nostra metà campo. Contro una squadra come Civitanova servirà una super prestazione per metterli in difficoltà. A prescindere da chi troveremo dall’altra parte della rete, dovremo cercare di esprimere la nostra migliore pallavolo.

Monza - Latina è un match delicato. La squadra lombardia arriva dallo stop a Sora dove però ha scoperto Dzavoronok, schiacciatore ceco utilizzato come opposto complici le assenze di Hirsch e Raic, entrambi sulla via del recupero. Modena - Vibo pare un match già segnato a favore dei canarini. Anche Verona - Sora appare a vantaggio dei padroni di casa, ma Sora è gasata dal primo successo centrato nello scorso turno. Molfetta - Ravenna invece è la sfida degli ex. Infatti nella Bunge Ravenna militano ben tre ex biancorossi: il palleggiatore Luca Spirito, l'opposto Maurice Torres e il centrale Elia Bossi.

Classifica: 15 Civitanova, 14 Modena, 13 Perugia, 12 Verona,8 Trento, 7 Padova, Monza 4 Piacenza, Ravenna, Molfetta, Milano 3 Vibo Valentia, Sora, 1 Latina.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.