Asensio, Morata, Lucas: il trio canterano segna più della BBC

I giovani del Real battono 7-1 la Cultural Leonesa in Coppa del Re. Straordinaria doppietta di Asensio, in gol in quattro competizioni diverse. Il trio canterano segna più dei titolari.

Asensio e Morata

795 condivisioni 0 commenti

di

Share

Piccoli Real crescono. Così Louisa Alcott intitolerebbe la loro storia. Una storia che non è nata per caso. Loro sono Marco Asensio, Alvaro Morata e Lucas Vazquez, giovani della cantera del Real Madrid che lo staff di Florentino Perez aveva spedito a fare esperienza fra Juventus ed Espanyol. Al Real erano chiusi dai grandi nomi, gli stessi di adesso, tanto valeva che si facessero le ossa altrove e provassero a dimostrare di che pasta erano fatti.

La nouvelle vague madrilena

Alvaro Morata e Lucas Vazquez

Di Morata, 24 anni, si sa ormai tutto. Alla Juventus, in due anni, ha segnato 27 gol, spesso da subentrante e spesso risolvendo situazioni intricate, tanto che a Torino l'avrebbero tenuto molto volentieri e ancora si mangiano le mani per non aver almeno negoziato una recompra a cifre più consone. Alvaro, adesso, è un attaccante che giocherebbe titolare in qualsiasi top club europeo.

Lucas Vazquez, che di anni ne ha 25, è forse quello che ha stentato un po' di più a carburare, due anni fa languiva ancora nel Real B, ma un anno all'Espanyol lo ha rivoltato come un calzino. Ha acquistato sicurezza, affinato la tecnica e ha fatto l'abitudine alle responsabilità. Adesso è alla seconda stagione nel Real dei grandi, è ormai stabile nelle rotazioni di Zidane e ha appena rinnovato fino al 2021.

Marco Asensio, il trequartista polivalente

Marco Asensio ha esordito nel Maiorca a 17 anni

Ma la nouvelle vague madrilena non può prescindere dal più giovane dei tre. Marco Asensio ha solo 20 anni, di professione fa il trequartista, mestiere pericoloso di questi tempi. Così, siccome il ragazzo è intelligente e duttile, si adatta, e bene, a fare l'ala sinistra, ma anche l'ala destra e all'occorrenza la seconda punta. Maiorchino di madre olandese, Marco è cresciuto ovviamente nel Maiorca, debuttando in Segunda Division a 17 anni. Due campionati di sostanza e sfrontatezza gli valgono la chiamata del Real, che lo gira in prestito, guarda un po', all'Espanyol. A Barcellona, Marco ci mette poco a rendersi indispensabile: ha solo 19 anni, ma dalla quarta giornata è già titolare fisso in Liga e lui ripaga con quattro gol e ben 13 assist.

La maturazione è completata e in estate quelli del Real Madrid lo richiamano alla base. Zidane lo butta subito nella mischia. È l'8 agosto e c'è la Supercoppa europea da giocare contro il Siviglia. Cristiano e Bale sono ai box, Benzema in panchina e il francese lancia il trio d'attacco della cantera: Morata al centro, Asensio a sinistra e Lucas a destra. Il Real Madrid soffre, ma la prima della AML, come già li chiamano in Spagna, è un trionfo: Marco segna il primo gol, Vazquez serve a Sergio Ramos l'assist per il secondo e Morata si batte come un leone per più di un'ora. Finisce 3-2 per i Blancos col gol decisivo di Carvajal, un altro della covata anni 90 del Real.

Da allora Asensio gioca spesso, soprattutto in Liga, dove in 7 match - solo uno per intero - ha già segnato due gol e distribuito un assist. In Champions League sa cogliere l'attimo: Zidane gli concede 79 minuti contro il Legia e lui, dopo poco più di mezz'ora è già in gol, in un match dove segnano, guarda un po', anche Morata e Lucas. Ieri sera, poi, completa l'opera: con la doppietta alla Cultural Leonesa - un'altra l'ha segnata ancora Morata - è l'unico giocatore del Real Madrid ad aver segnato in tutte e quattro le competizioni finora disputate in stagione. E la AML sale a 13 gol contro i 12 della BBC, dimostrando di saper capitalizzare i minuti offerti da Zidane. Piccoli Real crescono.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.