Italiani d'Eurolega: vincono Datome e Hackett, super Melli si arrende al Pana

Nonostante i 17 punti di Melli, il Bamberg si arrende al Pana. Vittorie, invece, per Hackett contro Milano e Datome contro lo Zalgiris. Fermo ai box Andrea Bargnani.

Il terzo turno di Eurolega dei giocatori italiani

20 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nel terzo turno di Eurolega, sono solo 3 gli italiani scesi in campo. Daniel Hackett è protagonista della vittoria del suo Olympiacos contro la sua ex squadra, l'EA7. Gigi Datome rimane imbattuto col Fenerbahce, vincendo contro lo Zalgiris. Un canestro a 3 secondi dal termine di Calathes vanifica la grande partita di Nicolò Melli. Il Baskonia vince il derby spagnolo col Real anche senza Andrea Bargnani, fermo per un problema fisico.

Daniel Hackett (Olympiacos)

Daniel Hackett, playmaker dell'Olympiacos

Il playmaker pesarese, atteso ex del match, sfodera una grandissima prestazione, pur cominciando dalla panchina. Una partita di sostanza, senza forzature e con poche sbavature, in cui contribuisce in maniera consistente nella vittoria dei reds sull'Olimpia Milano per 91-81. Parte da lui, infatti, la prima vera mini-fuga dell'Olympiacos tra la fine del primo quarto e l'inizio del secondo. Anche nel secondo tempo è ancora lui a dettare i tempi (giusti) dei greci, che spezzano definitivamente le gambe all'EA7. 

Daniel chiude con 10 punti (3/4 da 2 punti e 0/3 da 3 punti), 3 rimbalzi e 1 assist in poco più di 16 minuti in campo.

VOTO: 7,5 

Luigi Datome (Fenerbahce)

Sono 8 i punti di Datome contro lo Zalgiris

Partita di ordinaria amministrazione per Datome e il suo Fenerbahce, che regolano abbastanza agevolmente lo Zalgiris per 82-68, mantenendo l'imbattibilità in Eurolega. Il numero 70 dei turchi, schierato in quintetto da coach Obradovic, comincia bene la sua partita, piazzando due bombe nei primi 5 minuti. Quando, poi, a salire in cattedra per il Fener sono Udoh e Vesely, Gigi si mette al servizio della squadra con buone giocate difensive e muovendosi sempre nel modo giusto in attacco.

Per il capitano azzurro, alla fine della partita, ci sono 8 punti (0/1 da 2 e 2/4 da 3 punti), 4 rimbalzi e 1 assist in 24 minuti di gioco.

VOTO: 6,5

Nicolò Melli (Bamberg)

Non è bastato un super Melli al Bamberg

Un canestro a 3 secondi dalla fine di Calathes beffa il Bamberg di Nicolò, che si deve arrendere al Panathinaikos per 84-83. Il lungo di Reggio Emilia gioca una delle sue migliori partita in Eurolega, trascinando per lunghi tratti la squadra allenata da coach Trinchieri. Nicolò fa vedere di essere capace di giocare anche lontano da canestro e chiude la sua partita con un 4/4 da 3 punti, che tengono per lunghi tratti in partita la squadra di casa.

Al Bamberg non sono, quindi, bastati i 17 punti (2/4 da 2 e 4/4 da 3 punti), i 2 rimbalzi e un assist di Nicolò Melli per trovare la seconda vittoria casalinga.

VOTO: 8

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.