Eurolega, EA7 Olimpia Milano-Real Madrid: una "classica" per reagire.

Nuovo, duro esame in Eurolega per l'EA7: al Forum arriva il Real (diretta Fox Sports, ore 20.45). Doppio "derby" tra CSKA e Unics e Darussafaka ed Anadolu Efes.

Miroslav Raduljica, in crescita di condizione

1 condivisione 0 commenti

di

Share

Senza sosta e con tanto, tantissimo spettacolo ancora da offrire. Con ben due giornate nell’arco di appena 96 ore, l’Eurolega continua il suo viaggio immediato anche verso la quarta giornata, che vedrà impegnate giovedì le otto squadre protagoniste sui parquet ieri. L’unica squadra rimasta imbattuta, attendendo il Fenerbahçe, è il CSKA campione in carica: la squadra di coach Itoudis sfiderà l’Unics Kazan nel derby russo, mentre Milano e Real Madrid, incappate nel primo K.O. stagionale, si affronteranno al Forum (diretta Fox Sports, ore 20.45) per il nuovo via ad una delle grandi classiche del basket europeo. A completare la giornata le gare tra Baskonia ed Olympiacos e Darussafaka ed Anadolu Efes, impegnate in una delle tante stracittadine pronte ad andare in scena ad Istanbul. 

CSKA Mosca vs Unics Kazan

De Colo
Nando De Colo, chiamato a trascinare ancora il suo CSKA

La prima gara di serata proporrà il testacoda tra CSKA ed Unics, con la squadra di coach Pashutin ancora a quota zero vittorie dopo 3 giornate: Langford e compagni hanno pagato, contro il Darussafaka, un terzo quarto decisivo per scarsa produttività offensiva e parziale subito (12-19), capace di trascinare la squadra di Blatt al secondo successo esterno. Nonostante una buona pallacanestro di squadra nel complesso, con 5 uomini in doppia cifra, e la buona difesa sui lunghi avversari Kazan ha patito anche l’assenza di un giocatore chiave come Coty Clarke (6 settimane di stop) all’interno delle proprie rotazioni: chi non si ferma, al contrario, è il CSKA, uscito indenne dalla dura trasferta di Istanbul con qualche brivido nel finale. Massimo vantaggio toccato sul +15 nel corso del terzo quarto, rimonta e pareggio firmata Thomas-Heurtel e giocate decisive del solito duo De Colo-Teodosic per chiudere definitivamente la gara in volata. Costretto ancora a fare a meno di due lunghi importanti nell’allungare la panchina come Freeland e Korobkov, il CSKA si affaccia alla gara di giovedì da strafavorito: nella supersfida tra i cannonieri De Colo-Langford, difficile che la grande pallacanestro di squadra, il genio in regia di Teodosic e la difesa dei campioni d’Europa in carica non facciano la differenza. Con l’atletismo di Latavious Williams, l’Unics tenterà quantomeno di rendere la vita difficile a rimbalzo ai lunghi rossoblù: ma anche la crescita di Ayres (10 e 4 rimbalzi nel successo di Istanbul) non rappresenta certo una buona notizia per coach Pashutin e i suoi.

Darussafaka Dogus vs Anadolu Efes

David Blatt
David Blatt e il Darussafaka, alla ricerca del terzo successo in quattro gare

Nel primo derby europeo stagionale di Istanbul, il Darussafaka di coach Blatt tenterà di dare seguito all’importante successo ottenuto in Russia contro Kazan: di fronte un Anadolu Efes ferito dalla terza sconfitta in altrettante gare in Eurolega, ma conscio di esser stato in grado di giocare alla pari con la corazzata CSKA per buona parte della gara. Ritrovata la grande vena realizzativa e decisiva del duo americano Wanamaker-Anderson, i padroni di casa dovranno fare i conti con una squadra vogliosa di riscatto, pronta a mettere sul parquet tutta la grande qualità del proprio roster: l’atletismo predominante di Brown e Dunston può risultare un problema da arginare per i lunghi di Blatt, certamente più tecnici (vedi Moerman o Harangody) ma anche più statici, a differenza del solo Slaughter. Sugli esterni, invece, molto potrebbe dipendere dalla percentuale nel tiro da tre punti: grandi bocche da fuoco da ambo le parti e, nel capitolo 1 vs 1, la possibilità per il Darussafaka di sfruttare il talento dei propri americani (da Wilbekin allo stesso Anderson) per tentare di far male alla squadra di Perasovic, con l’obiettivo di ritrovare un Clyburn decisamente più incisivo rispetto alle ultime due gare giocate.

EA7 Emporio Armani Milano vs Real Madrid (diretta Fox Sports, ore 20.45)

Alessandro Gentile
Altra sfida impegnativa per Alessandro Gentile e l'Olimpia

Reduci dalla prima sconfitta stagionale, tra ostacoli difficili da superare (Olympiacos al Pireo) e risultati a sorpresa (Baskonia vincente al Barclaycard Center), Olimpia Milano e Real Madrid giungono alla sfida del Mediolanum Forum con lo stesso score accumulato nelle prime tre gare stagionali di Eurolega: due vittorie ed un K.O.. Chiamata al secondo, durissimo esame dopo la trasferta greca, l’EA7 dovrà riunire tutte le energie possibili per tentare di mantenere inviolato il proprio parquet: di fronte un avversario sconfitto a domicilio da un Baskonia privo di Bargnani ma bravo ad approfittare della serata negativa in chiave difensiva per i blancos, intenzionati a reagire da subito. E il talento, in casa Real, certamente non manca: da un Randolph in crescita a Llull e Fernandez, passando per il crack Luka Doncic che, ad appena 17 anni, è reduce da una prestazione da 24 di valutazione nella massima competizione europea. Qualità che non manca neppure al roster di Jasmin Repesa, che oltre all’ultima buona prova del trio Simon-Gentile-Dragic conta di ritrovare i migliori Hickman e Sanders, possibili, importanti fattori in una gara che davvero promette spettacolo. Sponda EA7, occhio anche ad un Miroslav Raduljica in crescita di condizione, fattore determinante per competere contro la grande fisicità dei lunghi europei: contro gente come Ayon, Reyes ed Hunter, un grande apporto del serbo risulterà a dir poco fondamentale. Diretta su Fox Sports alle 20.45, con ampio prepartita a partire dalle 20.15.

Baskonia Vitoria Gasteiz vs Olympiacos Piraeus

Jaka Blazic
Jaka Blazic, l'eroe di Madrid per il Baskonia

Nel segno di Voigtmann, Shengelia e, soprattutto, di un superlativo Jaka Blazic (21 contro il Real, canestri decisivi nel finale compresi), il Baskonia giunge all’ostico impegno contro l’Olympiacos con tante motivazioni in più dopo il successo ottenuto a Madrid contro il Real. Nonostante le assenze di Beaubois e Bargnani, ancora decisamente probabili anche per la sfida contro la squadra di Sfairopoulos, il gruppo di coach Alonso ha saputo compattarsi al meglio, mostrando per buoni tratti di gara una fluidità offensiva notevole: un approccio ottimale alla gara, come quello mostrato in casa delle merengues, agevolerebbe certamente il non facile compito per il club basco. Nell’infliggere la prima sconfitta stagionale a Milano, infatti, l’Olympiacos ha dimostrato tutta la propria profondità di roster: cinque uomini in doppia cifra, con anche Mantzaris e Printezis alla soglia, ed il solito Spanoulis a prendere in mano al meglio le redini del gioco. Importante, per Vitoria, sarà anche limitare l’impatto sotto canestro di Birch e Milutinov, determinanti nel pitturato contro l’EA7: lunghi come Voigtmann e Shengelia, al contrario, possono rivelarsi più che utili nell’allargare il gioco e portare lontano dal ferro i centri avversari. All’interno di una sfida che, a maggior ragione dopo i progressi mostrati dal Baskonia, si annuncia più che interessante.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.