I 7 stadi da visitare almeno una volta nella vita

Dalle Isole Faroe a Singapore, passando per il Sudafrica: ecco gli impianti che almeno una volta nella vita meritano di essere visitati.

Eidi Stadium, Isole Faroe

819 condivisioni 0 commenti

di

Share

Scordatevi per un attimo il Santiago Bernabeu, l'Old Trafford, Wembley e l'Allianz Arena. Il calcio è lo sport più famoso e popolare del mondo e da più di cento anni ormai è il leitmotiv che accomuna e fa emozionare milioni di persone. È anche per questo motivo che ovunque andiate vi sarà possibile trovare un impianto sportivo, magari in cima a una montagna o in mezzo a un lago artificiale. Il "ground-hopping", ovvero "il visitatore di stadi", sta diventando un vero e proprio mestiere. Sono migliaia gli appassionati che viaggiano di continente in continente per visitare quanti più stadi possibili, raccontando poi le proprie avventure sui social network o ancor meglio in un libro. Ma esistono stadi tanto particolari da meritare di essere visti a tutti i costi? La risposta è ovviamente sì e di seguito ne avrete le prove.

1) Ottmar Hitzfeld Stadium

Situato a 2mila metri di altezza nel bel mezzo delle Alpi svizzere e dedicato alla leggenda del Bayern Monaco, l'impianto dell'FC Gpson è il campo di calcio più "alto" d'Europa. Per raggiungerlo, giocatori, staff e tifosi devono prendere una funivia. Nota a margine. Il club sta cercando la soluzione a uno dei tanti problemi del giocare ad alta quota: l'eccessivo numero di palloni persi che finiscono nella scarpata

2) Stadion Gospin Dolac

Siamo a Imotski, in Croazia, nel paesino che ha dato i natali a un certo Zvonimir Boban. In questo borgo di 4500 abitanti, situato a pochi decine di km dal confine con la Bosnia, ha sede uno degli stadi più unici al mondo. Stiamo parlando dell'impianto dell'NK Imotski, costruito in un contesto ambientale molto particolare: da una parte affaccia sulle rovine della città vecchia, mentre dall'altra, superato il roccione adiacente alla tribuna principale, uno strapiombo di 500 metri su uno dei laghi più belli e caratteristici di tutta la Croazia. Una curiosità: con una capienza di 4mila posti, può ospitare quasi per intero la popolazione del paese in cui sorge.

3) Eidi Stadium

Nelle lontane Isole Faroe ecco sorgere uno di quei campi per i quali la domanda "ma è un fotomontaggio?" è più che lecita. Situato nel bel mezzo del nulla, lo stadio è interamente circondato da montagne rocciose, vallate e dall'Oceano Atlantico. La cittadina di Eidi, che dà anche il nome allo stadio, conta appena 712 abitanti e non è proprio la capitale del calcio mondiale, ma è stata capace di dar vita a uno degli stadi più particolari al mondo. Anche qui, i palloni persi e finiti in mare hanno ormai finito di contarli.

4) Mmabatho Stadium

Voliamo in Sudafrica. Com'è possibile notare, l'impianto, che gode di una tribuna centrale triangolare, è il frutto della somma di piccole tribune rettangolari situate una vicino all'altra. Costruito durante l'Apartheid nel 1981, può ospitare fino a 59 mila persone e al momento è la casa di un club universitario della zona. Imperdibile. Per gli amanti della geometria. 

5) The Float at Marina Bay

L'unico stadio a non essere davvero uno stadio. In questa baia marina situata a sud di Singapore, nel 2007 è stata costruita una piattaforma galleggiante e pensata per ospitare le più svariate manifestazioni. Il terreno infatti è convertibile e può ospitare concerti, esibizioni teatrali e altri eventi di vario tipo. Può ospitare fino a 30mila persone e ha una particolarità più unica che rara: il campo non essere invaso. La tribuna è situata infatti sulla terra ferma ed è collegata al campo solo da piccoli ponticelli, rigorosamente chiusi durante le manifestazioni, sportive o no che siano. 

6) Estadio Municipal de Braga

È l'impianto di casa dell'SC Braga. Costruito nel 2003 con lo specifico obiettivo di ospitare i match dell'Europeo giocato in Portogallo l'anno successivo, lo stadio vive un contesto paesaggistico più unico che raro. Eccetto le due tribune ai lati del campo, che permettono una capienza totale di 30286 persone, in corrispondenza delle due curve è possibile ammirare due ambienti del tutto contrastanti: da una parte una visuale della città di Braga, dall'altra un'imponente montagna rocciosa facente parte del Monte Castro. Da vedere. 

7) Stadion Kantrida

Torniamo in Croazia per uno degli stadi più belli di tutta Europa. Proprio così, di tutta Europa. Situato nella città di Fiume e con una capienza poco superiore ai 10mila posti, è la casa del Rijeka. Costruito nel lontano 1912 dalle rovine di una vecchia cava, da un parte è costeggiato da una spettacolare scogliera, dall'altra confina con il Mare Adriatico. La nazionale croata ci ha giocato per ben 11 volte, a conferma di quanto l'impianto sia stimato e ammirato da tutti. 

E se non ne hai abbastanza, guarda "I 15 campi da calcio più strani del mondo".

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.