Eurolega: troppo Olympiacos per l'Olimpia Milano, arriva il primo KO

Arriva la prima sconfitta per l'EA7 Milano, che al Pireo si deve arrendere ai campioni di Grecia per 91-81. Decisivo un parziale di 12-0 tra terzo e quarto periodo.

22 condivisioni 0 commenti

Share

Olympiacos Pireo - EA7 Milano 91-81

Milano esce sconfitta dal Pireo nella terza giornata di Eurolega, perdendo così la sua imbattibilità. La squadra di Repesa si è trovata ad inseguire i padroni di casa per lunghi tratti del match, rimanendo però quasi sempre aggrappata alla partita. A cavallo del terzo e del quarto quarto, però, i reds hanno dato la spallata decisiva al match.
Uomini chiave della partita sono stati Erik Green e Vassilis Spanoulis, entrambi autori di 16 punti. A Milano non sono bastati i 16 di Simon e i 14 di Raduljica.

Ricky Hickman è stato meno incisivo del solito

Primo tempo molto tattico e poco energico, fatto di parziali e contro parziali. Nessuna delle due squadre riesce a prendere davvero in mano il match.
Ci prova subito l'Olympiacos, preso per mano dal solito Spanoulis che guida i suoi fino al 13-4, dopo poco più di 2 minuti. Non tarda però ad arrivare la reazione milanese: la squadra di Repesa, con un parziale di 9-0, pareggia subito la partita grazie alle giocate di Alessandro Gentile. L'ingresso in campo dell'ex di turno, Daniel Hackett, dà la scossa ai padroni di casa, che piazzano un contro parziale di 7 a 0 e volano sul 20-13. Milano, però, riesce a ricucire lo strappo, arrivando fino al -2 (21-19). Il primo periodo si chiude con una bomba di Green, sul 25-19. Nel secondo periodo l'Olympiacos continua ad attaccare forte il canestro, costringendo Milano a spendere parecchi falli. Un'altra bomba di Green, poi, porta i greci al massimo vantaggio (33-24), ma un super Gentile guida ancora Milano in una rimonta che la porta fino al -2 (36-34). Ma la discontinuità difensiva degli uomini di Repesa permette ai padroni di casa sul 46-41.

Spanoulis, implacabile per Milano

Nel terzo quarto, le squadre alzano notevolmente il ritmo della partita. Si corre tanto ma si sbaglia anche tanto. Nel caos ha la meglio l'Olympiacos, che prima respinge la rimonta di Milano (arrivata fino al -3 con Simon), e poi chiude sul 70-61 il periodo con 2 bombe di Erik Green che spezzano le gambe dell'EA7 e aprono il break decisivo. Infatti, tra terzo e quarto periodo i greci piazzano un parziale di 12 a 0.
Spanoulis e compagni dimostrano una compattezza e una solidità maggiore di Milano, che segna il suo primo canestro solo dopo quasi 2 minuti e mezzo di gioco, scivolando fino al -17 dopo appena 4 minuti. Gli uomini di Repesa con la testa sono già a mercoledì, quando al Forum arriverà il Real Madrid. Nel finale, però, i milanesi sono bravi a ricucire e rendere il passivo meno amaro.

OLYMPIACOS PIREO: Green 16, Spanoulis 16, Birch 12, Hackett 10, Lojeski 10

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: Simon 16, Raduljica 14, Dragic 13, Gentile 12

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.