Marvin Vettori si racconta a FOXSports.it in attesa di UFC 207

Vettori combatterà contro Antonio Carlos jr. a UFC 207. Nel frattempo ha concesso un'intervista a Fox Sports in cui si racconta e torna sul caso Clemente Russo.

327 condivisioni 0 commenti

di

Share

Appena saputo del nuovo match di Marvin Vettori (11-2) in UFC, precisamente a UFC 207, lo contattiamo e ci facciamo una chiacchierata, convincendolo a rilasciare un'intervista. In realtà Marvin ci aveva già accennato qualcosa in merito all'immediato futuro, ma poco si sapeva sulla totalità dell'organizzazione del suo prossimo match. Marvin si dimostra come al solito ben disponibile e amichevole. Siamo al telefono e, dopo i convenevoli, passiamo alle curiosità che stimolano il popolo delle MMA, specie i suoi tifosi italiani.

Vettori
Marvin Vettori, 23 anni

Marvin, sei ancora a Las Vegas, luogo del tuo esordio. Anche l'Arena è la stessa, la T-Mobile...

Sono contentissimo di combattere a Las Vegas nell'evento probabilmente più grande al mondo, secondo solo a UFC 202 - in cui ho esordito - e a UFC 205, anche se ancora i numeri non ci hanno detto tutto. Tra le cose, combatto nella stessa arena in cui ho esordito, sono contento. Speriamo che stavolta sia nella main card e non nella preliminary, ma in tutti i casi questo evento è il massimo e sono felice di esserci.

Antonio Carlos jr. (6-2, 1 NC) sarà il tuo avversario a UFC 207. Ottimo BJJ, due ori nel Mundial fra le cinture marroni, due bronzi fra le nere, un reality 'The Ultimate Fighter' nei pesi massimi, vinto. Adesso taglia fino ai pesi medi e tu te lo ritroverai davanti.

Ha un grandissimo BJJ, gli va riconosciuto, ma questo non è BJJ, sono MMA e non ho alcun timore a girarci a terra. Sicuramente imposterò il match in piedi, questo non è un segreto, bloccherò i suoi takedown, la sua lotta non è di altissimo livello. Nel caso in cui dovessi andare a terra ci girerò volentieri, cercando di rimanere in top position a martellarlo con il mio ground and pound

carlos jr.
Antonio Carlos jr., avversario di Marvin Vettori a UFC 207

Il tuo fisico è cresciuto in questi anni in maniera esponenziale. Prima facevi i welter, ora fai i medi, sai cosa significa tagliare il peso. Finora i tuoi avversari sono stati fisicamente meno strutturati di te, Carlos jr. taglia invece praticamente due categorie di peso e sarebbe il primo avversario fisicamente più grande di te. Quali sono le tue sensazioni riguardo ciò?

Quando facevo i welter tagliavo moltissimo, ma alla fine il vantaggio che se ne trae è minimo, anzi alle volte nel tentativo di tagliare ci si distrugge il corpo, quindi secondo me il modo giusto di arrivare al match sta nel trovare l'equilibrio fra tagliare il giusto ed arrivare al massimo della forma. Questo è ciò che faccio io e se lui dovesse tagliare tanto, faticherà e arriverà al match debilitato. Sul fattore altezza mi sento favorito: se il vantaggio nell'altezza lo si sa utilizzare è un grande passo avanti, e quando si è alti come me (185 cm) è sempre un punto a favore da sfruttare.

Ti alleni sempre alla Kings MMA con campioni del calibro di Fabricio Werdum, Rafael dos Anjos, Beneil Dariush e sotto la guida di Rafael Cordeiro. In Italia invece ti alleni con lo Stabile Fight Team oltre che con Alessio Sakara e i fratelli Petrosyan. Conosciamo bene le tue doti da grappler, hai sottomesso delle cinture nere nel BJJ, non hai bisogno di presentazioni in questo campo. Con certi compagni però impennano anche le doti da striker. Cercherai il KO?

Mi considero un fighter completo, so di poter scegliere dove mantenere l'incontro. Cerco sempre di allenarmi in tutti i campi, per ora in Italia giro fra Stabile e i Petrosyan, cerco sempre di allenarmi coi migliori. Giorgio Petrosyan è stato il migliore nel suo campo per vari anni  (confermo la tesi di Marvin, Petrosyan ha un record di 82 vittorie, 2 sconfitte e 2 pareggi nel K-1, ha vinto due K-1 World Max di fila ed è stato premiato kickboxer dell'anno nel 2011 e 2012, rispettivamente da BloodyElbow.com e da LiverKick.com, NdR) e mi piace andare da loro perché la pulizia nella tecnica di Giorgio è indiscutibile. Mi allenerò spesso lì.

petrosyanCopyright muaythaiauthority.com
Giorgio 'The Doctor' Petrosyan

Antonio Carlos jr. è un ottimo trampolino di lancio per iniziare la scalata alla categoria dei pesi medi. Che sensazioni hai riguardo ciò?

Come hai detto tu, è il mio trampolino, la prova del nove. È un bel test e a me i test danno sempre molta carica. Dopo questo match anche UFC dovrà prendermi sul serio.

Vincendo con un avversario del genere, il tuo obiettivo sarà di certo la top 15. Hai qualche nome in particolare in testa, un avversario che vorresti affrontare?

No, al momento non ho nessun tipo di richiesta, ma sto osservando tutti quanti e vedremo cosa succederà.

Il soprannome che hai scelto è 'The Italian Dream', come mai?

Si parla sempre di 'American Dream', il sogno americano in cui dal nulla qualcuno si crea una posizione contro tutti i pronostici. In un momento come questo in Italia è ancora più difficile e quindi ho voluto tradurre l'American Dream in Italian Dream.

Caso Clemente Russo. Cosa è successo esattamente fra voi? Ti ha mai risposto?

No, non mi ha risposto e dal punto di vista mediatico ha fatto la cosa giusta: se mi avesse risposto mi avrebbe dato ancor più visibilità. Io l'ho fatto perché a pelle non mi è mai piaciuto. Non lo conosco, è vero, ma dai reality un'idea me la sono fatta. Soprattutto perché un pugile del suo livello che ha dei gran risultati a livello dilettantistico, anziché essere riconosciuto come pugile, viene ricordato per il suo lavoro in TV e non per la carriera agonistica. Poi ha detto ciò che ha detto riguardo la sua donna e io ho voluto dire la mia, nel nostro modo, quello dei fighter.

russo
Clemente Russo, pugile dilettante che ha più volte rappresentato l'Italia

La nostra chiacchierata si conclude, Marvin ci manda un saluto con la promessa che ci sentiremo quando 'The Italian Dream' sarà in America a continuare il suo allenamento. È di nuovo il momento di Marvin, è di nuovo il momento del nostro rappresentante nella più grande organizzazione di MMA al mondo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.