Draxler, la triste annata di un campione che vuole lasciare il Wolfsburg

Draxler sta vivendo un periodo molto complicato al Wolfsburg. In Bundesliga nelle prime 8 giornate non ha mai segnato né servito assist. E in molti lo criticano.

Julian Draxler ha detto di voler lasciare il Wolfsburg. Ora però non rende più.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Un campione. Uno di quelli che alza il livello tecnico della squadra, che esalta il pubblico con grandi giocate, che porta punti, tanti punti. Con l’acquisto di Julian Draxler il Wolfsburg sarebbe dovuto decollare. Nel 2014-15 è arrivato secondo in classifica, ha vinto due trofei (coppa e supercoppa), ed era pronto a crescere. Per tutta l’estate Draxler era stato trattato dalla Juventus, poi si inserì il Wolfsburg che in pochi giorni lo prese, riuscendo a strapparlo ai bianconeri che avevano appena raggiunto la finale di Champions League. Significativo. Poi però il Wolfsburg è incredibilmente crollato.

Problemi

Julian Draxler a Wolfsburg sta male. Ormai è risaputo. In estate ha raccontato alla Bild che il suo obiettivo è andarsene. Vuole giocare in Europa, vuole sfide di livello.

Mi era stato promesso così. I dirigenti sanno che voglio altro.

Anche alla Gazzetta dello Sport ha ammesso di pensare alla Juventus:

Quando l’anno scorso partirono male pensai di aver evitato un bella buccia di banana, in realtà sarebbe stato bello vincere scudetto e Coppa Italia.

Non un caso quindi che Julian in nazionale, dove si sente a suo agio, faccia bene, mentre col Wolfsburg deluda sempre. In campionato non segna dal 5 marzo scorso. Sono 7 mesi senza gol. Di mezzo un infortunio, ma soprattutto la voglia di andar via. In nazionale ha invece segnato 2 volte nelle ultime 6 partite giocate. Una media di tutto rispetto per un trequartista. Con la maglia biancoverde del Wolfsburg perfino gli assist sono un ricordo: nemmeno uno in stagione.

Critiche

Comprensibile quindi che in molti reputino Draxler un acquisto sbagliato per il Wolfsburg. Non incide, non esalta il pubblico come dovrebbe. Il direttore sportivo Klaus Allofs però non ci sta:

Non lo si può considerare un acquisto sbagliato. Anche il fatto che non abbia voglia di giocare per il Wolfsburg non è una cosa che posso lasciar passare. In estate c'è stato un momento difficile dopo la sua intervista nella quale dichiarava di volersene andare, ma abbiamo risolto tutto.

Sarà, ma lui vuole andarsene. E con la testa già (evidentemente) altrove, non riesce a giocare. Le statistiche, più che deludenti, lo dimostrano, il suo atteggiamento pure. Doveva essere un campione. Uno di quelli che alza il livello tecnico della squadra, che esalta il pubblico con grandi giocate, che porta punti, tanti punti. In realtà Julian sta solo aspettando il giusto treno che lo porti lontano da Wolfsburg.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.