RIVALITÀ - EXTRA: Rangers-Celtic, l'Old Firm

Oggi pomeriggio Celtic Park ospita il derby di Glasgow numero 405. La rivalità tra Rangers e Celtic si perde negli ultimi anni del 1800.

Old Firm

604 condivisioni 0 commenti

di

Share

"Se giocherete per strada, noi saremo lì accanto sui marciapiedi". Si concludeva così, con una vera e propria dichiarazione d’amore, il comunicato dei tifosi dei Rangers dopo il fallimento del 2012. La risalita dalla quarta serie nazionale si è conclusa con il ritorno in Scottish Premier League nella stagione 2016/2017, l’annata che ha riportato l’Old Firm a valere tre punti durante il campionato. Le sfide con il Celtic, nonostante la differenza di categoria, sono ugualmente andate in scena nelle coppe nazionali, ma l’idea di poter nuovamente competere sullo stesso piano ha dato un sapore diverso al derby di Glasgow.

Glasgow Rangers
I Rangers hanno vinto ai rigori nel match di Coppa ad aprile

Celtic contro Rangers, Old Firm numero 405

Un sapore che è stato già ampiamente testato il 10 settembre 2016, con la prima sfida dell’anno al Celtic Park. Il 5-1 dei biancoverdi ha letteralmente abbattuto il sogno dei rivali storici che speravano di ripresentarsi in massima serie con quella che, probabilmente, sarebbe diventata la vittoria del decennio. Ma il calendario frenetico del calcio scozzese e la superiorità delle due squadre rispetto alla concorrenza hanno permesso di scrivere una nuova pagina già il 23 ottobre 2016, nella semifinale della Coppa di Lega. Vinta sempre dal Celtic, che poi ha battuto 3-0 l'Aberdeen in finale. Nel terzo precedente stagionale la squadra di Brendan Rodgers ha fatto tris, imponendosi 2-1. 

Quell di oggi sarà l’Old Firm numero 405: finora i Rangers hanno vinto 159 derby, il Celtic 148, 97 i pareggi. Un testa a testa infinito, non solo per la supremazia calcistica in Scozia, ma anche e soprattutto per difendere e rivendicare un ideale che travalica ogni riferimento allo sport ed ai colori di appartenenza.

Una partita di calcio si trasforma in protestanti contro cattolici, unionisti contro indipendentisti, ceto popolare contro borghesia rampante. Religione e politica si intrecciano fin dalla fondazione dei club: il Celtic nasce dalla comunità di irlandesi ed il nome ne rievoca simboli e tradizioni. I Rangers, invece, sorgono da un’idea di quattro fedeli alla chiesa anglicana: i fratelli McNeil, insieme a McBeath e Campbell.

Rangers-Celtic
Religione, politica, ceto sociale: scenari da Old Firm

Old Firm, l'origine della rivalità

I Blues sono nati nel 1872, i Bhoys nel 1888. Nel nome di un ideale definitivamente plasmato quasi 130 anni fa, Glasgow sforna ancora supporters che, per forza di cose, ereditano una o l’altra fede senza potersi sottrarre alla continuità. Old Firm significa “vecchio affare”: mai come in questo caso, una sfida calcistica ha trovato una connotazione così calzante. Basta vedere la reazione delle due fazioni ai cori degli avversari, con Ibrox e Celtic Park che spesso hanno fatto da scenario a guerre civili appena sfiorate. Dagli scontri del 1933, i primi a Glasgow, la situazione si è esasperata in un crescendo di tensione.

Nemmeno i giocatori possono dirsi esenti dalle influenze della città. I cattolici non giocano per i protestanti e viceversa: negli ultimi 70 anni, solo in 4 hanno militato per entrambe le squadre ed i rapporti non sono mai stati gentili. Chi prende a cuore la questione, poi, non si fa certo scrupoli: nel 2006 Artur Boruc, attuale portiere del Bournemouth ed ex bandiera del Celtic, baciò la sua maglia e si fece il segno della croce sotto il settore dei Rangers, scatenando un’autentica caccia all’uomo nel post-partita. Nel 1989, invece, Mo Johnston si trasferì dal Nantes ai Rangers, dopo aver precedentemente giocato nel Celtic: i suoi ex tifosi non hanno accolto con particolare piacere l’inizio della sua nuova esperienza, anche per via della sua appartenenza cattolica.

Artur Boruc
Artur Boruc, ex bandiera del Celtic e bersaglio dei Rangers

Se il nome che identifica il derby di Glasgow è Old Firm, significa che c’è poco di casuale: un vecchio affare non si dimentica e le due tifoserie hanno la memoria troppo lunga per potersi lasciare alle spalle gli screzi di oltre un secolo. Alle 13.00 va in scena l’ennesima sfida tra Celtic e Rangers, stavolta a Celtic Park, e non c’è motivo di credere che il clima possa essere diverso dai 403 incontri precedenti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.