Volley, Mondiale per Club: troppo Kazan per Trento, ora caccia al bronzo

Kazan domina gran parte del match, trascinato dal trio Anderson, Leon e Mikhaylov. La Diatec paga la serata appannata di Stokr, adesso si cerca il bronzo nella finalina.

Leon, il cubano-polacco ha trascinato Kazan al successo

28 condivisioni 0 commenti

di

Share

Trento non ce la fa. Nel Mondiale per Club di volley maschile la Diatec rimedia la sconfitta quando fa più male, a un passo dalla finale. Troppo forte Kazan per la squadra di Lorenzetti che nel secondo set quando spreca la possibilità di portarsi a condurre per 23-22. Poi il dominio russo è netto, in attacco e al servizio il trio Anderson, Leon e Mikhaylov è implacabile. 

Un attacco di Urnaut
Urnaut e Trento giocheranno per il terzo posto

Avvio brillante di Trento, 4-1, attento e preciso. Leon in battuta bombarda, Colaci prova a frenarne l'impeto. La squadra di Lorenzetti però regge, Urnaut è scatenato. Kazan trova ritmo in attacco, 7-8, ma la Diatec regge con grinta. 11-12 su un video check vinto dai russi: in campo il servizio di Mikhaylov. Trento resta in scia ma poi paga con un fuori giri. Giannelli forza con Solè, Stokr sbaglia: Kazan prende il largo, 19-15. Lorenzetti prova cambi in battuta con Antonov e Nelli per risalire. Leon, infermabile, chiude al servizio  nonostante Trento provi a limitare il cubano-polacco ricevendo a con 4 giocatori.

Secondo set con Anderson che si sostituisce a Leon dai 9 metri. La Diatec risale a quota 11. Anderson vince due scontrasti a rete, 14-18. Lanza concretizza un contrattacco 16-18. Solè accorcia ulteriormente, 20-21, Urnaut pareggia a quota 22. Trento spreca 2 occasioni in contrattacco per fare il 23esimo punto, Leon lo punisce. Lo stesso cubano-polacco in battuta becca il nastro, Trento è difficoltà in ricezione, Mikhaylov concretizza l’opportunità. Lo stesso opposto russo chiude il 25esimo punto.

Trento prova a bloccare un attacco di Kazanfivb
Anderson prova a superare il muro di Trento

Nel terzo set Lorenzetti fa partire nel sestetto D. Mazzone e Nelli. Trento regge, 7-7. In battuta Lanza continua a faticare. Dal 10 pari i russi però prendono il largo, 10-14. Out D. Mazzone ma la musica non cambia, anzi Kazan acquista forza e margine. Trento si deve accontentare della finalina dove affronterà la vincente di Sada Cruzeiro-Bolivar.

Trento-Kazan 0-3 (18-25; 23-25; 18-25)

DIATEC TRENTINO: Stokr 7, Lanza 10, Solè 3, Urnaut 12, Giannelli 3, Antonov, D. Mazzone 1, Van De Voorde 2, Colaci (L), Nelli 2, N.E. Burgsthaler, Blasi,  T. Mazzone, Chiappa (L). All. Lorenzetti.

ZENIT KAZAN: Leon 11, Anderson 16, Mikhaylov 13, Volvich 8, Ashchev 4, Butko 1, Verbov (L), N.E. Demakov, Sivozhelez, Salparov, Kobzar, Gutsalyuk, Zemchenok, Melnik. All. Alekno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.