Los Sinteticos de Crampi Sportivi - L'anticipo della giornata 9

A cura di Francesco Saverio Balducci, Alessandro Mastroluca e Simone Vacatello, per Crampi Sportivi.

266 condivisioni 0 commenti

Share

Voli e lacrime (Valencia-Barcellona 2-3)

Sul calderone del Mestalla sono volate parecchie cose ieri pomeriggio. Un pacchetto di carta in testa a Paco Alcacer da parte di un tifoso dei Los Che, mentre Munir (per il gioco degli ex incrociati) aveva riaperto la gara, Enzo Perez sul legamento del ginocchio di Don Andres (non fate vedere ai bambini le immagini mentre piange, vi prego), una bottiglia d’acqua parecchio vuota sulla testa di Neymar, e le speranze di Cesare Prandelli di uscire da imbattuto dallo scontro con i blaugrana. Peccato per quel fallo di rigore di Abdennour su Suarez all’ultimo minuto di recupero (su due!). Poi Messi che dopo aver segnato esulta in faccia ai tifosi avversari, confrontandoli per il lancio di oggetti. Un pomeriggio tranquillo, insomma.

Le regole del Fight Club (Espanyol-Eibar 3-3)

La clockwork orange dura un tempo. L'Eibar non aveva mai segnato tre gol fuori casa in 45', l'Espanyol mai a segno da un mese piazza la remuntada della stagione, completata in 10 contro 11. La domanda del giorno però rimane: che avrà detto Quique Sanchez Flores a Caicedo dopo i due gialli in dieci minuti? Escluso un morandiano "Dai, dai, dai" gli avrà recitato Ezechiele 25,17? Il proverbio klingon sulla vendetta? O le regole del Fight Club? "Resterà fra me e lui" commenta il tecnico. Il mistero si infittisce.

Derby scaccia derby (Real Sociedad-Alaves 3-0)

Guardando il derby basco mi è tornata alla mente la mia professoressa del corso spagnolo per principianti, che era cilena, durante le lezioni di civilizaciòn mentre spiegava come vennero ostracizzate le zone ed etnie politicamente ostili al dominio franchista. Pensare, poi, che un giocatore come Xabier 'Xabi' Prieto Argarate, nato a San Sebastián, che in tutta la sua carriera ha vestito solo i colori della Real Sociedad, di cui è anche capitano, avrebbe avuto vita difficile sotto il regime del Caudillo. A trentatré anni apre le danze nel confronto contro i cugini dell’Alaves, lanciando la Real verso la settima gara tutta Euskera al Anoeta da imbattuta. La sconfitta contro l’Athletic, al San Mamés, è ormai alle spalle. Derby scaccia derby.

L’attesa è finita (Osasuna-Real Betis 1-2)

Era l'autunno del 2008, Fernando Torres aveva da pochi mesi deciso l'Europeo e le previsioni parlavano di crescita all'1,6%. Mehmet Aurelio apriva su punizione a Pamplona un 2-0 scialbo del Betis. Los Béticos non avevano più segnato su punizione fuori casa per i successivi otto anni. L'attesa è finita dove era iniziata, al Sadar, col primo gol in biancoverde di Felipe Gutierrez. Ma la gioia tra i tifosi del Betis è contenuta. La fiducia in Poyet è in crisi a causa di un inizio più che deludente. Una punizione non fa primavera, ma almeno contro l’Osasuna sono arrivati i tre punti.

Clean sheet, finalmente (Granada-Sporting 0-0)

La difesa del Granada arriva alla sfida casalinga contro lo Sporting come la peggiore dei cinque maggiori campionati europei, con 23 reti subite in otto gare. Oddio, ci sarebbe il Montpellier, sempre a 23 reti subite, ma in 10 giornate, ha avuto più tempo per prendere così tanti. Fatto sta che, in questa sfida interna, emozionante come una partita di canasta alla bocciofila, finalmente la squadra di casa riesce a non prendere gol. Per inciso, non accadeva dal 9 aprile 2016, 32esima dello scorso campionato, altro 0 a 0 in casa, però contro il Malaga. Meglio tardi che mai. Ora proviamo a farne qualcuno quando capita.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.