Real Madrid-Athletic Bilbao 2-1: Morata riporta Zidane in testa alla Liga

Vittoria fondamentale per la squadra di Zidane, che si riporta in testa alla Liga grazie alla rete decisiva di Morata. Il Siviglia torna a distanza di sicurezza.

968 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sfida decisiva quella del Santiago Bernabeu tra Real Madrid e Athletic Bilbao. Le Merengues in campo per il primato in Liga, i baschi per trovare continuità e cancellare la recente delusione in Europa League. Il match che chiude la nona giornata di Liga è a dir poco pirotecnico.

Primo tempo

Dopo cinque giri d'orologio buona manovra dei baschi, bell'assist di Eraso col tacco per Inaki Williams che dal limite dell'area di rigore calcia verso la porta costringendo Navas al primo intervento della sua gara. Meno di un minuto dopo arriva la prima giocata dei Blancos ed è subito decisiva: contropiede innescato da Marcelo, Isco sfugge a Saborit e serve Benzema tutto solo davanti ad Iraizoz. Il centravanti francese non sbaglia, trova il suo quarto gol in Liga e porta in vantaggio il Real Madrid.

Karim Benzema, 28 anni.

I Blancos sfruttano il momento di confusione dei Leones e provano subito a tornare alla conclusione, prima con Toni Kroos e poi con Ronaldo, ma entrambi con risultati negativi. Al 15' colpo di testa di Bale dopo un'ottima intesa tra Marcelo e Benzema, con il brasiliano che pesca la testa del gallese in area ma il tentativo finisce di poco alto sopra la traversa. Un attimo dopo grandissima opportunità per l'Athletic Bilbao con Sabin Merino, che sbaglia di testa nel cuore dell'area Blancos sprecando una colossale palla gol. Al 26' lo stesso Sabin ha la chance per rifarsi e non la spreca. Azione insistita sulla destra, Eraso riesce a trovare al centro l'attaccante classe '92 che controlla e calcia potente, battendo Keylor Navas.

Dopo il gol subìto il Real cade nella confusione. La squadra di Valverde applica un pressing ossessivo sui portatori di palla avversari, che non riescono a manovrare fluidamente. Il Bilbao spinge sulle fasce e riesce sempre a mettere in difficoltà la retroguardia di ZidaneL'ultima occasione del primo tempo è un tiro velleitario di Dani Carvajal, facilmente neutralizzato da Iraizoz. Le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di 1-1.

Secondo tempo

Il secondo tempo riparte a mille, entrambe le squadre sono molto propositive e predisposte ad un gioco offensivo. Il tutto rende la partita ancora più divertente e spettacolare. Al 51' grave errore della difesa del Real Madrid, mai in completa sicurezza, che concede a Inaki Williams l'opportunità per il raddoppio. Il giovane talento basco cerca l'incrocio dei pali con il destro ma la palla sfiora la traversa e perdona così i Blancos.

Al 60' risposta del Real Madrid con una buona giocata di Isco che resiste all'opposizione avversaria e disegna una bella traiettoria per Benzema, ma il colpo di testa del francese non sorprende Iraizoz, pronto nel bloccare la sfera. Poco dopo il Bilbao viene graziato ancora, stavolta da Ronaldo, che non trova la precisione su un cross dalla sinistra. Sempre 1-1 al Bernabeu, Zidane si gioca la carta Lucas Vazquez togliendo uno dei migliori in campo, Isco.

Al 70' brivido per Valverde: Ronaldo scambia con Benzema e prova a spaccare la porta con un destro potentissimo, ma la palla finisce di poco al lato. Un attimo dopo ancora Real vicino al gol del raddoppio, stavolta con un'incornata di Kovacic dal limite dell'area su cross di Vazquez che termina sul fondo di un soffio.

Ad un passo dal 2-1 anche Gareth Bale, che sfrutta un assist meraviglioso di Kross per calciare ma senza trovare la precisione necessaria a mettere in rete il gol del vantaggio.

A sette minuti dalla fine arriva un gol pesantissimo, quello di Alvaro Morata, subentrato al posto del fischiatissimo Benzema. Nel giorno del suo compleanno, il canterano non sbaglia anticipando tutti sul cross di Bale. Il Real è avanti, ma la partita non è finita e le emozioni sono interminabili: Keylor Navas decisivo su Inaki Williams, salva il risultato con un'uscita provvidenziale a tu per tu con l'attaccante basco.

Allo scadere ennesimo errore di Ronaldo che, completamente solo di fronte a Iraizoz, colpisce il portiere e sciupa l'occasione per siglare il suo diciassettesimo gol in carriera ai baschi. Bravo il Real Madrid nel mantenere il vantaggio, rischiando il meno possibile e tenendo in mano il pallino del gioco. La sfida termina sul 2-1, il Real è primo in classifica.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.