Eriksson e la Cina tentano Wayne Rooney, pronti 100 milioni di euro

Secondo il Mirror, lo Shanghai di Eriksson sarebbe pronto a tornare alla carica a gennaio per il capitano del Manchester United: sul piatto 100 milioni di euro!

Eriksson ha lanciato Rooney in nazionale nel 2003

252 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nell'attuale classifica dei giocatori più pagati al mondoWayne Rooney si posiziona soltanto (si fa per dire) al settimo posto, forte delle sue 260mila pound a settimana. Ma presto le cose potrebbero cambiare per lui, in predicato di passare dallo status di schifosamente pagato a quello di assurdamente pagato. Secondo il Mirror, infatti, il suo ex mentore, Sven Goran Eriksson, tecnico dello Shanghai SIPG, sarebbe pronto a offrire al capitano del Manchester United 500mila sterline a settimana, che fanno al cambio circa 32 milioni di euro all'anno. In realtà, il Mirror parla anche di 80 milioni di pound complessivi, 100 milioni di euro, senza specificare se si tratti dell'ingaggio annuale, bonus compresi, o del valore complessivo del contratto. In ogni caso, roba da Floyd Mayweather più che da calciatore.

L'offerta sarebbe stata presentata nel gennaio 2016, ma Rooney, dopo averci pensato un po', l'ha rispedita al mittente, convinto di aver ancora molto da dare al suo United. Lo scenario, tuttavia, è radicalmente mutato nella seconda parte dell'anno solare: l'arrivo di José Mourinho, uno che non si fa mai troppi problemi a escludere chi non lo soddisfa, e una serie di prestazioni oggettivamente lontane dai suoi antichi standard, lo hanno relegato allo scomodo ruolo di alternativa di lusso ai vari Ibrahimovic, Martial, Mata e Rashford. E questa volta l'assalto dei cinesi, previsto per il prossimo mercato invernale, potrebbe essere accolto da molte meno resistenze da parte di Rooney e famiglia. 

Ma la pista orientale, il cui potere di seduzione inizia e finisce con quella spaventosa vagonata di soldi, non è l'unica che il quasi 31enne (il suo compleanno è domani) sta vagliando; c'è anche quella che porta esattamente dalla parte opposta del pianeta, in America, dove già giocano, tra gli altri, i suoi ex compagni di nazionale Steven Gerrard e Frank Lampard. Anche in MLS girano i bei soldi, soprattutto per le stelle provenienti dalla Premier League, ma va da sé che i 5 milioni di euro che s'intascano Gerrard e Lampard impallidiscono rispetto alle cifre messe sul piatto dallo Shanghai SIPG. D'altra parte, vivere in California o a New York non è così male, specialmente se qualche euro l'hai già messo da parte.

Wayne Rooney e José MourinhoGetty
Mourinho indica a Rooney la via d'uscita da Old Trafford?

C'è solo un ostacolo che si frappone tra Wayne Rooney e la sua uscita anticipata da Old Trafford: José Mourinho. Sì, avete letto bene.

Non venderò mai Rooney, non prenderò mai una decisione simile. Un giocatore di quella statura, con la storia che ha all'interno di questo club, non lascerà mai che il suo allenatore o i suoi dirigenti decidano al posto suo. So che per una leggenda come lui è dura stare in panchina, ma le mie scelte, giuste o sbagliate che siano, le faccio per il bene della squadra

Nonsense? Solo se non si conosce bene il portoghese. I tifosi dello United adorano incondizionatamente il loro capitano, e l'ultima cosa che l'allenatore vuole è passare alla storia come il tizio che lo ha mandato via. Il suo calcio potrà sembrare a tratti sorpassato, ma se parliamo di astuzia politica lo Special One dà ancora lezioni a tutti

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.