Liga, Espanyol-Eibar 3-3: al Cornellà-El Prat in scena la partita infinita

Sotto di tre reti al termine del primo tempo, i catalani acciuffano il pareggio in pieno recupero: Leo Baptistao sigilla un 3-3 rocambolesco. Rimpianto basco.

102 condivisioni 0 commenti

di

Share

Succede di tutto e il contrario di tutto al Cornellà-El Prat. Succede che l'Eibar chiude il primo tempo in vantaggio di tre reti. Ma succede anche che l'Espanyol riacciuffi nel recupero un pareggio che manda in delirio i tifosi catalani. Il 3-3 della gara che inaugura il sabato di Liga è quanto di più rocambolesco si possa chiedere alle due squadre. Quique Sanchez Flores aveva definito "partita chiave" per i Blanquiblaus la sfida contro i baschi: non è arrivata una vittoria scacciacrisi (ancora nessun successo in casa, mai così male dal 2003/04), il punto non allontana nemmeno l'Espanyol (ora a quota 8) dalla zona rischiosa della classifica. Il pari in extremis regala però alla formazione di Barcellona un'iniezione di entusiasmo per il prosieguo del campionato. Gli uomini di José Luis Mendilibar si portano invece a quota 12 punti, confermando un'inizio di Liga da incorniciare. Ma il mea culpa per una vittoria sprecata nella ripresa è obbligatorio.

Primo tempo

Ai Periquitos non si può neanche rimproverargli un'avvio di match da perdenti in partenza. Anzi, i padroni di casa entrano gagliardi in campo, al 4' sfiorano anche il rapido vantaggio con Jurado. Primi venti minuti positivi, per poco Piatti non incastra il pallone all'angolino con un mancino di prima intenzione che offre solo l'illusione del gol. Appunto, l'illusione. Quella che i tifosi catalani hanno vissuto nella prima metà di tempo. Dal 23' va però in scena lo psicodramma, che fa rima - ricordate? - con il gran ballo dell'Eibar. Lancio di Dani Garcia, palla messa in mezzo da Pedro Leon, tacco sfuggente di Kike e tocco a porta vuota di Sergi Enrich (3° centro stagionale per lui): sono le istruzioni del vantaggio degli Armeros.

Il raddoppio è un regalo involontario dell'Espanyol: Diego Reyes devia malamente in porta il cross di Inui e al 27' concede il 2-0 agli ospiti. Per l'undici di Quique Sanchez Flores è il black out totale, il burrone è sempre più profondo: il 3-0 dei baschi arriva al 44', stavolta è Sergi Enrich a servire per Kike un pallone da spingere solo oltre la linea di porta. Il completo da trasferta tutto arancione - sottolinea giustamente l'account Twitter dell'Eibar - deve aver sprigionato vitamine a profusione per i ragazzi di Mendilibar.

Secondo tempo

Al rientro in campo, però, il potere delle arance sembra essersi esaurito. L'Espanyol deve aver invece fatto una scorpacciata di rabbia, tanta è la furia con cui si ripresenta nella ripresa. Sanchez Flores gioca la carta Hernan Perez e il paraguaiano lo ripaga subito: destro da fuori che indovina l'angolino e partita che si riapre al minuto 65'. L'orgull blanquiblau riaccende il tifo dell'RCDE Stadium, la rete di Pablo Piatti al 73' ne è quasi la conseguenza naturale: l'argentino insacca al volo dall'area piccola, appena un secondo prima di lasciare il campo a Caicedo. Il sabato dell'ecuadoriano si rivelerà da bollino rosso, come il cartellino che dopo dieci minuti lo spedisce negli spogliatoi.

Nel frattempo Leo Baptistao aveva protestato veementemente per un rigore, rimediando per il giallo per simulazione. L'eroe di giornata, in ogni caso, sarà proprio lui. Quando tutto sembra perso, quando Riesgo aveva salvato in presa un colpo di testa di Gerard, ecco il missile terra-aria dell'ex Atletico Madrid che regala il 3-3 ai padroni di casa. Dalla tragedia sportiva del primo tempo al boato del Cornellà-El Prat al triplice fischio finale: una partita infinita, che premia la grande riscossa dei catalani. Per l'Eibar, invece, d'infinito c'è solo il rimpianto per una vittoria gettata al vento.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.