Milan Mačvan, l'inatteso "killer" protagonista in maglia Olimpia

Protagonista assoluto dell'ottimo avvio di stagione dell'EA7, il serbo ha accumulato cifre notevoli nelle prime due gare d'Eurolega. Inseguendo un sogno speciale...

Milan Mačvan in azione

36 condivisioni 0 commenti

di

Share

MM13. Mitragliatrice? Anche, viste le recenti abitudini sul parquet. Ma più semplicemente, l'acronimo di un giocatore che piano piano si sta rivelando arma tattica (e da canestro) sempre più importante per la sua Olimpia Milano. I colpi sparati da Milan Mačvan, alla sua seconda stagione in maglia EA7, hanno progressivamente iniziato ad avvicinarsi al centro di quel bersaglio utile ad aumentare l'importanza del serbo all'interno del roster di Jasmin Repesa, tra avversari abbattuti a suon di triple, movimenti spalle a canestro e tante, piccole e fondamentali giocate utili a vincere partite. 

Momento d'oro

Ultime vittime, in ordine, Maccabi Tel-Aviv e Darussafaka. E le cifre parlano chiaro: 18,5 punti di media a partita in 25,5 minuti d’impiego, con una valutazione da 19,5 nelle prime due gare disputate nella nuova Eurolega. Con gente come Simon, Sanders, Hickman e Raduljica in squadra il killer che non ti aspetti, in Europa e non solo: perchè anche in Serie A Mačvan ha puntato il mirino dritto alla posizione numero 1 del campionato per plus/minus (14.7), portando le sue cifre realizzative a 11.3 punti di media. Numeri che il nativo di Vukovar, nella passata stagione, ha faticato a trovare se non a sprazzi, al termine di un’annata che, dopo l’accoppiata Scudetto-Coppa Italia, gli avrebbe poi regalato anche un argento ai giochi olimpici di Rio2016.

Milan Mačvan contro l'Australia
L'esultanza di Mačvan nella semifinale dei Giochi Olimpici di Rio 2016

Il personaggio

Personaggio particolare, Milan, dalle passioni alla tecnica: nome in simbiosi con la città in cui gioca ma non per la squadra di calcio che tifa, visto il particolare tifo per il Napoli nato dopo un viaggio con la moglie a Capri. Higuain come vecchio idolo del quale Mačvan, ora come ora, sta in qualche modo ricalcando la grande capacità realizzativa: meccanica di tiro strana ma terribilmente efficace, bagaglio tecnico completo ed un insospettabile abilità da ambidestro (Moerman testimone) nel gioco spalle al ferro, per un giocatore che a 27 anni compiuti sta (forse) finalmente trovando quella continuità di rendimento a lungo cercata in carriera.

La carriera

Cresciuto in patria nello Zeleznik ed esploso all’Hemofarm, Mačvan è transitato anche da Tel-Aviv (con tanto di Final Four giocata e persa, in finale contro il Panathinaikos, con il Maccabi), spendendo le sue due ultime esperienze europee pre Milano tra Galatasaray e Partizan. Etichetta del grande e polivalente talento stampata addosso e prestazioni ondivaghe, mai sufficienti per consacrarsi definitivamente o compiere il grande salto oltreoceano, dopo essere stato 54° scelta dei Cleveland Cavaliers al draft del 2011: e non è un caso, forse, che Milan, proprio a Milan(o), abbia trovato la giusta quadratura del cerchio. Caratteristiche uniche, squadra ambiziosa e con voglia di vincere ed un allenatore che, ora, di lui non farebbe mai a meno nell’arco della stagione, al contrario di un turnover forzato che lo ha visto sedersi in tribuna più di una volta nella scorsa annata.

Milan Mačvan in difesa
Il tentativo di stoppata di Mačvan su Clyburn

Il sogno

Il mio sogno è vincere l’Eurolega, e penso che un giorno ci riuscirò”. Una didascalia sul suo sito ufficiale per rendere ancor più chiaro l’obiettivo personale, due gare da dominatore e da mitragliatrice (di canestri) per portare l’Olimpia a mirare sempre più in alto: 18 contro il Maccabi, 19 al Darussafaka e un fallo tecnico nel finale della gara di Istanbul che, oltre a far infuriare Repesa, avrebbe potuto costare caro all’EA7. Pericolo scampato, stavolta, autocritica e scuse per il rischio corso e pacca sulla spalla dal suo allenatore: perchè in fondo, se Milano è uscita imbattuta (come lo è sinora in stagione) dalla Volkswagen Arena, lo deve anche (e proprio) a Milan Mačvan. MM13 che di imprecisione, ora, sembra non voler proprio più peccare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.