Mondiale per Club, coach Lorenzetti: "Bravi nei momenti di difficoltà"

Trento vicina alla semifinale, il centrale Solè: "Un'emozione giocare da ex". Capitan Lanza: " Continuiamo a crescere". Il top scorer Stokr: "Vorrei finisse come a Doha".

Lorenzetti, coach di Trento che sogna il titolo iridato

12 condivisioni 0 commenti

di

Share

Trento si avvicina alla semifinale del Mondiale per Club che si sta giocando in Brasile. Il successo per 3-1 contro il Bolivar ha di fatto aperto la strada alla squadra di Lorenzetti che ora, per giungere fra le quattro squadre che continueranno a sognare il trono Mondiale, dovrà vincere due set stasera contro l’Upcn, squadra guidata in regia da Vermiglio (diretta Fox Sports ore 23.55).

Emozione per Solè che ha giocato contro il Bolivar, sua ex squadrafivb
Solè, per lui match da ex contro il Bolivar

Ex di turno Sebastian Solè, che ha giocato un match speciale, emozionante.

Per me non è stata una partita come le altre perché per la prima volta mi trovavo a giocare contro la mia ex squadra. All’inizio quindi obiettivamente ero emozionato, poi mi sono sciolto lasciando da parte il nervosismo. Avevo tanta voglia di vincere anche contro il mio passato. È stata una gara equilibrata e siamo stati bravi a mettere sotto i nostri avversari nel momento più difficile: abbiamo fatto tanti break. Nel secondo set ci siamo un po’ bloccati, ma poi siamo stati bravi a riprenderci: dobbiamo diventare più cinici.

Capitan Fillippo Lanza è soddisfatto ma guarda già avanti:

È stato importante vincere di nuovo per avvicinare l’obiettivo semifinale e per dare continuità al nostro percorso di crescita. Il match con l’Upcn sarà altrettanto difficile ma siamo pronti: vogliamo chiudere al primo posto il girone della prima fase.

Stokr, opposto ceco di Trentofivb
Stokr, top scorer di Trento nel match contro il Bolivar

 Jan Stokr, opposto e top scorer dell’incontro per Trento:

Abbiamo sempre tenuto sotto controllo la situazione. Solo nel finale di secondo set c’è stato un calo di concentrazione, coinciso anche con un ottimo turno al servizio di Ocampo: è stata l’unica cosa da cancellare di una prestazione di ottimo livello. Nel terzo e quarto parziale però è venuto a galla, non solo il gioco, ma anche l’orgoglio perché volevamo dimostrare che quello accaduto nel set precedente era stata solo una piccola parentesi. Il Mondiale per Club? Bellissima manifestazione, mi fa piacere ritrovarla dopo quattro anni e vorrei concluderla come ho fatto in passato a Doha.

Soddisfatto anche coach Angelo Lorenzetti che vede la sua squadra in crescita:

La squadra ha fatto un passo in avanti rispetto alla prestazione col Minas. Abbiamo avuto una pausa nella parte finale del secondo set ma siamo stati bravi in seguito a riprenderci subito e a non accusare il colpo, soprattutto quando la fase di ricezione-punto ci è venuta meno naturale. Nel quarto parziale, ad esempio, non eravamo partiti benissimo ma siamo riusciti a superare le difficoltà e a portare a casa un successo non semplice, anche perché in una competizione del genere nulla è scontato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.