Serie A, il match clou è Milan-Juventus: le partite della 9^ giornata

Nella nona giornata della Serie A la Juventus va a far visita al Milan secondo in classifica. Sfida al vertice anche fra Torino e Lazio, apre il derby di Genova.

69 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tutto in un'unica giornata di campionato. Sfide al vertice, grandi classici, derby. In questa giornata di Serie A non manca davvero nulla. E, piccola notizia che farà felici i fanta-allenatori: la nona giornata comincerà sabato alle 18 e terminerà domenica alle 20.45. Non ci sono orari strani. Mettetevi però comodi sul divano perché fra il derby di Genova, Milan-Juventus e lo scontro diretto in zona europea fra Torino e Lazio di partite emozionanti e che promettono gol ce ne sono diverse.

Il programma della 9^ giornata di Serie A

Apre il derby

Subito la partita più maschia che il campionato italiano possa regalare. Le prime due squadre a scendere in campo sono infatti Sampdoria e Genoa. Fra i blucerchiati mancherà Viviano, indisponibile per un problema al polso sinistro. Al suo posto Puggioni. Il Genoa invece recupera Pavoletti, che però non dovrebbe partire dal 1’. In attacco quindi spazio ancora al Cholito Simone. Visti gli impegni di chi sta sopra, il Genoa vincendo si avvicinerebbe sensibilmente alla zona europea. La Sampdoria, che non ottiene i 3 punti da ben 6 giornate, deve allontanarsi dalla zona retrocessione. Inoltre i blucerchiati devono vendicare lo 0-3 dell’anno scorso, quando i genoani vinsero con gol di Pavoletti e doppietta di Suso.

Match clou

Sabato sera la partita più attesa. Il grande classico. Il Milan, sorprendentemente al secondo posto dopo un avvio stentato, ospita la Juventus capolista. Nelle ultime 5 giornate i rossoneri hanno conquistato più punti di tutti (13), pareggiando solo a Firenze. La Juventus vuole invece dare un segnale di forza al campionato e tentare la fuga allungando ancora di più il suo vantaggio attuale (+5). Proprio contro l’Inter, l’altra milanese, i bianconeri hanno però compiuto il loro ultimo passo falso. Sconfitti per 2-1 a San Siro, nello stadio che li ospiterà domani, i ragazzi di Allegri hanno poi però risposto con 4 vittorie in 4 partite, nelle quali hanno incassato un solo gol. Ora però il primo vero ostacolo. Ai campioni d’Italia mancheranno Mandzukic e Chiellini. In attacco spazio quindi a Higuain e Dybala, dietro dovrebbero giocare Benatia e Barzagli, oltre a Bonucci. Nel Milan Bacca torna dal primo minuto, ballottaggio fra Locatelli e Sosa a centrocampo nel ruolo di regista.

Vota anche tu!

La Juventus, battendo il Milan, avrebbe già chiuso il campionato?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Coltello fra i denti a pranzo

Domenica alle 12.30 sfida dal sapore di battaglia fra Udinese e Pescara. Entrambe attualmente fuori dalla zona retrocessione, entrambe ad un solo punto dal terzultimo posto. I friulani vengono da tre sconfitte di fila, ma contro la Juventus, alla prima di Del Neri in panchina, hanno fatto una buona impressione. Recuperati  Widmer e Badu, almeno uno dei due dovrebbe esser schierato dal primo minuto. Il Pescara, che in trasferta ha vinto solo a tavolino, perdendo scenderebbe per la prima volta in zona retrocessione.

L’Inter cerca il riscatto

I problemi legati a Icardi, le due sconfitte di fila. I nerazzurri sono in evidente difficoltà. Nelle ultime tre partite un solo punto conquistato. La zona Champions è distante ben 5 punti, c’è quindi bisogno di vincere. Contro l’Atalanta però è quasi un derby e vincere a Bergamo non sarà facile. Fra i padroni di casa torna a disposizione Zukanovic, con Petagna, ex milanista, pronto a far male in attacco. Ci si aspetta una partita molto equilibrata.

Sorprese contro

Sfida interessante a Cagliari fra i rossoblù e la Fiorentina. Una è in corsa per un posto in Europa, l’altra si deve guardare con preoccupazione le spalle. Ma a sorpresa sono i sardi a stare sopra in classifica. Già 13 i punti conquistati, pur avendo affrontato squadre come Inter, Juventus e Roma. Proprio contro i nerazzurri settimana scorsa il colpaccio, quando i rossoblù sono riusciti a espugnare San Siro. La Fiorentina invece, con soli 9 punti, è a 3 lunghezze dalla zona retrocessione. L’ultima vittoria oltre un mese fa contro la Roma. Poi appena 3 punti in 4 partite. Il problema è l’attacco: 6 gol segnati fino ad oggi, uno solo nelle ultime 3.

Fame di punti

Sfida fra disperate quella fra Crotone e Napoli. I padroni di casa sono ultimissimi con un solo punto in classifica. La zona salvezza è distante già 6 punti. Peggior difesa del torneo, col Napoli potrebbe soffrire particolarmente. I partenopei però, con l’infortunio di Milik, sono in piena crisi. Tre sconfitte di fila fra campionato e Champions. La Juventus è distante già 7 punti. Dovrebbe riposare Insigne, al suo posto giocherà Mertens. Gabbiadini punta centrale.

L’Empoli cerca il gol

Dopo due ottime stagioni con Sarri e Giampaolo, l’Empoli è in grande difficoltà. Un punto nelle ultime 4 partite. A mancare è soprattutto il gol: manca da oltre un mese. Croce resta in dubbio. In caso giocherebbe Buchel sulla mediana. Il Chievo, dopo la sconfitta col Milan, deve rilanciarsi. Confermatissimo Birsa, in attacco sono in tre (Meggiorini, Inglese e Floro Flores) per due maglie.

Sfida al vertice

L’ultima partita delle 15 è quella fra Torino e Lazio. Entrambe sono a 14 punti, ma sono in condizioni opposte. I padroni di casa hanno vinto le ultime 3 partite giocate (9 gol segnati, 3 subiti). Belotti e Iago Falque sono in forma strepitosa. La Lazio, che ha raggiunto il pareggio col Bologna solo all’ultimo su rigore generoso, ha gravissimi problemi in difesa. De Vrij starà fuori per circa due mesi, Bastos ancora non ha recuperato, così come Lukaku, Biglia e Milinkovic. Formazione ampiamente rimaneggiata, i biancocelesti sono in grave emergenza.

Bel calcio

Alle 18 di domenica il Bologna ospita il Sassuolo. La squadra di Donadoni ha 11 punti, quella di Di Francesco ne ha 12. Mancheranno sia Destro che Berardi. Fra i rossoblù ballottaggio fra Floccari e Sadiq, dall’altra parte dovrebbero giocare Politano, Ricci e Defrel. Il Sassuolo però in trasferta fatica tremendamente: ben tre sconfitte di fila. Al contrario il Bologna in casa va che è una meraviglia: ben 3 vittorie su 4 partite. I padroni di casa dovranno rinunciare anche a Gastaldello, squalificato. I neroverdi invece non potranno fare affidamento su Missiroli.

Cala il sipario

Infine la sfida fra Roma e Palermo. I rosanero lunedì hanno preso una brutta batosta dal Torino. I giallorossi si devono far perdonare i punti buttati in Europa League e devono tenere il passo della Juventus, magari approfittando di un possibile passo falso dei bianconeri. Mancheranno Perotti e Bruno Peres fra i giallorossi, Nestorovski  è in dubbio per dei problemini fisici fra i siciliani che però, vincendo, sarebbero matematicamente fuori dalla zona retrocessione visto lo scontro fra Udinese e Pescara.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.