Davide Pascolo, il dada-ista dell'Olimpia Milano

Alla scoperta di Davide Pascolo, classe 1990, ala dell'Oimpia Milano

60 condivisioni 0 commenti

di

Share

La sua canzone preferita I'm Shipping Up To Boston dei Dropkick Murphys: la storia di un marinaio che s'imbarca alla ricerca della sua gamba di legno, che ha perso. La sua storia, invece, è quella di un ragazzo che fino a 3 anni fa giocava in Lega Due. E quest'anno con la canotta dell'Olimpia ha cominciato tra i boati del Forum di Assago per le sue giocate.

È Davide Pascolo detto Dada. La prova che l'applicazione fa la differenza. Applicazione, non come quelle che scarichi sugli smartphone, più semplicemente come quella che coltivi ogni giorno, in una parola: lavoro. Come quel movimento provato e riprovato che spiazza tutti. Il modo in cui Pascolo ha lavorato su se stesso è arte. Una corrente artistica, non nel senso specifico del termine, nel senso in cui quando attacca la spina dell’entusiamo, Pascolo, può superare i suoi limiti. Dada  ha creato il suo Dadaismo: da definizione, "l'arte di esaltare i valori istintivi", perché dopo il lavoro c'è quello. L'istinto.

È quello con cui si butta su una palla che sembrava persa e la recupera, facendo impazzire il Forum. L'istinto è quello con cui al debutto in Eurolega contro il Maccabi dimentica i primi due tiri che non sfiorano neanche il ferro e fa una grande partita. Alla fine della quale, a stento riesce a rispondere alle domande. In una squadra che ha un suo linguaggio di gioco preciso, lui ha un timbro diverso. E’ un’altra cosa, una di cui comunque non puoi fare a meno. Come direbbe Caparezza, Comunque Vada, comunque… Dada.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.