Champions League, prima sconfitta casalinga nella storia del Napoli

Violata l'imbattibilità del San Paolo nella massima competizione europea. L'ultima sconfitta, ma in Europa League, era firmata Viktoria Plzen il 14 febbraio 2013.

Il rigore sbagliato da Insigne in Napoli-Besiktas

334 condivisioni 0 commenti

di

Share

Le regole così come i record, si sa, esistono per essere infranti. Quando accade però c'è sempre un po' di malinconia e inevitabilmente si perdono certezze. Il 19 ottobre 2016 entra di diritto nella storia del Napoli - sicuramente nelle pagine che i tifosi partenopei leggeranno con meno piacere - come la data in cui il San Paolo ha perso l'imbattibilità e ha conosciuto per la prima volta nella sua storia la sconfitta in Champions League.

3° giornata Champions League
Napoli contro Besiktas che decreta la fine dell'imbattibilità europea del San Paolo

Un record assoluto quello interrotto dal Besiktas. A dire il vero il Napoli davanti ai propri tifosi aveva perso anche contro Viktoria Plzen, ma si parla di più di 44 mesi e soprattutto la manifestazione in questione era l'Europa League, per la precisione 0-3 con gol di Darida, Rajtoral e Tecl con Christian Maggio e nel secondo tempo un più giovane Marek Hamsik in campo agli ordini di Walter Mazzarri.

Europa League 2012-2013
L'ultima sconfitta del Napoli in Europa, contro il Viktoria Plzen il 14 febbraio 2013

Stagione 2013/2014

Quanto tempo, giocatori, allenatori e soprattutto partite sono passate da quel lontano febbraio, quel San Valentino passato a leccarsi le ferite. Già l'anno successivo nel girone di ferro con Arsenal, Borussia Dortmund e Marsiglia il San Paolo dimostrò di aver imparato la lezione debuttando con un 2-1 firmato da Higuain e Insigne contro i tedeschi e conquistando i tre punti anche al cospetto dei francesi (3-2 con la doppietta di Higuain e la rete di Inler, oggi avversario) e inutilmente contro i Gunners (2-0 con gol di Higuain e Callejon). Ma i dodici punti non bastarono per superare la fase a gironi. Europa League che terminò con un eliminazione in casa, ma figlia di un pareggio con il Porto 2-2 che non equilibrò lo svantaggio patito in Portogallo.

Champions League
Il gol di Higuain nella sfida di Champions tra Napoli e Marsiglia

Stagione 2014/2015

La rimonta nel finale di campionato non consentì di guadagnare l'accesso diretto alla Champions League, così che il Napoli targato 2014/2015 dovette affrontare quello che allora sembrava una formalità, come un banale preliminare di Champions League. Pareggio al San Paolo con l'Athletic Bilbao che in Spagna dettò legge con un perentorio 3-1 costringendo il Napoli all'Europa League, che dopo l'immediata e scontata delusione riservò grandi sorprese e gioie ma i sogni si infransero in semifinale contro il Dinipro che "attutì" la legge del San Paolo pareggiando 1-1 e vinse in casa per 1-0, estromettendo la squadra allenata da Benitez dalla finale.

Ex allenatore Napoli
L'ex allenatore del Napoli, Rafael Benitez cui costò la panchina il terribile finale di stagione

Stagione 2015/2016

Contraccolpo psicologico: 7 punti nelle ultime 5 partite di Serie A e Napoli che non va oltre il 5° posto che significa Europa League. Gli azzurri, dopo aver stravinto in goleada le 3 partite del girone, infliggendo 5 gol alle malcapitate Club Brugge, Midtjylland e Legia Varsavia si sono guadagnati titoli, attenzione e un ruolo importante. Il debutto di Sarri in Serie A e soprattutto in Europa sembrava coincidere con la vittoria di qualche trofeo, magari a livello europeo o forse solamente nazionale. Profezie sbagliate perché oltre alla Juventus che in Italia detta legge, in Europa League gli azzurri mantengono sì l'imbattibilità del proprio stadio, ma è una magra consolazione l'1-1 con cui si congeda davanti al proprio pubblico dopo aver perso 1-0 in Spagna sul campo del Villarreal  l'accesso agli ottavi.

Napoli-Legia Varsavia
Dries Mertens in rete nella goleada inflitta al Legia Varsavia

Stagione 2016/2017

Il Napoli privo di Higuain, ma più maturo e rodato. Un Napoli che in Champions League finalmente cambia e sembra essere pronto per il grande palcoscenico. Vittoria al debutto, in trasferta a Kiev contro la Dinamo. Quattro gol rifilati al Benfica nella prima uscita europea stagionale al San Paolo, che però anticipa la sconfitta. La firma è del Besiktas. I turchi interrompono la magia che durava da sempre in Champions League e da 3 anni in Europa League.

Vota anche tu!

Il San Paolo continuerà ad essere il fortino europeo del Napoli?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.