Verratti, nostalgia di Ibrahimovic: "Ci manca in campo e fuori"

Verratti non si nasconde e ammette che Ibrahimovic manca al PSG più di quanto si potesse pensare. Poi riserva dei complimenti particolari per mister Unai Emery.

Marco Verratti sente la mancanza di Zlatan Ibrahimovic al Psg.

962 condivisioni 0 commenti

di

Share

È proprio vero: ci accorgiamo dell’importanza di certe cose nel momento in cui le perdiamo. È così anche per Zlatan Ibrahimovic. Era importante al Psg quando c’era, ma manca più di quanto si potesse immaginare ora che se ne è andato. Il club francese non riesce più a dominare la Ligue 1 come quando si faceva guidare dallo svedese. In un’intervista a Le Figaro, Marco Verratti ha parlato proprio di questa problematica.

Ibra non era solo un grande giocatore. Aiutava anche i compagni a crescere. È molto difficile da sostituire. Non solo in campo, ma tutto quello che concerne la squadra. Ci manca nello spogliatoio, ci manca nella preparazione delle partite, ci manca per la nostra crescita personale. Lui è uno che vuole sempre vincere e trasmette questa mentalità alla squadra.

Il centrocampista italiano ha poi ammesso che a lui Ibra manca più che agli altri:

Avevamo un rapporto speciale. Si tratta di una persona molto buona e di un grande giocatore.

Riscossa

Ora però il Psg deve rilanciarsi. L’inizio di stagione non è stato soddisfacente. A guidare la classifica della Ligue 1 c’è, sorprendentemente, il Nizza. Staccata di 4 punti la squadra parigina. Criticato per i risultati fin qui conquistati, Unai Emery viene però difeso da Verratti:

Trasmette ogni giorno la voglia di vincere. Lavora 24 ore su 24 per il bene della squadra. Lui è eccezionale, cura anche i dettagli più piccoli e parla molto con i giocatori. Quando vedo tutto ciò che fa per noi e per la squadra, voglio ricambiare, voglio dare il 100%.

A partire dalla partita di stasera col Basilea in Champions League e da quella del weekend col Marsiglia. Perché il Psg non può più permettersi passi falsi. Né se ne può permettere Unai. Anche se ormai a Parigi hanno imparato: certe cose, quando le perdiamo, acquisiscono valore.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.