Eurolega: spicca Maccabi-Real Madrid. Milano fa visita al Darussafaka

A Tel-Aviv in scena una lunga storia di successi. L'Olympiacos cerca il riscatto contro l'Anadolu Efes, l'EA7 (20.05, Fox Sports) alla ricerca del secondo successo.

Hickman in difesa su Ohayon in EA7-Maccabi

39 condivisioni 0 commenti

di

Share

Archiviata la prima giornata, in cui il divertimento sui parquet di tutta Europa non è certamente mancato, lo spettacolo dell’Eurolega è pronto ad andare in scena anche questa settimana, a partire da giovedì 20 ottobre. Quattro le gare in programma per la prima tranche di match del 20 ottobre: l’Olympiacos e il Bamberg ospiteranno, rispettivamente, l’Anadolu Efes Istanbul (live dalle 18.45 su Fox Sports) e l’Unics Kazan, mentre il Real Madrid farà visita al Maccabi Tel-Aviv, reduce dalla sconfitta contro l’Olimpia Milano. Proprio l’EA7 di coach Repesa sarà impegnata, invece, nell’inedita sfida contro il Darussafaka Dogus, match di chiusura della giornata (ore 20.05 su Fox Sports). 

OLYMPIACOS vs ANADOLU EFES ISTANBUL

Daniel Hackett in difesa
Contro l'Efes servirà anche la difesa di Hackett all'Olympiacos
 

Entrambe uscite sconfitte dalla prima giornata di Eurolega, contro Real Madrid e Baskonia, le squadre di Sfairopoulos e Perasovic vanno alla ricerca del primo successo europeo: palla a due alle 18.45 al “Peace and Friendhsip Stadium” e morale altissimo per Daniel Hackett e compagni, reduci dal nettissimo successo in campionato (88-63) nel derby ellenico contro il Panathinaikos. Vicino all’avvio di stagione perfetto, con tre vittorie in altrettante gare, l’Anadolu Efes è stato invece costretto ad inchinarsi in volata ad un grande Andrea Bargnani (16 punti) alla “prima” europea stagionale: i turchi, vogliosi di riscatto, dovranno tuttavia misurarsi con la grande fisicità del roster dell’Oly, cercando di correre in campo aperto il più possibile per far male agli avversari. Interessanti saranno i duelli tra i tandem Spanoulis-Green, (tornato in Europa, dopo Siena, post esperienza NBA) e Cotton-Heurtel: tanti punti nelle mani da ambo le parti per una partita che promette certamente spettacolo, anche sotto le plance. Dove lo strapotere fisico di Young e Birch, lato biancorosso, andrà a scontrarsi con l’atletismo di Dunston e Brown

BROSE BAMBERG vs UNICS KAZAN

Melli al tiro
Melli, protagonista di un'ultima, ottima prestazione contro il Fenerbahçe

Vicinissimo all’impresa contro il Barcellona, tenuto a soli 43 punti segnati in 3 quarti di gioco prima del crollo difensivo costato il K.O. nei minuti finali, l’Unics di coach Pashutin cerca riscatto contro il Bamberg di Andrea Trinchieri, squadra sempre più consolidatasi come mina vagante di questa competizione già dalla passata stagione. Capace di far sudare fino all’ultimo secondo il Fenerbahçe di Obradovic solo una settimana fa, Melli e compagni hanno ora l’occasione di centrare in casa il primo successo stagionale: il pronostico pende dalla parte del club tedesco, in grado di poter sfruttare un roster nel complesso più completo rispetto a Kazan in cui Miller (17 contro il Fener) resta la punta di diamante. Due, principalmente, i pericoli da controllare per il Brose: la qualità di Langford, principale terminale offensivo russo con tanti punti nelle mani, e l’atletismo di un Latavious Williams dominante sotto canestro contro il Barça (15 rimbalzi, 9 offensivi). Mantenendo alta l’aggressività in difesa (come ad Istanbul) ed aumentando la produzione offensiva, per il Bamberg portare a casa i due punti potrebbe non risultare un’impresa impossibile. 

MACCABI FOX TEL-AVIV vs REAL MADRID

Un momento di relax per i giocatori del Maccabi
Servirà una gran prova di squadra al Maccabi per superare il Real Madrid

Altro giro, altro big-match: con la nuova Eurolega, non sarà certo difficile trovarne ogni settimana. E Maccabi-Real sarà uno di questi: storia, tradizione vincente (14 titoli di Campione d’Europa complessivi) sul parquet dello Yad-Eliyahu e battaglia aperta tra due squadre indubbiamente costruite per giungere, da protagoniste, alla fase finale. Nuovo coach (Erez Edelstein, anche attuale ct della Nazionale Israeliana) e nuovo roster in casa gialloblù, totalmente rivoluzionato dopo una delle annate più negative della storia del club: costretto a fare a meno, per gran parte della stagione, del lungodegente Miller, il Maccabi ha comunque trovato nell’asse play-pivot Goudelock-Zirbes una notevole macchina da punti, già vista all’opera nella partita contro Milano al Forum.

Il prossimo rientro di Weems e l’esperienza del duo Smith-Landesberg vanno a rinforzare ulteriormente una produzione offensiva potenzialmente devastante, chiamata a competere con l’ormai corazzata merengue. Al già super roster a disposizione di Laso, in estate, sono stati aggiunti anche la freschezza di Anthony Randolph (protagonista con il Lokomotiv Kuban nella passata stagione), la presenza sotto canestro di Hunter e la sfacciataggine da 17enne del nuovo crack del basket europeo, Luka Doncic. Reduce dal convincente successo nell’opening night di mercoledì scorso sull’Olympiacos, tenuto a soli 65 punti segnati, il Real tenterà di opporre la sua solidissima fase difensiva davanti alle bocche da fuoco targate Maccabi.  

DARUSSAFAKA DOGUS vs EA7 EMPORIO ARMANI MILANO

David Blatt
David Blatt, da questa stagione coach del Darussafaka

A chiudere la giornata ecco l’Olimpia Milano di coach Jasmin Repesa, pronta ad affrontare nientemeno che David Blatt e il suo Darussafaka nell’ultima gara in programma giovedì. Sfida inedita tra due squadre già arrivate all’appuntamento con il primo successo stagionale in Euroleague: dal pazzo finale (tra liberi di Hickman e stoppata di McLean) capace di sorridere all’EA7 contro il Maccabi alla rimonta turca nella ripresa a Belgrado, contro la Stella Rossa, dopo aver accumulato anche 16 punti di svantaggio. La chiave, per l’Olimpia, sarà tentare di ripetere le ottime cose viste nella prima uscita stagionale europea, tra gioco corale con più soluzioni (29 assist contro il Maccabi) e poche disattenzioni (solo 9 palle perse). Dotato di un alto tasso di esperienza, e costruito per essere immediatamente pronto a competere per un posto tra le prime 8, il Darussafaka può contare sulla grande vena realizzativa dei suoi americani (Clyburn su tutti) e sulla voglia di colpire in contropiede. Interessanti i duelli tra Moerman e Macvan, giocatori tanto solidi quanto efficaci dentro e fuori dal pitturato, e tra Hickman (che ritroverà Blatt, con cui ha vinto un’Eurolega) e Wanamaker, pronti a prendere per mano (anche offensivamente) le loro squadre.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.