Champions League, Ranieri fa 3 su 3: "Incredibile, è il Leicester!"

La soddisfazione del manager per il record del Leicester: nessuna squadra inglese aveva mai vinto le prime tre gare di Champions. "Ora pensiamo al Crystal Palace".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Dottor Jekill o mister Hyde? Non chiedetelo a Claudio Ranieri. Oggi il manager del Leicester vuole soltanto godersi il prezioso 1-0 in Champions League contro il Copenaghen. Al King Power, Mahrez, terza rete in Champions League, stende i danesi che non perdevano da 23 partite e porta le Volpi in testa a punteggio pieno nel girone. Con cinque punti di vantaggio sui danesi e sul Porto, i campioni d'Inghilterra hanno la matematica certezza di andare almeno in Europa League ma, si sa, l'appetito vien mangiando.

I giocatori del Leicester festeggiano la terza vittoria in Champions League: è record

È bello sapere che andremo almeno in Europa League. Ma ora dobbiamo passare al prossimo turno di Champions League, andremo avanti passo dopo passo

dice prudente Ranieri che, però, quando gli dicono che mai una squadra inglese aveva vinto i primi tre match della massima coppa europea, si illumina:

È incredibile! È il Leicester! Siamo una squadra-record! Siamo in una buona posizione, abbiamo il destino nelle nostre mani e vogliamo continuare in questo modo.

Ranieri: "Ora pensiamo al Crystal Palace"

Basta un punto a Copenaghen e il sogno diventerà realtà, la meta è lì a un passo. Claudio gongola, ma anche in una serata come questa non può evitare il raffronto col rendimento della squadra in Premier League: in tre match di Champions il Leicester ha ottenuto più vittorie e più punti che in otto turni di campionato. Allora, Ranieri, il Leicester è dottor Jekill o mister Hyde?

Stasera abbiamo fatto una buona prestazione, totalmente diversa dalla Premier League, ma questo è normale quando una squadra gioca per la prima volta in Champions League. Sì, è una questione psicologica: quando giochi per la prima volta in una grande competizione, perdi qualcosa in campionato. Da un lato, sono molto orgoglioso. Dall'altro lato, quando penso alla Premier League, sono molto arrabbiato, ora pensiamo al Crystal Palace perché la Premier è la nostra priorità.

Schmeichel è stato uno dei protagonisti del match contro il Copenaghen

Che la Premier sia una priorità, però, pare sempre più una frase di circostanza, una di quelle cose che vanno dette per non far abbassare troppo la guardia ai ragazzi. In realtà, la società sa bene che il miracolo dell'anno scorso non potrà essere ripetuto e sembra evidente, e forse anche saggio, che abbia deciso, grazie pure a un girone non proprio di ferro, di puntare ad andare il più possibile avanti in coppa e far sognare e divertire una tifoseria ancora incredula e già bulimica di notti europee.

Mahrez ha segnato il gol della vittoria al 40'

Del resto, lo stesso Ranieri lo conferma indirettamente quando, di fronte ai complimenti di un giornalista per la prestazione di Mahrez, si lascia sfuggire:

Per questo l'avevo messo in panchina contro il Chelsea. Ora lo trovi giusto, eh?

Jekill e Hyde, appunto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.