UFC, McGregor non pagherà la multa di 150mila $: "Mi arrestate?"

Il campione dei pesi piuma si scaglia contro la Commissione Atletica del Nevada: “Provateci pure a portarmi via questi soldi! Buona fortuna”.

Conor McGregor intervistato

2 condivisioni 0 commenti

di

Share

Conor McGregor (20-3) non ha alcuna intenzione di pagare la sanzione da 150.000 $ commutatagli dalla Commissione Atletica del Nevada. Il campione dei pesi piuma era infatti stato multato a seguito di una diatriba creatasi con Nate Diaz (19-11) ed il suo team in occasione della conferenza stampa pre-UFC 202.

Al fighter irlandese – recentemente al centro di numerose polemiche, per ultima quella scatenata dal peso medio Gegard Mousasi (40-6-2) - non è infatti piaciuto il trattamento ricevuto, visti gli introiti generati per lo Stato del Nevada nel corso delle ultime uscite. Di conseguenza, non si è quindi fatta attendere la piccata risposta di McGregor alla pena inflittagli dall’organo di controllo statunitense: il combattente nativo di Dublino ha infatti chiarito quanto da parte propria non vi sia alcuna intenzione di adempiere al pagamento della cifra emessa dalla Commissione - e pari al 5% della borsa percepita a UFC 202 -.

Dana White separa McGregor e Diaz
Dana White separa Nate Diaz e Conor McGregor nel face-off di UFC 202.

Attraverso un'intervista rilasciata ai microfoni di Rolling Stone, Conor McGregor motiva la scelta presa, esponendo le motivazioni che lo porteranno ad ignorare l'ammenda inflittagli.

Non vedo il Nevada nel mio futuro prossimo, d'altronde sono libero di fare quello che voglio. "New York, New York", ecco quello che ho in testa. Avrebbero potuto rispettarmi un po' di più dalle parti di Las Vegas. Mi sono scusato, assumendomi le mie responsabilità e non accusando nessuno, nonostante sia ormai noto a tutti chi sia stato a lanciare le bottigliette per primo. Non pensavo sarebbero arrivati fino a tanto: cosa vorranno fare di più, arrestarmi? Avrei semplicemente voluto un po' di rispetto in più, ma così non è stato. Non posso che augurare alla Commissione buona fortuna nel provare a spillarmi questi soldi. Se hanno optato per una sanzione simile nei miei confronti, non oso pensare cosa faranno a Nate Diaz. Nonostante la prima bottiglietta sia stata scagliata da lui, non mi auguro mica che gli riservino un trattamento peggiore del mio.

Il match tra Diaz e McGregor
Nate Diaz e Conor McGregor in azione nel main event di UFC 202.

Sanzione dunque in arrivo anche per il più giovane dei fratelli Diaz, ugualmente coinvolto in quello che è stato senza dubbio uno dei passaggi meno edificanti della conferenza stampa che ha preceduto il rematch tra il ragazzo di Stockton ed il già citato Conor McGregor. In attesa di ulteriori risvolti, che emergeranno in quella che sarà l'udienza atta ad analizzare l'atteggiamento perpetrato da Nate Diaz, appare noto quanto gli strascichi legati a quello che è stato uno degli eventi più seguiti di tutta la storia UFC lascino ancora adito a spunti di discussione ancora lungi dall'essere placati.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.