Pogba al Manchester United? A guadagnarci non è stata solo la Juventus

Con il trasferimento di Pogba in Inghilterra una pioggia di milioni ha riempito le casse bianconere, ma anche i club dove è cresciuto il centrocampista francese hanno ricevuto, con le dovute proporzioni, una bella somma di denaro

0 condivisioni 0 commenti

Share

Lo sapete già, Paul Pogba è appena diventato il calciatore più costoso di sempre. Il Manchester United ha sborsato 110 milioni di euro per riprendersi il francese che aveva lasciato andare a parametro zero alla Juventus nel 2012. La Vecchia Signora ringrazia ma dovrà rinunciare a qualche spicciolo che spetta a due piccole realtà di periferia che si stanno sfregando le mani dopo tale affare.

Il Roissy en Brie e il Torcy, due club dove Pogba ha giocato da bambino. Anche il Le Havre, squadra della serie cadetta transalpina, ne beneficierà visto che Pogba vi ha giocato dai 14 ai 16 anni nelle giovanili. Le due piccole compagini incasseranno circa 300 mila euro a testa, mentre il Le Havre circa 700 grazie alle regole FIFA volte a ripagare gli sforzi dei team che fanno crescere i campioni fra i 12 e i 23 anni. Per i due piccoli club di Senna e Marna è già festa, anche se nulla di pazzesco appare sulla loro lista della spesa. Pascal Antonetti, proprietario del Torcy:

Non vogliamo spendere i soldi in modo rischioso. Abbiamo progetti, vogliamo migliorare la vita quotidiana, ma non li sperpereremo in 6 mesi

I conti migliorano ma il fenomeno Pogba non fa del bene solo a questi due club ma anche al Sistema calcio francese che da sempre coltiva i talenti fin dai primi calci. Sambou Tati, allenatore del Roissy-en-Brie

Siamo orgogliosi come club, come città. Non so come vivano le altre squadre che vedono uno di loro in nazionale, tipo il Les Ulis che ha formato Thierry Henry, Anthony Martial e Patrice Evra, loro ne hanno avuti tanti e saranno abituati. Ma per noi è una cosa nuova, questo giocatore è una stella e noi ora siamo sotto i riflettori

Fama mondiale per Pogba e la sua storia a lieto fine. E ora tutti i giovani che voglino ripercorrere il suo cammino vanno a giocare per il Roissy en Brie e il Torcy. Pascal Antonetti:

Sì, altri club della zona ci criticano perché sottraiamo loro i talenti migliori, ma non è vero. Sono i genitori a venire da noi perché abbiamo le squadre U17 e U19 che giocano a livello nazionale. Noi abbiamo già il marchio di elite giovanile, di scuola calcio, lo sanno tutti e quando i media parlano di Pogba ci fanno ancora più pubblicità

E dopo aver dato tanto ai giovani dei loro paesi, il Roissy en Brie e il Torcy ora passano alla cassa. Senza dimenticare che Pogba ha solo 23 anni e un ottimo procuratore. Forse in futuro arriveranno altri regali...

Omnisport

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.