L'incredibile storia di Esser: era obeso, ora gioca in Bundesliga

Il portiere del Darmstadt aveva gravi problemi di peso, ma ha realizzato il proprio sogno arrivando in Bundesliga

Dopo alcuni problemi di peso Michael Esser è arrivato in Bundesliga col Darmstadt

979 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dire che sia andato contro le leggi della fisica è esagerato, ma di sicuro è andato contro le leggi e le possibilità del proprio fisico. La storia di Michael Esser, portiere del Darmstadt è incredibile. Dopo esser passato in estate dallo Sturm Graz al Darmstadt, gioca con regolarità in Bundesliga. Ma fino a pochi anni fa era obeso.

La storia

Nel 2007, a 19 anni, Michael lasciò l’Obercastrop (club gestito dal padre) per andare al Sodingen in settima serie. Unico problema: pesava 118 chili. Mister Pannenecker gli disse quindi che non lo avrebbe fatto giocare fino a quando non avrebbe perso almeno 18 chili. Ci riuscì, e cominciò a fare strada. Al punto che appena nove anni dopo è arrivato in Bundesliga. Il peso è sceso, lui è salito. Di categoria…

Mangiavo tanto, male, e spesso bevevo qualche birra con gli amici.

Il calcio per lui era solo un passatempo. Voleva seguire le orme del padre e del nonno, che giocavano in porta. Non credeva però particolarmente nelle proprie abilità. Messo spalle al muro però si dedicò completamente al calcio, come ha raccontato a inizio stagione alla Bild

Persi 18 chili in 6 settimane. La mattina mangiavo un po' di ananas, il pomeriggio riso con salmone e la sera andavo a dormire con stomaco brontolante. Inoltre mi allenavo e lavoravo come stagnaio perché all’epoca non potevo vivere solo di calcio. Ho imparato a stare più attento al mio peso.

Ora Michael sta lottando col Darmstadt per ottenere la salvezza. Intervistato da Fox Sports ha raccontato cosa vuol dire per lui essere arrivato fino alla Bundesliga. Cosa vuol dire per lui lottare. Con la speranza che possa essere d’esempio per tanti altri ragazzi. Perché dire che sia andato contro le leggi della fisica forse è eccessivo, ma sicuramente è andato contro le leggi del suo fisico.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.