L'Inghilterra non vince? Klopp: "Ci credo, gli altri a Natale sono sul divano!"

Il manager del Liverpool si è lamentato per l'eccessivo numero di partite che si giocano in Inghilterra durante il periodo delle feste natalizie: "Un'esagerazione due match in 48 ore".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Uno Jurgen Klopp meno rilassato e molto più nervoso del solito quello che si è presentato in conferenza stampa in attesa del big match in programma lunedì sera contro il Manchester United. Il tecnico del Liverpool si è mostrato contrario al calendario natalizio al quale vanno incontro i club inglesi ogni anno, esprimendo il suo disappunto per il poco tempo che passa tra una partita e l'altra e dando una sua personale opinione sul cattivo andamento della nazionale inglese nelle competizioni internazionali. 

Non sono per niente contento del calendario. Tra la partita con il Manchester City del 31 dicembre e quella con il Sunderland del 2 gennaio passeranno meno di 48 ore, non posso crederci! Non so se proprio non ci sia nulla da fare, ma forse bisognerebbe rivedere le regole. Capisco al 100% che si tratta di una tradizione e la rispett. Io stesso quando allenavo in Germania adoravo guardare la Premier League a Natale, ma meno di due giorni tra una partita e l'altra è un'esagerazione. Cosa dobbiamo fare? Giocare al 50% delle possibilità contro il City per preservare energie da utilizzare contro il Sunderland? Non è così che si gioca questo sport. 

Alla fine della conferenza stampa è poi arrivata una frecciata diretta alla Football League e alla FA:

Vi chiedete sempre perché l'Inghilterra non riesca ad avere successo nei tornei estivi. Chiedete alle altre nazioni e ai giocatori degli altri paesi cosa fanno durante il periodo natalizio. Si siedono al calduccio sul divano, stendono le gambe e guardano il calcio inglese. Questa è una delle motivazioni per le quali la vostra nazionale non vince, ne sono certo. 

Forse non proprio lo spirito giusto per preparare il Monday Night contro i Red Devils di José Mourinho, ma Klopp ha lanciato un chiaro segnale ai vertici del campionato inglese: cambiate le regole per il bene dei club e dei giocatori. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.