Liga, Leganes-Siviglia 2-3: una pazza vittoria che vale il primo posto

Al Butarque gli andalusi di Sampaoli prima vanno avanti di due gol, poi si fanno riprendere nel secondo tempo. Fino alla magia di Sarabia, che vale il primo posto.

478 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il sabato "Ganso" della Liga si apre con la spettacolare sfida tra Leganes e Siviglia. La squadra di Sampaoli prima trova il doppio vantaggio con Vazquez e Nasri, poi si fa recuperare in due minuti dai Pepineros di Garitano grazie all'uno-due di Timor e del solito Szymanowski. Ma poi è Sarabia, subentrato a metà ripresa, a regalare una vittoria fondamentale per gli andalusi. Il 3-2 infrange un tabù trasferta che durava da 22 gare: 23 maggio 2015, un altro 3-2 in casa del Malaga. Ma soprattutto, spedisce i Rojiblancos in testa alla classifica: 17 punti, due in più del Real Madrid e dell'Atletico Madrid impegnati rispettivamente contro Betis e Granada. E domenica prossima al Sanchez-Pizjuan arriveranno proprio i Colchoneros...

Salustiano, "el nuestro aficionado mas longevo"

Prima del fischio d'inizio, il Butarque ha tributato il proprio omaggio a Salustiano Toribio. Chi è? Un signore di 102 anni, il tifoso più anziano del Leganes. Per intenderci: quando, nel 1928, è stato fondato il club, lui aveva già 14 anni. Coppola in testa e sciarpetta al collo, Salustiano ha dato il primo calcio al pallone dell'incontro. La maniera migliore per festeggiare il proprio, storico compleanno (è nato il 16 ottobre 1914).

Primo tempo

Effettivamente i giocatori di Asier Garitano ci hanno anche provato a infiocchettargli il regalo perfetto, soprattutto nei primi 20 minuti del match. La difesa alta del Siviglia ha invitato più di una volta al contropiede i Pepineros, pericolosi anche di testa al 13' con Luciano. I Rojiblancos sembravano rimanere lì a guardare, quasi passivi. In realtà celavano al meglio il più classico degli atteggiamenti sornioni.

Minuto 25: Mariano apre sulla destra per Vietto, l'argentino crossa col contagiri per Franco Vazquez e il Mudo anticipa di testa Jon Serantes. Risultato? Vantaggio degli andalusi con il minore sforzo possibile. Boccone troppo amaro da mandare giù per i madrileni, velenosi però solamente su punizione con Ruben Peres.

Secondo tempo

Il Leganes rientra in campo rabbioso, non ci sta a perdere davanti il proprio pubblico. Dopo due minuti si fa vedere Szymanowski, ma il Siviglia respinge il primo assalto. Anzi, al 58' rilancia e raddoppia: discesa inarrestabile di Escudero, palla al solito Vietto che sigla il secondo assist di giornata. Per chi? Per Samir Nasri, al secondo centro in Liga: la prima conclusione è a botta sicura, Jon Serantes compie un mezzo miracolo ma non può nulla sulla ribattuta a porta vuota. Vittoria in ghiacciaia per gli uomini di Sampaoli? Neanche per sogno. Ai Pepineros bastano due minuti per acciuffare il clamoroso pareggio. Il sinistro imparabile da fuori area di David Timor, al 67', è il primo campanello d'allarme per i Nervionenses. La doccia fredda arriva poi al 69', per il terzo gol consecutivo di Alexander Szymanowski: lancio perfetto di Ruben Peres, l'argentino di origini polacche controlla e batte con un tiro sporco ma chirurgico Sergio Rico.

Al Butarque si fa festa, il pari è quanto di più meritato per quanto fatto vedere dal Leganes fin dal primo minuto. A spegnere l'entusiasmo dei Pepineros però ci pensa Pablo Sarabia: entrato in campo per Ben Yedder, il numero 17 andaluso trova all'85' il gol con un destro a giro fantastico. Una perla balistica che, dopo il 2-1 contro l'Alaves, vale un'altra vittoria nel finale. Ma soprattutto, il primo posto temporaneo in classifica. In attesa di Atletico Madrid e Real Madrid, che dovranno rispondere allo squillo del Siviglia. La squadra di Sampaoli soffre ma ancora di più sogna in grande. E domenica 23 il Sanchez-Pizjuan aprirà le porte proprio all'Atletico di Simeone: lì, in alta quota, l'atmosfera è sempre più calda.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.