Liga, Atletico Madrid-Granada 7-1: prima la paura, poi la goleada

Dopo il gol subito al 18', la squadra di Simeone reagisce segnandone ben sette. Tripletta di Carrasco e doppietta di Gaitan, poi Correa e Tiago.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Non si era messa affatto bene per l'Atletico Madrid la gara interna contro il Granada, fanalino di coda della Liga. Già, perché il gol di Isaac Cuenca dopo 18' sembrava potesse rovinare la festa per i 50 anni dello stadio Vicente Calderon. Gol che probabilmente è arrivato troppo presto, da quel momento in poi il primo tempo è stato un assedio dei padroni di casa, bisognosi di una vittoria per superare Barça e Siviglia e riportasi in testa alla classifica in solitaria, in attesa di Betis-Real Madrid. Tre punti che arrivano comunque, per la banda del Cholo. Ci pensa Carrasco a ribaltare tutto con una doppietta già nel finale di primo tempo, che diventa tripletta al 60'. A chiudere del tutto la partita è Nico Gaitan con una doppietta, mentre Correa e Thiago siglano il 7-1 finale.

La cronaca della partita

Partenza subito aggressiva per gli uomini di Simeone, con gli ospiti chiusi nel tentativo di chiudere tutti gli spazi. Ma incredibilmente a sbloccare il match non è l'Atletico, bensì il Granada. Al 18' e al primo tiro in porta, Isaac Cuenca buca Oblak con un gran destro da fuori. Gol che non spaventa affatto gli ospiti, anzi, dà loro fiducia e per qualche minuto la formazione allenata da Lucas Alcaraz è padrona della gara. Di Godin è il primo tentativo di reazione dei Colchoneros, ma il suo colpo di testa insidioso si spegne sul fondo. Pressione dei padroni di casa che aumenta azione dopo azione, finendo per diventare quasi un assedio già alla mezz'ora di gioco. Al minuto 33 è Correa ad andare vicino al pareggio, Ochoa è bravo a respingere in uscita bassa.

Passano pochi secondi e la squadra del Cholo riesce a pareggiare: dopo un'azione confusa da calcio d'angolo, arriva Carrasco che scaglia in porta un destro potentissimo sul quale Ochoa non può nulla. 1-1, palla al centro e inerzia tutta a favore dell'Atletico. Dopo una decina di minuti in cui ritmi di gioco si abbassano, i Colchoneros nell'ultima azione del primo tempo trovano il gol del vantaggio ancora con Yannick Ferreira Carrasco. Il belga prende palla al limite dell'area, rientra sul destro e complice una netta deviazione batte di nuovo il portiere messicano. 

La ripresa

Gestisce bene l'inizio di ripresa l'Atletico, in pieno controllo del match. Colchoneros che riescono anche a chiudere i conti alla mezz'ora dalla fine con la tripletta di un meraviglioso Carrasco, capace di bucare ancora Ochoa con un destro potente su assist di Griezmann. Passano altri due minuti e Nico Gaitan, entrato da circa 20 secondi, manda la partita sui binari della goleada siglando il 4-1 in mischia. L'ex Benfica si ripete a 10' dal termine con un sinistro rasoterra che si insacca alle spalle di Ochoa. Goleada che aumenta al minuto 85 quando Correa segna con un destro molto preciso a fil di palo, mentre a Thiago il compiti di fissare il risultato sul definitivo 7-1. L'Atletico può godersi così la momentanea testa solitaria della classifica e la terza vittoria consecutiva in campionato. Per Simeone testa ora alla sfida di mercoledì in Champions League contro il Rostov per avvicinarsi ulteriormente agli ottavi di finale. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.