Caligiuri a FOX Sports: "Sogno la Nazionale. Questo Wolfsburg è forte"

L'esterno del Wolfsburg vuole i Mondiali con gli Azzurri: "Rinuncerei praticamente a tutto". Sulle difficoltà del club: "Siamo forti, vogliamo tornare in Europa".

513 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il bello nella vita è avere un sogno. Il bello della vita di Daniel Caligiuri è che può realizzarlo. L’esterno del Wolfsburg vuole andare ai Mondiali con l’Italia. Nato e cresciuto in Germania, da mamma tedesca e papà italiano, Daniel ha voglia di riavvicinarsi alle proprie origini e farlo attraverso la nazionale italiana ai Mondiali sarebbe per lui la perfezione assoluta. Per questo ha intenzione di convincere Giampiero Ventura. A Fox Sports l’esterno del Wolfsburg ha spiegato:

Non ci siamo ancora sentiti, ma sono convinto di far ancora parte del giro.

D'altronde nella vita è bello avere un sogno, a maggior ragione quando, come nel caso di Caligiuri, si ha la consapevolezza di poterlo realizzare.

Daniel, come va?

Io sto bene. Vorrei però che le cose andassero meglio anche alla squadra che per adesso non ha raccolto i risultati sperati. Dobbiamo giocare più compatti, poi tutto verrà di conseguenza. L’importante però è non farsi schiacciare dalla pressione. Il nostro obiettivo resta l’Europa

I problemi della squadra dipendono dalla scarsa vena realizzativa: appena 4 gol segnati in 6 partite. Eppure con l’arrivo di Mario Gomez in estate le aspettative erano altre…

La crisi non dipende solo da lui. Che Mario sappia segnare lo sanno tutti. Lo ha dimostrato più volte. Anche Julian Draxler e io dovremmo aiutare in tal senso: dobbiamo aiutare Mario servendogli gli assist migliori possibili, e la squadra segnando. Anche noi sotto porta ci sappiamo fare

Eppure siete a soli 4 punti dalla zona europea, come te lo spieghi?

In questa stagione ci sono diverse sorprese come il Colonia o l’Hertha Berlino, e questo è positivo per noi. Ogni squadra può perdere punti in qualsiasi partita. Se dovessimo vinsere 2-3 partite in fila scaleremmo subito la classifica

Cose è successo al Wolfsburg rispetto al 2014-15, quando vinse due trofei e arrivò secondo in campionato?

In quella stagione siamo riusciti tutti a dare il nostro meglio. Giocammo un calcio eccezionale. Questa però è un’altra squadra. Sono cambiati molti giocatori. Se ne sono andati Kevin de Bruyne, Ivan Perisic e Bas Dost, ma sono arrivati Gomez, Draxler e Daniel Didavi. Abbiamo un’ottima squadra, non penso sia inferiore a quella di due anni fa.

Sempre in quella magica stagione ricevesti la chiamata di Antonio Conte per uno stage con la nazionale azzurra: ci sono più stati contatti?

Quando venni convocato ero davvero contento. Per questo sono rimasto male del fatto che non sia andata bene. Da quel giorno non ho proprio più avuto contatti con Conte, né ne ho avuti di recente con Giampiero Ventura. Ma penso di far comunque parte del giro della nazionale

Pensi mai di trasferirti in Italia?

Certo che ci penso. In questo modo forse starei anche più vicino alla nazionale. A Wolfsburg però sto davvero bene. La società, la città, i tifosi, i miei compagni: mi piace tutto qua

In estate si è parlato però molto della Lazio: ci racconta la trattativa?

Non c’è stata una trattativa. Sono venuto a sapere dell’interessamento della Lazio attraverso i giornali, ma né io né il mio procuratore siamo stati contattati

Eppure il tuo contratto scade nel 2017. Pensieri sul futuro?

Vero, a fine stagione mi scade il contratto. È vero però anche che non sto pensando al futuro. Manca un’intera stagione, c’è molto tempo. Mi voglio concentrare solo sul Wolfsburg, dobbiamo tornare a segnare e a vincere. Facendo bene col Wolfsburg potrei anche riprendermi la nazionale

Vota anche tu!

Daniel Caligiuri merita la convocazione in nazionale?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Per metà italiano, ma per metà tedesco: per chi ha tifato agli Europei?

Ero rilassato (ride, ndr). Conosco molti giocatori della nazionale tedesca, così come quelli della nazionale italiana. Sarei stato contento indipendentemente dal risultato.

A cosa rinunceresti pur di andare ai Mondiali con l’Italia?

Alle mie vacanze (ride, ndr). Scherzi a parte, indossare la maglia azzurra sarebbe un sogno. Lo sarebbe anche partecipare ai Mondiali. Unire le due cose sarebbe magnifico. Rinuncerei davvero quasi a tutto. Lavoro proprio per raggiungere questo obiettivo: voglio farcela, posso farcela.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.