Ecco le maglie più vendute della Premier League: Pogba è il re

Il Manchester United domina la classifica delle magliette più vendute in Premier League: Pogba è primo, Ibra secondo. Per i campioni del Leicester non c'è spazio.

Pogba, il re delle magliette

449 condivisioni 0 commenti

di

Share

Facile staccare un assegno da 105 milioni per Pogba se ne recuperi quasi altrettanti con la vendita delle magliette di Ibrahimovic. Sì, roba da Manchester United. Effetto Zlatan, chiamiamolo così. Perché questo robot svedese ha un appeal mondiale: i Red Devils, infatti, una volta ufficializzato Ibra, in meno di un mese dal suo arrivo avevano già guadagnato la modica cifra di 90 milioni. Bene, allora sarà lui il re del botteghini di casa United? Attenzione, qui casca l'asino, anzi: il 'polpo'. Già, perché è proprio Pogba la superstar più amata della Premier League. Sport Direct - distributore di articoli sportivi - ha appena stilato la classifica delle magliette più vendute in questa nuova stagione del campionato inglese. E guarda caso, domina lo United. Ecco nel dettaglio la top ten delle casacche più vendute. 

1. Paul Pogba, Manchester United

Una cosa è avere talento. Un'altra è scoprire come usarlo. Mourinho lo vorrebbe in stile Pirlo, ma non sarà un'impresa semplice. Ad ogni modo, il principio attivo di Pogba rimane straordinario: proprio come la sua immagine. È lui il re della Premier League, almeno per quanto riguarda gli incassi. La sua numero 6, infatti, è la maglietta più venduta di tutta la Gran Bretagna. Ora, però, il verdetto aspetta al campo: sarà Paul il giocatore dell'anno?

2. Zlatan Ibrahimovic, Manchester United

I Red Devils imperano, nel mondo i loro kit sono addosso a tutti i manichini delle vetrine dei negozi sportivi. Facile, quando hai uno come Ibrahimovic. Anche se, l'anno scorso, Zlatan non venne nemmeno inserito nella graduatoria delle dieci magliette più vendute al mondo. Ma con buona pace del Paris Saint Germain - non ce ne voglia lo sceicco - lo United è tutta un'altra storia. 

3. Alexis Sanchez, Arsenal

Terzo gradino del podio per uno dei cannonieri dei Gunners: Alexis Sanchez. Idolo indiscusso dalle parti di Londra? Più o meno. In tempi non sospetti, infatti, l'ex Udinese ha contribuito a creare qualche dissapore nelle segrete dell'Arsenal. Colpa di alcune richieste contrattuali assai esose. Intanto, la sua maglietta si prende la medaglia di bronzo del merchandising britannico. 

4. Mesut Özil, Arsenal

Sono due in totale i giocatori dell'Arsenal compresi in questa classifica. Se uno è Sanchez, l'altro è Ozil. E chissà, magari è in virtù di questo quarto posto il motivo per cui Mesut continua a giocare al rialzo in materia di rinnovo. Acque agitate per il comandante Wenger

5. Philippe Coutinho, Liverpool

Da esubero nerazzurro, a idolo indiscusso in salsa Reds. Coutinho è incedibile per il sig. Klopp, per credere guardare le cifre. Gol e assist a parte, il brasiliano durante la passata stagione ha venduto ben 805mila casacche, attestandosi al decimo posto della classifica mondiale. 

6. David de Gea, Manchester United

Dritta di marketing: le maglie dei portieri vendono di meno. Quella di David de Gea, però, è la proverbiale eccezione che conferma la regola. La sua maniche lunghe è la sesta di questa speciale classifica nelle'ambito della Premier League: numeri da centravanti.

7. Sadio Mané, Liverpool

Pagato 34 milioni sterline più due di bonus, Mané ha rappresentato il desiderio estivo della banda di Klopp. Il senegalese per ora ha timbrato per tre volte il cartellino in Premier e con lui il Liverpool sta spadroneggiando nei piani alti della classifica. Volete fare avanzare Sadio in questo raggruppamento? Coraggio, comprate la sua maglietta.

8. Dimitri Payet, West Ham

Le sue punizioni illuminano d'immenso, la sua maglia riempie di soldi le casse del West Ham. E vogliamo parlare del suo ultimo capolavoro contro il Middlesbrough? Roba memorabile. E chissà, magari Dimitri la prossima stagione lo ammireremo dalle nostre parti: magliette a parte, anche il mercato impazzisce per Payet.

9. Eden Hazard, Chelsea

Sponsor Adidas, 165mila magliette vendute. Mica male, per un tal Eden Hazard. L'anno scorso la sua t-shirt è stata quella più gettonata in casa Chelsea. Due anni fa il belga era fuori dalla top 10 mondiale nell'ambito delle vendite, la stagione scorsa, invece, si è attestato al quinto posto. Eden, però, dovrà fare di più: Conte da lui pretende la luna e quest'anno dovrà giocoforza cominciare a decidere le partite da solo.

10. Marcus Rashford, Manchester United

Apre lo United, chiude lo United. Rashford non poteva mancare all'appello. Lo specialista in esordio con gol è il fanalino di coda della classifica: chiamarlo predestinato del pallone non è più un suono blasfemo, riuscirà dunque a ricalcare la carriera dei super compagni in maglia rossa? Per il momento, il ragazzo studia da Ibra e vende magliette a profusione: avanti così, Marcus. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.