Eurolega: Milano, buona la prima. Il Maccabi si deve arrendere

Debutto da urlo per l'EA7, trascinata dagli ex di turno Hickman e Macvan. Brividi nel finale, ma Mclean "stoppa" la rimonta degli israeliani e il Forum può esultare.

74 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'EA7 Milano comincia il suo cammino europeo nel modo migliore, battendo il Maccabi Tel Aviv 99-97. Gli uomini di Repesa hanno per lunghi tratti dominato una partita dai ritmi altissimi, sfidando gli israeliani sul piano della velocità. Nonostante un finale thrilling, i meneghini mantengono il sangue freddo e portano a casa la vittoria.

Jamel Mclean, l'autore della stoppata decisiva nel finale

La gara inizia con un sostanziale equilibrio: ad ogni colpo di una squadra, l'altra risponde immediatamente. Milano prova subito ad scappare con Hickman (6-2), ma Smith e Goudelock portano avanti il Maccabi. E' poi il turno di Macvan e Simon che tentano la prima mini fuga (20-14), ma ancora Goudelock tiene vivo il Maccabi e il primo periodo di chiude sul 25-24.
Anche nel secondo periodo c'è equilibrio tra le due squadre. I ritmi sono ancora elevati, ma cala la precisione al tiro. Una potente bimane di Mclean e una schiacciata pazzesca in transizione di Alexander rendono la partita ancora più spettacolare. Squadre che arrivano all'intervallo lungo sul 44 pari.

La bellissima schiacciata di Joe Alexander

Nel secondo tempo che si apre all'insegna dell'Olimpia: i padroni di casa, guidati da Dragic e da Hickman, scappano fino a toccare il +11 (59-48). Con una reazione di rabbia, però, il Maccabi ricuce lo svantaggio arrivando al -2, grazie a Landesberg e al solito Goudelock. Macvan e Gentile, nel finale di quarto, risollevano la squadra e Milano può chiudere il terzo quarto 72-65.

Nell'ultimo periodo, Milano cerca di dare la spallata decisiva alla partita. Spinta da una bomba di Macvan, da un canestro di Raduljica e da un Gentile in versione assistman, l'Olimpia arriva al +10 (83-73). Ma ancora Goudelock, insieme a Smith e Zirbes, accorciano le distanze fino -6. Ma si iscrive finalmente alla partita Davide Pascolo che, grazie a due canestri e 3 rimbalzi offensivi, mantiene gli ospiti a distanza e Milano.
L'ultimo minuto e mezzo è da brividi: due triple di uno scatenato Goudelock riportano il Maccabi a -3; Smith, dalla lunetta, fa -1. Hickman, sempre dal tiro libero fa 1 su 2 e dà il +2 a Milano. Con 3 secondi da giocare, il Maccabi vola in contropiede con Landesberg, ma Mclean vola a stopparlo e Milano può finalmente esultare.

A dividersi il titolo di MVP è l'insolito due Macvan-Hickman, gli ex della partita, che chiudono rispettivamente con 18 e 22 punti. Al Maccabi non è bastato un super Goudelock da 27 punti.

MILANO: Hickman 22, Macvan 18, Raduljica 15, Gentile 12, Dragic 11.

MACCABI: Goudelock 27, Smith 18, Landesberg 15, Zirbes 13

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.