Serie A, il piatto forte è al San Paolo: le partite dell'8^ giornata

Tenetevi pronti, si parte subito forte: l'anticipo tra Napoli e Roma vale il secondo posto. La Juventus, diretta interessata, bagna il ritorno dell'ex Delneri.

91 condivisioni 0 commenti

di

Share

Lasciate perdere antipasti e appetizer, con il menù dell'8^ giornata di Serie A si comincia subito dalla portata principale. Le ore 15 di sabato non saranno un orario da big match, ma per il resto gli elementi ci sono tutti: Napoli e Roma si sfideranno al San Paolo, nello scontro diretto che potrebbe modificare la geografia del secondo posto. Sperare in un pareggio tra le due rivali è fin troppo scontato per la Juventus capolista, che nell'ultimo anticipo del sabato ospiterà l'Udinese dell'ex Delneri.

L'ultimo Napoli-Roma, lo scorso 13 dicembre, si è concluso 0-0

Il posticipo della domenica offrirà invece l'inatteso confronto da terze forze del campionato tra Chievo e Milan, mentre Lazio e Inter animeranno il pomeriggio domenicale affrontando in casa rispettivamente Bologna e Cagliari. Impegno ostico per la Fiorentina, impegnata nel lunch match contro l'Atalanta, mentre Sassuolo e Genoa faranno gli onori di casa contro Crotone ed Empoli. Sabato alle 18 il confronto diretto tra Pescara e Sampdoria, mentre Palermo e Torino chiuderanno la giornata nel Monday Night.

Il calendario dell'8^ giornata

Partenza boom al San Paolo

La prima senza Milik. Maurizio Sarri manda giù a fatica il boccone amaro, rinunciare al bomber polacco almeno per i prossimi quattro mesi non sarà affatto facile. Sarà Gabbiadini allora a guidare l'attacco del Napoli nel match di alta quota contro la Roma di Luciano Spalletti. In ballo, classifica alla mano, c'è il secondo posto: gli azzurri lo occupano con 14 punti, i giallorossi inseguono a una sola distanza. Il Napoli confida nel fattore San Paolo, dove i capitolini non vincono ormai dal dicembre 2011: da allora tre vittorie campane e un pareggio, lo 0-0 dell'ultimo confronto dello scorso 13 dicembre.

Milik sarà costretto a rimanere fermo per almeno 4 mesi

Sarri si affida insomma alla cabala e al tridente formato, oltre che da Gabbiadini, dal goleador Callejon (5 gol per lui finora) e da Mertens, in leggero vantaggio su Insigne. Spalletti potrebbe invece confermare l'undici che ha sconfitto l'Inter prima della sosta: Nainggolan migliora dopo l'infortunio, ma ci sono da considerare le norme Fifa dopo il "no" per infortunio alla recente convocazione del Belgio. Florenzi potrebbe insomma agire ancora una volta sulla trequarti, insieme a Salah e Perotti e alle spalle del ritrovato Dzeko.

Vota anche tu!

Napoli-Roma: ci sarà il sorpasso dei giallorossi in classifica?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

La Juve ritrova Delneri

Con 4 punti più del Napoli e 5 rispetto alla Roma, volete che la Juventus capolista non tifi per un pareggio tra le due inseguitrici? Dopo aver seguito da spettatori interessati la sfida del San Paolo, i bianconeri proveranno poi a rovinare l'esordio dell'ex Luigi Delneri sulla panchina dell'Udinese. Esonerato Iachini, l'ex allenatore juventino (a Torino nella stagione 2010/11) sogna un bis pressoché off limits: ricordate com'è finito l'ultimo incrocio tra le due formazioni allo Juventus Stadium?

Massimiliano Allegri si ritroverà di fronte l'ex juventino Delneri

Se avete risposto "1-0 per i friulani, gol vittoria di Thereau", avete un'ottima memoria. Insomma, il proverbiale "non succede, ma se succede" accompagnerà la prima uscita del neo allenatore dell'Udinese. Massimiliano Allegri, dal canto suo, dovrà sciogliere diversi ballottaggi: su tutti quello tra Higuain e Mandzukic, ma Lichtsteiner-Dani Alves e Hernanes-Lemina. In dubbio anche Chiellini, dopo la contusione al polpaccio che l'ha costretto ad alzare bandiera bianca in Nazionale.

La sfida che non ti aspetti sul terzo gradino del podio

Lo scorso marzo, l'ultimo precedente al Bentegodi finì 0-0

Dal serale di sabato al posticipo della domenica. Appaiate al terzo posto a quota 13 punti, le formazioni di Rolando Maran e Vincenzo Montella daranno vita a un inedito scontro diretto d'alta classifica. Il Chievo vuole sognare in grande: una vittoria contro i rossoneri e un risultato favorevole proveniente da Napoli potrebbero proiettargli addirittura al secondo posto. Stessa prospettiva allettante per il Milan, che dovrà prendere confidenza con la lunga assenza di Montolivo: in rampa di lancio il baby Locatelli, ancora su di giri dopo il primo gol in A contro il Sassuolo. Niang e Suso scorteranno ancora una volta Bacca nel tridente d'attacco.

La Lazio vuole continuare a stupire

Ciro Immobile, 4 gol per lui finora in campionato

Pareggio tra Napoli e Roma? Avanti un'altra. Anzi, in tema di dita incrociate, la Lazio raddoppia: la combinazione tra un risultato di parità al San Paolo e l'X in schedina a Verona stenderebbe i tappeti rossi del secondo posto ai biancocelesti. Che prima però dovranno superare all'Olimpico il Bologna e centrare la terza vittoria consecutiva. Per riuscirci, Simone Inzaghi aspetta i gol vincenti da un Ciro Immobile consacrato dalla doppietta in Nazionale. In casa emiliana, invece, Roberto Donadoni dovrà fare i conti con le squalifiche di Gastaldello e Dzemaili, ma soprattutto con l'infortunio di Destro.

Un rinnovo da festeggiare

Mauro Icardi, fresco di rinnovo fino al 2021

Sempre in casa, l'Inter di Frank De Boer cerca il riscatto contro il Cagliari. La sconfitta contro la Roma, prima della sosta, brucia ancora: per i nerazzurri vietato sbagliare un'altra volta, pena veder aumentare il gruppo di squadre che la precedono in classifica. Icardi vuole festeggiare il fresco rinnovo contrattuale, riprendendo il feeling con il gol interrotto per due giornate. Orfano di Joao Pedro, il mister sardo Massimo Rastelli si prepara invece a dare fiducia a Di Gennaro.

Un altro osso duro sulla strada viola

Inizio di campionato deludente per la Fiorentina di Paulo Sousa

Ad anticipare Lazio e Inter, nel lunch match delle 12.30, una sfida che si concede un inatteso fascino. Da una parte, la Fiorentina di Paulo Sousa impantanata nella parte bassa della classifica, a soli due punti dalla zona retrocessione. Dall'altra, una lunghezza sopra rispetto i gigliati, l'Atalanta di Gian Piero Gasperini intende sfruttare l'onda lunga del successo contro il Napoli. Kessié rientrerà dalla squalifica, mentre Petagna - decisivo due domeniche fa - guiderà ancora l'attacco orobico.

Juric lancia ancora il Cholito

Il "Cholito" Giovanni Simeone ancora una volta titolare, dopo i due gol nelle ultime due partite

Molto più rilassato, rispetto alla Fiorentina, è sicuramente il Genoa di Ivan Juric. Undici punti in classifica come Inter e Torino, il successo corsaro all'ultima giornata in casa del Bologna: il Grifone si gode il momento positivo, in attesa magari che qualcuna lì davanti compia un passo falso. Vietato commetterli però al Marassi contro un Empoli che schiuma bisogno di punti: penultimi con 4 punti, i toscani di Giovanni Martusciello cercano ancora la prima vittoria esterna stagionale. Per piegarli, i padroni di casa sperano che prosegua il magic moment di Giovanni Simeone: il Cholito arriva da due reti nelle ultime due partite.

Il Sassuolo vuole spedire in soffitta il ko al veleno con il Milan

Il ko di San Siro contro il Milan non è andato giù al Sassuolo, soprattutto per le accese polemiche arbitrali

Il 4-3 a San Siro contro il Milan, la rimonta subita e le accese polemiche arbitrali: servono altri motivi per aspettarci un Sassuolo con il coltello tra i denti contro il Crotone? I neroverdi di Eusebio Di Francesco vogliono riportarsi sul "lato sinistro" della classifica, nell'impegno solo apparentemente agevole contro il Crotone di Davide Nicola fanalino di coda con un solo punto.

Giampaolo rischia contro Oddo

Contro il Pescara, Giampaolo si gioca molto del suo futuro sulla panchina della Samp

Torniamo al programma di sabato e precisamente alle ore 18: all'Adriatico Massimo Oddo e il suo Pescara sognano finalmente la prima vittoria davanti ai propri tifosi. I tre punti significherebbero anche sorpasso proprio ai danni dei blucerchiati, che con 7 punti li precedono di un solo gradino. Marco Giampaolo si gioca molte delle sue chance di rimanere a bordo della panchina doriana: per il club di Ferrero ritrovarsi invischiati nelle ultime tre posizioni è molto meno velleitario di quanto si pensi. 

Monday Night al Barbera

Il "Gallo" Belotti bomber non solo con il Toro, ma anche in Nazionale

Per ultimo ci teniamo l'appuntamento che chiuderà l'ottava giornata. Il Monday Night porterà il Torino di Sinisa Mihajlovic nella tana del Palermo. La vittoria contro la Fiorentina ha proiettato i granata a ridosso della zona Europa League, perché fermarsi sul più bello? Un altro l'obiettivo dei rosanero di Roberto De Zerbi, sfatare cioè il tabù casalingo d'inizio campionato: sembra incredibile, ma i 6 punti in classifica raccolti finora sono arrivati tutti lontana dal Barbera. Per invertire la rotta, dovranno vedersela contro il "Gallo" nazionale Belotti e il redivivo Ljajic.

La classifica della Serie A prima dell'8^ giornata

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.