Premier League, il Manchester United sta pensando di far fuori Rooney

Il Mirror racconta della clamorosa ipotesi che vorrebbe il Manchester United rescindere il contratto del numero 10, anche a costo di rimetterci 26 milioni di pound.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Ognuno di noi lo sa: chiudere una relazione senza scottare o scottarsi è praticamente impossibile. Invece, è perfettamente possibile trasformare il dolore minimo necessario in un supplizio dantesco, ed è all'incirca quello che sta succedendo al Manchester United e a Wayne Rooney. Solo quattro-cinque anni fa, Wazza era considerato la risposta inglese a Messi e Ronaldo, il più forte tra i giocatori appartenenti alla razza umana; adesso, dopo un agonizzante declino iniziato già nell'ultima stagione di Ferguson, il miglior marcatore della storia della nazionale inglese è diventato un peso di cui disfarsi al più presto. E se qualche giorno fa ci aveva pensato proprio l'Inghilterra a dare il primo segnale (tremendamente chiaro) in tal senso, togliendo a Rooney titolarità e fascia di capitano contro la Slovenia, ora è la volta del suo club. Secondo il Mirror, infatti, il Manchester United starebbe addirittura pensando alla rescissione unilaterale del contratto che li lega fino al 30 giugno del 2018.

Lo United sta fronteggiando un enigma da 26 milioni di sterline, mentre si prepara a disfarsi del suo capitano sempre più sbiadito e dei suoi 20 mesi residui di contratto (da 300mila sterline a settimana). Scartato dal suo club e dall'Inghilterra, Rooney affronta un futuro incerto. Ma ciò che sta diventando sempre più chiaro è che questa sarà la sua ultima stagione a Old Trafford.

Il tabloid sottolinea il ruolo decisivo di José Mourinho nella vicenda. Prima del portoghese, né David Moyes né Louis Van Gaal avevano avuto il coraggio di escludere stabilmente Rooney dalla formazione titolare. Lo Special One? Figuriamoci, lui non ci ha pensato su troppo ed è stato seguito a ruota da Gareth Southgate. E, si sa, uscire dalle grazie di Mou è facile quanto è arduo rientrarvi. Rooney ha dimostrato grande dignità nell'accettare il suo progressivo ridimensionamento, niente strilli da primadonna, niente polemiche distruttive, niente silenzi imbarazzanti. Ma questo non significa che si trovi a proprio agio nelle vesti di alternativa di lusso. 

Difficilmente Wayne potrà tornare al centro del progetto mourinhano, e a 31 anni, con una simile carriera alle spalle, questo si può tradurre solamente in una separazione. Consensuale, spera lo United, che comunque sembra disposto a versare al giocatore gli interi emolumenti che gli spetterebbero da contratto da qui fino al giugno 2018: circa 26 milioni di euro per dirsi addio, roba da divorzio hollywoodiano. A quel punto, per il futuro ex numero 10 dello United si aprirebbero le porte della ricchissima lega cinese o, più probabilmente, della MLS, dove troverebbe meno soldi ma più vecchi amici. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.