Cech e Barry... da Guinness! Record "social" per Cristiano Ronaldo

Nel Libro dei Guinness World Records 2017 ecco il portiere dell'Arsenal e il centrocampista dell'Everton. Spazio anche per il Leicester, mentre CR7 vince sui social.

369 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tra l'uomo più alto del mondo e la donna con i capelli più lunghi, toh, ecco spuntare qua e là qualche nome a noi familiare. Come quelli di Petr Cech o di Gareth Barry, inseriti nell'edizione 2017 del Libro dei Guinness World Records. Ma anche di Cristiano Ronaldo (stavolta non per meriti sportivi) e dell'intero Leicester. Insomma, il calcio - anche quello femminile, con la leggenda americana Carli Lloyd - conquista le pagine dell'almanacco dei primati più prestigioso del mondo. Grazie a quali mirabolanti traguardi? Con Cech è facilmente intuibile: il suo record riguarda la capacità di non far segnare gli avversari.

Il portierone dell'Arsenal e della Repubblica Ceca ha infatti raggiunto le 181 partite di Premier League senza subire reti. Un bottino di clean sheets - come le chiamano gli inglesi - raccolto nell'arco delle 333 presenze con la maglia del Chelsea e delle 41 gare disputate finora con la casacca dei Gunners.

Dodici anni di parate sui campi del Regno Unito (i Blues lo acquistarono dal Rennes nel 2004), a partire dal debutto contro il Manchester United: era il 15 agosto 2004, vittoria per 1-0 e prima porta inviolata per il classe 1982. Fino ad arrivare allo scorso 28 dicembre, quando contro il Bournemouth ha infranto il precedente primato di 173 partite da imbattuto, appartenente all'ex portiere della Nazionale inglese David James. E pensare che, da giovanissimo, Cech sognava di sfondare come attaccante:

Non ero destinato a giocare in porta, mi piaceva l'idea di poter segnare tanti gol. Ma un giorno il portiere titolare della mia squadra giovanile non si è presentato, il secondo non era disponibile e col numero uno giocai io.

Benedetta per lui fu quell'improvvisazione tra i pali: il resto è storia, il suo ingresso nel Guinness dei Primati è lì a dimostrarlo. In compagnia del portiere ceco, un'altra colonna della storia recente inglese. Con 580 partite da titolare, Gareth Barry è il giocatore che ha cominciato più gare di Premier League dal primo minuto.

Bandiera dell'Aston Villa dal 1997 al 2009, ha poi vinto un campionato (nel 2012) con il Manchester City prima di sposare i colori dell'Everton. Terzo a sfondare il muro delle 600 presenze totali in Premier, dopo Ryan Giggs e Frank Lampard, il centrocampista classe 1981 ha scavalcato per numero di maglie da titolare... indovinate chi? Il "povero" David James, lo stesso sorpassato da Cech: l'ex numero uno dei Three Lions si era fermato infatti a quota 571.

Come anticipato, Cech e Barry non sono gli unici rappresentati della Premier League ad aver meritato un posto d'onore nel Libro dei Guinness World Records. Poteva mancare il Leicester campione? Le Foxes di Claudio Ranieri hanno infatti ricevuto il riconoscimento per la migliore scalata di posizioni in classifica nell'arco di due campionati consecutivi: dalla 14^ nel 2014/15 al trionfale primo posto della scorsa stagione.

Incetta di primati invece per Carli Lloyd, monumento del calcio femminile degli Stati Uniti: maggior numero di gol, rete più veloce segnata e marcatrice più anziana, tutto in una finale del Mondiale di categoria. Nel complesso, sono moltissimi i record della Premier League che, nel corso degli anni, hanno fatto capolino sulle pagine del famoso Libro: dalla rete più veloce (Ledley King, in gol dopo 9,7 secondi nel 2000 contro il Bradford) alla tripletta più rapida (Sadio Mané, 2 minuti e 56 secondi per realizzare l'hattrick in un Southampton-Aston Villa del maggio 2015). Tra questi, anche Wayne Rooney: con 179 reti, nessuno ha segnato più volte con la maglia di uno stesso club (il Manchester United in questo caso). Ma in tutto questo, Cristiano Ronaldo? Lasciate da parte gol, assist, dribbling, partite giocate e trofei vinti.

Il suo primato è tutto social: con più di 47 milioni di follower (47.375.680 mentre scriviamo), è l'atleta più seguito su Twitter. Una popolazione virtuale che supera quella di un Paese come la Spagna. Se non è da Guinness dei Primati...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.