Rooney fatto fuori: il capitano dell'Inghilterra sarà Henderson

Rooney stasera si accomoderà in panchina, la sua fascia andrà sul braccio di Henderson. Terry lo difende, tanti continuano a criticarlo. Wayne: "Accetto tutto".

802 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non così, non con Wayne. Il tritacarne della sempre spietata critica inglese ha spezzato anche Wayne Rooney. Il capitano dell’Inghilterra ha giocato malissimo contro Malta, subendo anche un umiliante tunnel da un avversario. Tabloid e tifosi lo hanno travolto di sfottò e critiche, come è normale nell'era dei social network. Fatto sta che Rooney non scenderà in campo stasera contro la Slovenia. Un capitano de-capitanizzato. Molti ex giocatori inglesi si sono schierati contro di lui. E in molti sono d’accordo con la decisione di farlo fuori, a partire da Redknapp:

Non è affatto la scelta sbagliata.

Pure Carragher è d’accordo, anche se a Rooney manda una carezza:

Capisco perfettamente la decisione di non farlo giocare. Sarà meglio anche per Wayne, alcune critiche sono state ampiamente sopra le righe, è stato imbarazzante.

Imbarazzante lo deve essere stato anche per Rooney, che pure l’ha presa con gran classe, da vero baronetto inglese:

Ho giocato 13 anni senza sosta per l'Inghilterra e ho dato tutto. Prima o poi arriva il giorno in cui non sei più il primo della lista.

Futuro

Il capitano nella gara di oggi sarà Henderson, che ha ricevuto l’investitura direttamente da Rooney.

Ha una personalità forte, è un grandissimo momento per lui, se lo goda.

Chi è intervenuto in favore di Rooney è John Terry, un altro che è stato a lungo al centro delle critiche:

Wayne è uno dei migliori giocatori che abbia mai visto e con il quale ho avuto il piacere di giocare. Inoltre è un uomo che ha dato tutto per l'Inghilterra.

Vota anche tu!

L'inghilterra deve continuare a puntare su Rooney?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Quell’uomo che ha dato tutto per l’Inghilterra, ora viene dipinto dai tabloid come un anziano che porta i nipotini al parco e non riesce a star loro dietro. Wayne, anche per questo, ha parlato in modo chiaro del proprio futuro:

Ovviamente vorrei giocare, ma il mio ruolo di capitano non cambierà nemmeno in panchina. Capisco e rispetto le decisioni del nostro allenatore. Sosterrò la squadra al 100%. Sono orgoglioso di rappresentare il mio paese, ma se in questo momento il mio ruolo deve essere quello di stare in disparte, lo accetto.

Deciso, umile, conciso. Il tritacarne delle critiche sta provando a spezzarlo. Lui con molta compostezza per ora si mette da parte. Ma non si piega. Non uno così.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.