Real Madrid, pronto il via libera per il nuovo Santiago Bernabeu

Semaforo verde per rinnovare il tempio del Real Madrid: quest'estate partiranno i lavori per la ristrutturazione del Santiago Bernabeu. Approvato il nuovo progetto.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Se l'Atletico Madrid inaugurerà il nuovo stadio, 'La Peineta', gli acerrimi rivali del Real Madrid risponderanno con la ristrutturazione dello storico Santiago Bernabeu. Accordo trovato: a breve il Comune della capitale spagnola consegnerà il documento ufficiale per l'attuazione del progetto. Dopodiché, come riporta Marca, verrà diramata l'autorizzazione dell'inizio dei lavori. Se non ci fosse già un impianto del genere, così ricco di storia e bellezza, bisognerebbe inventarlo. Ma il desiderio di cambiare e l'esigenza di stare al passo con i tempi hanno obbligato Florentino Perez e soci ad impreziosire ancor di più la casa dei campioni d'Europa.

In tempi non sospetti, però, l'amministrazione comunale della città oppose un perentorio diniego alla realizzazione del piano di rinnovamento del tempio madrileno. Nel 2015, infatti, un tribunale spagnolo non la toccò piano: il prospetto allora presentato, nel quale era compreso la costruzione di un albergo e di un centro commerciale, andava contro il piano regolatore del comune e fu valutato irrealizzabile. Poi, con il tempo, le carte in tavola sono cambiate: i buoni uffici della società con il municipio e la Comunità hanno così permesso di correggere il progetto in modo da rendere fattibile l’ammodernamento della struttura. Insomma, il Bernabeu in futuro potrebbe altresì contenere un hotel, ma alla sola condizione da non richiedere un ulteriore aumento dello spazio edificabile. Nella pratica, una 'Mission impossible'.

Lavori in corso, ma da quando? Verosimilmente, le operazioni partiranno già dalla prossima estate, una volta calato il sipario sulla stagione sportiva in corso. Lo stadio rimarrà sempre caratterizzato dalla solita capienza - 85.454 posti - ma verrà dotato di un maestoso tetto a comparsa, che sarà il nuovo elemento iconico sopra le teste di Cristiano Ronaldo e compagni. 

All'interno del Santiago Bernabeu, oltre alla sede di Real Madrid Channel, il canale televisivo delle "merengues", si incontra il Museo dedicato alla lunghissima storia dei Blancos. E proprio quest'ultimo elemento verrà rinnovato, subendo le modifiche di un prezioso restyling. Occhio vigile anche su business e fatturati: il piano di ristrutturazione prevede numerosi accorgimenti per quanto riguarda l'area vip e, soprattutto, in quelle adibite all'uso commerciale. Ma come detto, a causa della scomoda necessità di richiedere un'ulteriore area edificabile, l'hotel non sarà possibile realizzarlo. 

'Més que un club' il Barcellona, più che uno stadio il Santiago Bernabeu: la tana della squadra di Zidane è il secondo impianto più redditizio d'Europa dopo l'Emirates Stadium di Londra: 129,8 milioni di euro, ecco l'abnorme cifra del fatturato del Bernabeu. Un guadagno davvero mostruoso, reso possibile dalla gigantesca capienza, dalla vendita dei biglietti, dalle innumerevoli attività commerciali in seno alla struttura e, soprattutto, dal merchandising.

Nuovo nome

Ci sarà un colpo di scena. In onore del dio denaro, anche il Santiago Bernabeu cambierà nome. I lavori di ristrutturazione saranno finanziati dal fondo Ipic - colosso di Abu Dhabi - sotto la proprietà e il patrocinio della compagnia petrolifera CEPSA, al quale probabilmente verrà dedicato il nuovo vome dello stadio. Intanto, il costo dei lavori si aggirerà intorno ai 400 milioni. 

Lo chiameremo IPIC Bernabeu o, come vogliono loro, Cepsa Bernabeu

Queste le parole pronunciate dal super presidente Florentino Perez, intercettato tempo fa da una TV spagnola. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.