Killer clown: sospeso il figlio di un calciatore della Premier League

Dilaga la 'clown hysteria': dopo gli Usa, ora trema l'Inghilterra. Scuole evacuate e ragazze molestate, tra i "criminali da circo" il figlio di una superstar della Premier League.

Killer Clown

839 condivisioni 0 commenti

di

Share

I mostri sono diventati reali. Per credere, domandare ai 'Pupil', gli studenti inglesi terrorizzati dalle minacce di agghiaccianti clown armati di finto sorriso e coltello. Ma come, siamo dinanzi al trailer di un film horror? Purtroppo no, cruda realtà. Tranquilli: niente crimini efferati per il momento, ma la 'clown hysteria' sta sfuggendo di mano. Già, perché questi pagliacci dell'orrore dagli Stati Uniti hanno attraversato l'oceano e sono arrivati in Gran Bretagna. E in Inghilterra, ora, è allarme rosso: aumentano senza soluzione di continuità le persone che si travestono da clown assassini e, motosega alla mano, si piazzano all'angolo di strade isolate per poi sbucare all'improvviso spaventando i malcapitati passanti.

Il fenomeno arriva dall'America, dove quest'estate si è esteso rapidamente a macchia d'olio. E adesso, come detto, ad essere sotto attacco è l'Inghilterra. Gli episodi avvenuti di recente nella terra di Sua Maestà superano ormai le dita di una mano: venerdì, nella contea di Durham, un uomo armato di coltello e travestito da pagliaccio ha rincorso un gruppo di bambini di 11 e 12 anni fuori dalla loro scuola. Attenzione, perché anche se siete adulti non sarete affatto fuori pericolo. Terrore all'orizzonte per le coppiette: in uno dei tanti video ripresi dalla polizia, si vede una coppia in viaggio in una strada di campagna inglese sorpresa dalla vista di una figura singolare. I due, mossi dalla curiosità, scendono dall'auto. Non l'avessero mai fatto, perché un fantomatico clown corre loro incontro minacciandoli brutalmente.

Ma non è finita, perché l'ultima segnalazione ha del clamoroso. Si sa, i social network alimentano ogni fenomeno, nel bene e nel male. Così, su Facebook, un gruppo di 'Clown Killer' ha postato una lista di scuole che a stretto giro di posta sarebbero state colpite dalla morsa assassina dei pagliacci. Ed ecco il colpo di scena: uno di questi 'criminali da circo' è il figlio di una superstar della Premier League. Il suo nome, però, sino al prosieguo delle indagini rimarrà segreto. Intanto l'alunno, figlio dunque di un noto calciatore, è stato sospeso e rischia di essere espulso dalla scuola.

Addirittura, almeno otto scuole sono state evacuate a Liverpool. Le forze dell'ordine predicano la calma, anche se con l'approssimarsi di Halloween il fenomeno potrebbe prendere pieghe dai connotati tragici. Ecco le dichiarazioni Peter Costello, sovrintendente capo della polizia del Merseyside, la regione di Liverpool:

Sono comportamenti da condannare: non verranno considerati alla stregua di uno scherzo. Tali atti miserabili possono causare allarme o disagio e potrebbero costituire un reato penale come le molestie. Non tollereremo alcun tipo di comportamenti anti-sociali o penali diretti a tutti i membri delle nostre comunità. Invitiamo la gente a prendere seriamente in considerazione l’impatto che questo tipo di comportamento potrebbe avere: il comportamento di queste persone potrebbe costituire un crimine e potrebbe portare al loro arresto e ad una potenziale fedina penale macchiata.

It, tutta colpa tua?

Chi almeno una volta nella vita non è andato al circo a farsi una grassa e sana risata al cospetto dello spettacolo di un clown? Tutti, o quasi. Questo perché, come per chi soffre di vertigini o claustrofobia, esiste una paura/patologia compulsiva nei confronti dei proverbiali pagliacci. Infatti, numerosi psicologi hanno provato a dare una spiegazione al disagio che si prova davanti a questa figura dal duplice gusto. Della serie: o li ami o li odi. La teoria più accreditata è la seguente: il finto sorriso, l’ambiguità del volto, la parvenza di un viso così incerto e il trucco sarebbero la ragione che attivano nel nostro cervello il meccanismo del brivido.

Gli spiacevoli avvenimenti sono cominciati a Greenville, Carolina del Sud, dove un bambino, dopo essere tornato a casa di corsa, ha raccontato alla madre che due uomini vestiti da clown avrebbero provato ad attirarlo in un bosco. E il fenomeno poi, come un uragano, si è esteso per poi attraversare l'oceano e sedimentarsi in Inghilterra

Un'altra domanda sorge spontanea: ma è tutta colpa di Stephen King e di It, il terribile pagliaccio letterario nato dalla magistrale penna dello scrittore americano? Chissà, forse si è trattato semplicemente di una gigantesca campagna di marketing in occasione del remake di “It” in uscita il 18 Settembre 2017?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.