Eurolega, i 10 migliori acquisti della nuova stagione

Il 13 ottobre parte l'Eurolega, in esclusiva su Fox Sports. Vediamo insieme quali sono stati i dieci colpi dell'ultimo mercato europeo: da Bargnani a Bourousis, passando per Rice.

224 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il 13 ottobre prende il via la nuova stagione di Eurolega, un'edizione nuova e rinnovata che sarà trasmessa  in esclusiva su Fox SportsParte quindi la rincorsa al CSKA campione in carica.  

In estate ci sono stati tanti colpi sul mercato, acquisti in grado di cambiare le sorti del torneo. Scopriamo insieme quali sono stati gli innesti più importanti delle 16 squadre che parteciperanno alla prossima Eurolega.

#1 - Ioannis Bourousis (Panathinaikos)

Ioannis Bourousis, nuovo centro del Pana

Dopo un'ultima annata europea (e non solo) decisamente sottotono e, soprattutto, dopo aver perso una figura di riferimento come Diamantidis, ad Atene cercavano un giocatore di grande carisma, un vero leader intorno a cui costruire la nuova squadra. E chi meglio di Ioannis Bourousis? Il centro greco torna in patria dopo una stagione a dir poco eccezionale, in cui ha guidato il Baskonia alle Final Four di Berlino con numeri decisamente importanti (14.5 punti e 8.6 rimbalzi di media a partita) e giocate da vero fuoriclasse. Può essere davvero l'uomo giusto per far tornare grande il Pana.

#2 - Andrea Bargnani (Baskonia)

Andrea Bargnani, è il colpo del Baskonia

Il Baskonia, dopo aver raggiunto le Final Four, ha perso tutti i suoi pezzi più pregiati: Bourousis e James al Pana, Causeur al Bamberg, Adams in Cina e Bertans in NBA. Bisognava quindi rifondare la squadra, cercando subito un giocatore di talento che potesse riempire il vuoto che si era creato. Per farlo, gli spagnoli, hanno puntato tutto su Andrea Bargnani, ex prima scelta assoluta NBA, al ritorno in Europa dopo 10 anni in America. Il Mago arriva da due esperienze decisamente negative e sfortunate, Vitoria può essere il posto giusto per tornare grandi.

#3 - Tyrese Rice (Barcellona)

Tyrese Rice, nuovo playmaker del Barca

Anche il Barcellona in estate ha perso pezzi importanti: Abrines e Satoransky sono volati in NBA, rispettivamente a OKC e Washington. Il nuovo coach Bartzokas e la dirigenza blaugrana sono quindi andati alla ricerca di un giocatore con talento ed esperienza. La ricerca ha portato a Tyrese Riceplay americano classe '87. Arriva dal Khimki Mosca, dove ha chiuso l'ultima Eurolega con 12.5 punti di media a partita. Aiuterà sicuramente il Barça a tornare grande, lui sa come si fa: nel 2014 ha già vinto un'Eurolega col Maccabi chiudendo le Final Four da MVP.

#4 - Miroslav Raduljica (Olimpia Milano)

Miroslav Raduljica, volto nuovo in casa Olimpia

Nell'ultima stagione l'Olimpia ha dominato in patria, portandosi a casa Coppa Italia e campionato senza troppa fatica. In Europa, invece, tutta un'altra storia, l'Eurolega è finita troppo in fretta. Serviva quindi dare un'impronta più europea alla squadra, andando a prendere giocatori di alto livello. La squadra di Giorgio Armani ha scelto Miroslav Raduljica, "centrone" solido e muscoloso in uscita dal Panathinaikos di Atene. L'ultra tatuato serbo permetterà all'Olimpia di giocarsela con tutte le altre squadre, almeno vicino a canestro.

#5 - Andrew Goudelock (Maccabi Tel Aviv)

Andrew Goudelock, torna in Europa firmando col Maccabi

Altra grande delusione della passata stagione è il Maccabi Tel Aviv. Dopo aver vinto l'Eurolega nel 2014, la squadra israeliana ha chiuso una stagione davvero negativa in cui non ha nemmeno raggiunto le Top 16. In estate sono arrivati giocatori importanti che cercheranno di riportare il Maccabi tra le grandi d'Europa. Quello che può dare quel qualcosa in più può è Andrew Goudelock, guardia americana con tanti punti nelle mani. Goudelock ha giocato l'ultima stagione tra Cina (oltre 22 punti a partita) e NBA (a Houston). Proprio grazie alla sua vena realizzativa può davvero diventare il leader di questo Maccabi.

#6 - Austin Daye (Galatasaray)

Austin Daye, nuovo giocatore del Galatasaray

Il Galatasaray, fresco vincitore dell'ultima Eurocup, torna in Eurolega dopo un solo anno di assenza. Per affrontare la massima competizione europea nel migliore dei modi, i turchi hanno sondato il mercato in cerca di giocatori che potessero dare tanta sostanza. E arrivato così Austin Daye, figlio dell'ex giocatore NBA Darren Daye, che viene da un super campionato con Pesaro. In Italia, Daye, ha chiuso da miglior marcatore del campionato con oltre 21 punti di media a partita, a cui vanno aggiunti anche i 9.1 rimbalzi ad allacciata di scarpa. Nonostante sia un debuttante in Eurolega, può diventarne subito protagonista.

#7 - Anthony Randolph (Real Madrid)

 

Anthony Randolph, passato dal Loko al Real

Anche a Madrid quest'estate si son visti soffiar via giocatori importanti: oltre a Sergio Rodriguez sbarcato a Philadelphia, i blancos, hanno perso due lunghi di spessore come Willy Hernangomez e Maurice Ndour, finiti entrambe a New York, sponda Knicks. Per sostituirli, il Real ha puntato su Anthony Randolph, ala/pivot classe '89 che arriva dal Lokomotiv Kuban. L'americano è stato una delle migliori sorprese dell'ultima Eurolega, dove è stato anche inserito nel secondo miglior quintetto.

#8 - Erick Green (Olympiacos)

Erick Green, appena tornato in Europa

Nell'ultima stagione l'Olympiacos non ha affatto sfigurato. In patria si è portato a casa il titolo nazionale ai danni degli storici rivali del Panathinaikos, mentre il cammino europeo è giunto sino alle Top 16. I greci hanno scelto di confermare quasi in toto l'organico, aggiungendo solo due giocatori. Uno di questi è Erick Green, già visto in Europa con la maglia di Siena nel 2013/2014. Nelle ultime due stagioni, invece, ha giocato anche in NBA, dove ha collezionato una cinquantina di presenze. Green è un giocatore con parecchi punti nelle mani: a dimostrarlo ci sono i 26.5 punti di media a partita coi Reno Bighorns, in NBDL, dove ha giocato la passata stagione. 

#9 -Brad Wanamaker (Darussafaka)

Brad Wanamaker, nuovo play del Darussafaka

In estate si è parlato tanto dei turchi del Darussafaka che, con un budget stellare, sono riusciti a riportare in Europa coach David Blatt e a mettere in piedi una squadra di assoluto rispetto. Il primo slot che ha voluto sistemare il nuovo coach è quello del playmaker: in cabina di regia è arrivato Brad Wanamaker. L'americano nella passata stagione ha ben figurato a Bamberg, consacrandosi come uno dei migliori in Europa nel proprio ruolo. Wanamaker può essere l'uomo giusto, nel posto giusto, al momento giusto.

#10 - Fabien Causeur (Bamberg)

Causeur, passato dal Baskonia al Bamberg

Nella passata stagione il Bamberg è stata indicata come una delle migliori squadre dell'Eurolega per gioco espresso. In estate, però, la formazione di coach Trinchieri ha perso il suo regista, Wanamaker, finito al Darussafaka, appunto. A riempire il vuoto lasciato dal play americano è arrivato il francese Fabien Causeur, che col Baskonia ha viaggiato a oltre 10 punti a partita e ha raggiunto le Final Four. Il francese porta in Germania esperienza e disciplina tattica

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.