È l'Italia di Immobile, i numeri della rinascita

L'attaccante della Lazio protagonista contro la Macedonia, la sua doppietta ha permesso all'Italia di vincere e restare in testa al girone di qualificazione al Mondiale del 2018.

259 condivisioni 0 commenti

Share

Sono bastate due partite a Ciro Immobile per diventare il punto fermo dell'attacco dell'Italia di Giampiero Ventura. Due gol in un quarto d'ora hanno permesso agli Azzurri di superare la Macedonia e di continuare ad inseguire la qualificazione diretta a Russia 2018. Due reti in 15 minuti in Nazionale sono una novità anche per il capocannoniere della Serie A 2013/2014, che fino a ieri in azzurro aveva segnato 2 gol in 2 anni. Numeri che ne consacrano la rinascita e che gli permettono di mettersi alle spalle le deludenti esperienze a Dortmund e Siviglia. 

Immobile
Ciro Immobile con la maglia del Borussia Dortmund

In Germania l'attaccante della Lazio aveva collezionato solo 24 presenze, 9 da titolare realizzando 3 gol e fornendo un assist. Sotto le attese anche la parentesi in Spagna, dove Ciro ha giocato solo 8 partite ed ha all'attivo soli due gol. La doppietta contro la Macedonia lo proietta verso una stagione che sembra aver tutti gli elementi per essere quella del riscatto e della consacrazione. Sette gol in 10 presenze tra Lazio e Nazionale quest'anno sono un ottimo inizio, e considerato il feeling con Ventura ed il buon inizio di stagione con la Lazio, le deludenti esperienze all'estero sono già un lontano ricordo.

[di Andrea Tancredi]

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.