Maradona: "Icardi un traditore". L'interista: "Non sei un esempio per nessuno"

Diego torna sulla scelta di Higuain: "Io non lo avrei mai fatto, nemmeno quando Agnelli mi offrì un assegno in bianco". E attacca Icardi: "Non parlo dei traditori".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Diego Armando Maradona è a Roma per partecipare alla Partita della 
Pace - in programma il 12 ottobre all'Olimpico - promossa da papa Francesco per aiutare le popolazioni del Centro 
Italia colpite dal terremoto il 24 agosto scorso. El Pibe sa già che quel giorno gli verrà notificato un avviso di garanzia della procura di Cassino a seguito di una querela di Equitalia, che si è sentita diffamata da alcune dichiarazioni dell'argentino.

Ma Maradona, intervistato dall'Espresso, cerca di glissare e scarica le responsabilità fiscali sui suoi consulenti dell'epoca:

Io voglio che emerga la verità: io non c'entro con quei fatti, amo Napoli e l'Italia e voglio tornare camminando a testa alta e, se possibile, fare del bene.

Maradona contrastato da Carletto Ancelotti

Su Higuain e la sua scelta di andare alla Juventus, Diego si era già espresso, ma ora svela nuovi particolari:

Avrei potuto andare alla Juve in qualsiasi momento: Agnelli mi corteggiava come fa un innamorato con una donna. Mi chiamava continuamente promettendo cifre pazzesche. Mi disse che aveva offerto 100 miliardi di lire a Ferlaino e che io avrei solo dovuto mettere la cifra sull'assegno. 

Ma lui non se la sentiva, più volte aveva detto che non avrebbe potuto indossare un'altra maglia in Italia che non fosse quella del Napoli:

Però lui era sempre molto gentile, così per farlo sorridere gli dissi anche: "Caro avvocato, potrei pure venire. Peccato 
che dopo l’affare sia io che lei dobbiamo abbandonare l’Italia”. 
I tifosi napoletani ci avrebbero ammazzato.

L'affetto di Napoli per Maradona è immutato

Che Napoli, squadra e città, sia sempre nel suo cuore non è un mistero. Tempo fa Diego aveva ricordato come, all'epoca, chi gli fosse vicino gli sconsigliasse di lasciare un club blasonato come il Barcellona per una squadra che allora lottava per non retrocedere:

Ma Napoli era il mio destino. A Barcellona non mi sentivo parte di un progetto, scelsi Napoli ed ebbi ragione. Ci togliemmo tante soddisfazioni e soprattutto i napoletani mi fecero sentire il loro amore viscerale, sempre e comunque.

Vota anche tu!

Maradona avrebbe fatto bene ad andare alla Juventus?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Conferenza show

Nella conferenza stampa di presentazione dell'evento benefico Maradona ha avuto modi di toccare tanti altri temi, tra cui Mauro Icardi. Anzi, il Pibe ha preferito cambiare discorso, non prima di attaccarlo duramente:

 Non parlo dei traditori. Lui con questa serata non c'entra niente, ci saranno tanti bambini e lui non c'entra nulla. 

Poi si concentra sull'evento: 

Grazie a Papa Francesco mi sono riavvicinato alla Chiesa, sono sempre a disposizione. Quando ho saputo che si sarebbe giocato per le vittime del terremoto, non ho potuto rifiutare. Vorrei che il messaggio di pace arrivasse anche a Messi e Ronaldo.

Su Totti, Higuain e Milik: 

Totti può giocare fino a 50 anni, quaranta giocatori del campionato italiano non valgono quanto lui. Per Milik mi dispiace, certe cose capitano. Higuain? Non sono arrabbiato con lui, ma non mi è piaciuto come si è comportato. Perché fare le visite di nascosto? 

Icardi risponde

In occasione della presentazione della sua biografia, a Milano, Mauro Icardi ha così replicato alle parole di Maradona:

Ha fatto una figuraccia. Non mi va di perdere tempo per rispondere a chi da tempo è fuori dal calcio e oltretutto non è un esempio per nessuno. In campo è stato un grande, ma ogni volta che parla fa una figuraccia. Dovrebbe parlare di pace e usa queste parole per me, cosa c'entrano?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.