Formula 1, Rosberg rimanda la festa: "Il Mondiale non è ancora mio"

Il tedesco della Marcedes non ammette cali a quattro GP dalla fine. Hamilton aspetta un passo falso, Lauda non crede nella rimonta: "Impossibile per Lewis".

Immagine di Nico Rosberg, Mercedes

55 condivisioni 0 commenti

di

Share

Lo champagne è già in frigo, pronto per essere stappato brindando al primo titolo mondiale. Nico Rosberg dopo Suzuka ha messo una mano sulla vittoria finale. 33 punti su Hamilton, l’inglese ha quasi alzato bandiera bianca dopo l’ennesima occasione persa in Giappone. Un terzo posto che è poca roba per cercare di stravolgere la classifica.

Gomme per terra

Ma Rosberg non si sbilancia, mancano ancora quattro gare alla fine della stagione. Austin, Mexico City, Interlagos e Abu Dhabi. Il vantaggio è considerevole, meglio però stare ancora con le gomme ben piantate sull’asfalto:
Sono contento di aver vinto a Suzuka, ero concentratissimo. Con Hamilton sarà sempre lotta, lui andrà forte e le proverà tutte. Io continuerò a pensare gara per gara, sta andando bene così e bisogna continuare con questa filosofia.
Lui non ci crede ancora, giusto così. Chi invece pensa che la lotta al Mondiale sia già chiusa è Niki Lauda, il presidente onorario della Mercedes:
Per me la rimonta di Hamilton è impossibile, a meno che non accada qualcosa di insolito. 33 punti contro uno così veloce con la tua stessa macchina è difficile, Lewis può solo sperare che Nico abbia dei problemi tecnici.

La resa

È deluso Lewis Hamilton, l’ennesima partenza sbagliata in Giappone l’ha fatto sprofondare nelle retrovie obbligandolo ad una difficile rimonta. Vede il compagno di squadra lontano, le sue parole assomigliano ad una resa:
Alla partenza ho avuto parecchio pattinamento, poi la macchina mi ha dato buone sensazioni, con un certo ritmo ho fatto diversi sorpassi ma non è bastato per arrivare secondo. Il titolo? Rosberg ha un buon margine...

Rosberg campione se…

Calcolatrice alla mano, i conti si fanno presto. Quattro gare alla fine del Mondiale, per laurearsi Campione del Mondo a Nico Rosberg basta arrivare tre volte secondo e una volta terzo. Hamilton invece è chiamato all’impresa per vincere il suo terzo iridato consecutivo. Già in Texas, tra due settimane, con qualche colpo di scena potrebbe esserci una gara decisiva.

La classifica piloti

  1. N. Rosberg: 313
  2. L. Hamilton: 280
  3. D. Ricciardo: 212
  4. K. Raikkonen: 170
  5. M. Verstappen: 165
  6. S. Vettel: 165
  7. V. Bottas: 81
  8. S. Perez: 80
  9. N. Hulkenberg: 54
  10. F. Massa: 43

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.