Ancelotti: "Cristiano Ronaldo ha ragione, sono un grande orso"

Tra le tante qualità di Carletto, spicca la sua natura pacifica in un mondo in continua tensione. Tra i giocatori che più l'hanno apprezzata c'è il portoghese del Real Madrid.

Cristiano Ronaldo e Carlo Ancelotti

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Nelle relazioni non conta solo la quantità del tempo trascorso insieme, ma la qualità, l'importanza di particolari esperienze condivise. Carlo Ancelotti e Cristiano Ronaldo sono stati insieme al Real Madrid per poco meno di due anni, ma quello che hanno vissuto insieme non lo dimenticheranno mai. Certo, una coppa speciale come la Decima ha diritto a un posto d'onore nei loro ricordi, ma la loro reciproca stima non dipende solo dalle vittorie: ciò che conta davvero, è il lato umano. 

Ancelotti e Ronaldo ai tempi di Madrid
Ancelotti e CR7: la loro stima reciproca continua

Intervistato da Goal, ad Ancelotti è stato chiesto di spiegare delle dichiarazioni che il numero 7 del Real Madrid aveva rilasciato l'anno scorso su di lui:

Ancelotti è come un grande orso, un bravo ragazzo, una persona davvero sensibile. 

Il tecnico italiano non ha fatto altro che confermare le parole del suo ex calciatore:

Questo è il mio modo di essere. Penso che quello che vuoi mostrare in una relazione sia il tuo vero carattere.

In un mondo continuamente in tensione, Ancelotti è uno dei pochi ad apparire sempre calmo ed elegante.

Ancelotti, allenatore del Bayern
Ancelotti dopo Italia, Inghilterra, Francia e Spagna, ora è amato anche in Germania

Sono calmo e silenzioso, penso perché non ho mai avuto persone arrabbiate intorno a me. Mio padre era calmo, la mia prima maestra era calma, il mio primo allenatore era calmo. Ognuno di loro lo era per natura.

Una caratteristica davvero poco comune negli allenatori:

Non so se il mio carattere sia giusto per allenare, ma devo mostrarlo. Voglio essere onesto con i giocatori e con il club.

Non si arrabbia mai Carletto? Non c'è niente che lo fa infuriare, che gli fa perdere il controllo? Certo, capita anche a lui, ma Ancelotti fa di tutto perché le sue emozioni non influiscano sul suo rapporto con la squadra:

A volte prendo a calci il divano, quando sono davvero arrabbiato. Preferisco non parlare con i giocatori quando sono nervoso. Preferisco confrontarmi con loro il giorno dopo, quando siamo tutti più calmi.

Il passato e il presente del Bayern
Ancelotti ha sempre elogiato Guardiola per il suo lavoro in Germania

In questo periodo di tensioni nello spogliatoio del Bayern ce ne devono essere state davvero poche. Carlo ha dimostrato ancora la sua eleganza, sottolineando lo splendido lavoro svolto dal suo predecessore ed elogiando le impressionanti qualità di palleggio e di approccio alla partita dei bavaresi. Ma c'è qualcosa che neanche Ancelotti riesce a controllare: le sue sopracciglia. L'espressione di mister Ancelotti ormai è famosa in tutto il mondo, il suo iconico atteggiamento durante le interviste spesso è una sorpresa anche per lui:

Non posso controllare le mie sopracciglia. A volte mi capita di vedere una mia intervista e sono davvero stupito da quanto le mie sopracciglia si muovano su e giù, senza nessun controllo. Ma non c'è nessun motivo segreto.

Scherzi a parte, Ancelotti è uno dei pochi allenatori ad aver lasciato un bel ricordo ovunque sia stato. E non è un caso se i più grandi calciatori degli ultimi anni, campioni come Cristiano Ronaldo o Ibrahimovic, hanno parlato di lui come del miglior mister con cui abbiano mai lavorato.

Ancelotti e CR7 festeggiano la Champions League
La decima: un ricordo indelebile

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.