Galatasaray, debutto a 14 anni: il sogno di Mustafa Kapi diventa realtà

Dopo Karamoko Dembele, ecco Mustafa Kapi: il ragazzino di 14 anni che ha esordito con la prima squadra del Galatasaray nell'amichevole contro il Levski Sofia.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Vi ricordate il 2002? L'anno del terremoto in Molise, del default dell'Argentina e della guerra in Afghanistan dopo gli attentati dell'11 settembre. Il mondo dello sport applaude Schumacher per la vittoria del quinto titolo, Paolo Savoldelli trionfa nel Giro d'Italia e il Brasile si laurea pentacampione del mondo grazie alla doppietta di Ronaldo in Giappone.

E in Turchia? L'attuale presidente Erdogan conquista la maggioranza assoluta dei seggi all'Assemblea nazionale, mentre il Parlamento vota a favore dell'abolizione della pena di morte in tempo di pace. Ecco, proprio in quell'anno pieno di avvenimenti, nasce Mustafa Kapi. Che ha appena fatto il suo esordio in prima squadra con la maglia del Galatasaray durante l'amichevole col Levski Sofia.

Un sogno lungo 3 minuti

Sosta per le nazionali, i campionati si fermano. C'è spazio per qualche amichevole, nessuna posta in palio. Il Galatasaray si spinge fino a Sofia per test contro il Levski. Segnano Josué-Altintop, la partita sta volgendo al termine. Ma al minuto 89 la lavagnetta luminosa si alza, e non per segnalate il recupero. Riekerink chiama il cambio: fuori Sinan Gumus, dentro Mustafa Kapi. Maglia numero 16, capelli mossi e il viso da bambino. E non potrebbe essere altrimenti guardando la sua carta d'identità. Nato nel 2002 e già nel giro delle nazionali minori turche (Under 14 e 15). Ieri il debutto in prima squadra. Non importa se in amichevole, non importa se il sogno è durato solo 180 secondi. La sua emozione nell'abbraccio a fine partita con l'allenatore olandese del Gala dice tutto. 

Il paragone con Pogba

Dopo Karamoko Dembele, siamo di fronte a un altro ragazzino prodigio. Il suo esordio con il Galatasaray ha fatto il giro del mondo, ha conquistato tutti. E in Turchia c'è già chi lo definisce il 'nuovo Pogba'. Un paragone azzardato, soprattuto considerando età e stazza fisica. Ma il ragazzo si farà, anche se ha le spalle strette. Intanto si gode il suo momento:

È stato un giorno speciale per me. Vorrei ringraziare l'allenatore, che per me è come un maestro, e tutto lo staff. Cercherò in tutti i modi di onorare questa maglia. Quando sono entrato ero molto emozionato, ancora adesso faccio fatica a parlarne.

A proposito dell'allenatore. Oltre al talento di Mustafa, è merito di mister Riekerink se il ragazzo turco ha fatto il suo esordio con la prima squadra:

Penso che far giocare i giovani in questo periodo sia giusto e anche doveroso nei confronti del club. Abbiamo un grande vivaio e Mustafa è uno dei migliori, volevamo dimostrare che potesse allenarsi e giocare con noi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.