MotoGP, Lorenzo: "Con la Ducati posso fare la storia". Ma la Yamaha nega i test

Il pilota spagnolo non vede l'ora di salire sulla Desmosedici per i primi test, ma la Yamaha gli ha negato il nulla osta. Nel frattempo Jorge si consola alla guida della Mercedes.

MotoGP, il pilota spagnolo Jorge Lorenzo

142 condivisioni 0 commenti

di

Share

La lotta per il mondiale non è più affar suo. Marquez è troppo lontano, Rossi l'unico che può sperare di raggiungerlo. Non potendo difendere il titolo, Lorenzo si proietta già alla prossima stagione. Giù dalla Yamaha, il pilota spagnolo non vede l'ora di salire in sella alla Ducati:

Sono impaziente di vedere come sarà guidare la Desmosedici. La sfida sarà grande e penso che molte persone si attendono un grande risultato con questa moto. Sicuramente raccolgo la sfida più grande da quando ho fatto il mio esordio in 125cc. Dovrò fare dei buoni risultati e questo porterà pressione, sarà veramente una grande scommessa, ma sono tranquillo.

Jorge Lorenzo ha le idee ben chiare, l'obiettivo è essere veloce sin da subito con la nuova moto:

Credo che uno dei miei punti di forza sia l’adattamento veloce alle moto. Vedremo cosa accade e se sarò subito competitivo con la Ducati. L’obiettivo è vincere con una moto con la quale solo Stoner è stato in grado di fare grandi cose. Se anche io ci riuscirò, posso tranquillamente dire di aver fatto la storia.

Lo screzio con la Yamaha

Non si può certo dire che la separazione tra Lorenzo e la Yamaha sia andata per il verso giusto. La casa giapponese ha negato al pilota maiorchino il permesso di prendere parte ai test che Ducati svolgerà 23-24 novembre a Jerez. Pronta la risposta da Borgo Panigale:

Abbiamo provato in ogni modo a sbloccare la situazione, ma abbiamo trovato di fronte un muro.

Il commento sconsolato del team manager Ducati, Davide Tardozzi, che ha paragonato la situazione di Lorenzo a quella di Iannone:

Non abbiamo pensato neanche per un secondo di negare ad Andrea la possibilità di provare la Suzuki: siamo convinti che in un clima di sportività queste cose dovrebbero essere normali.

Dopo nove anni in Yamaha, il campione del mondo in carica potrà comunque prendere contatto con la Ducati GP17 nelle due giornate di collaudo programmate a Valencia il 15-16 novembre, all’indomani della gara conclusiva MotoGP.

A bordo della Mercedes

Dalle due alle quattro ruote, Lorenzo si è consolato alla guida della Mercedes, la W05 Hybrid con la quale Lewis Hamilton ha vinto il titolo nel 2014.

Nonostante i risultati poco soddisfacenti sulla pista di Silverstone (quest'anno solo ottavo), lo spagnolo si è detto entusiasta per il test sulla monoposto più veloce del mondo:

Semplicemente incredibile. Da quello che mi hanno detto dal box i miei passaggi sono stati abbastanza competitivi. Devo dire che ho guidato bene, credevo fosse molto più difficile essere da subito veloce. Tutto è stato molto bello.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.