Neville: "Così lo spogliatoio del Manchester United ha educato Ronaldo"

L'ex capitano del Manchester United racconta come il portoghese è diventato così forte: "Fondamentali le lezioni nei suoi primi anni inglesi, adesso è di un altro pianeta".

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Rapidità, potenza, velocità, elevazione, tecnica, senso della posizione, lettura del gioco. Sono sono alcune delle caratteristiche che hanno fatto di Cristiano Ronaldo uno dei giocatori più forti al mondo e tra i migliori nella storia del calcio. Con il tempo si è scoperta anche l'ambizione dell'attaccante del Real Madrid, insieme alla grande determinazione dimostrata soprattutto con la maglia (e la fascia da capitano) del Portogallo. Compagni e allenatori hanno anche svelato la dedizione e l'abnegazione del portoghese. Gary Neville, ex compagno e suo capitano ai tempi del Manchester United, è entrato nei particoli a TalkSport:

I due ex compagni al Manchester Unted
Cristiano Ronaldo e Gary Neville ai tempi del Manchester United

Cristiano Ronaldo è diventato forte nello spogliatoio dei Red Devils. Gli abbiamo fatto assaggiare i tacchetti negli allenamenti, lo abbiamo "massacrato" nei primi 2-3 anni della sua esperienza inglese: così è diventato uomo in fretta. Il club, Sir Alex Ferguson, ma anche noi più esperti lo abbiamo aiutato molto in quella delicata fase che si sta rivelando fondamentale per i suoi successi personali e di squadra.

Il portoghese arrivò al Manchester United appena diciottenne dallo Sporting Lisbona. Dodici milioni di sterline il costo del cartellino di Cristiano Ronaldo nel 2003, che ha toccato quota 80 nel passaggio al Real Madrid sei anni più tardi.

Debutto con Sporting Lisbona
Il portoghese a inizio carriera con la maglia dello Sporting Lisbona

È diventato qualcuno quando ha iniziato ad arrivare all'allenamento mezzora prima e ad andarsene un'ora dopo. Era una specie di tradizione per tutti i giocatori del Manchester United, ma in 15 anni io non ho mai visto nessuno farlo tutti i giorni in tutti gli allenamenti come Cristiano.  

Una ricca e costante semina che ha dato i primi frutti qualche anno dopo, con Cristiano Ronaldo che da promessa è diventato prima un ottimo giocatore e poi un campione assoluto in grado di risolvere le partite da solo.

Era tutto pianificato nel lungo periodo di 3-4 anni, se si guardano le sue prestazioni nei primi anni dello United è facile notare quanto sia maturato dal punto di vista del processo decisionale ma anche della sua fisicità. Nelle stagioni del 2007-2008 e 2008-2009 i tifosi dei Red Devils hanno assistito a uno spettacolo senza precedenti: era semplicemente di un altro pianeta.

Ennesima testimonianza che senza sacrificio non esiste successo. Cristiano Ronaldo, tre volte Pallone d'Oro che si allena sempre più degli altri, insegna. Gary Neville narra. Ai giovani aspiranti calciatori il dovere di prendere nota e provare a emulare.

Ex allenatore ed ex giocatore del Manchester United
Cristiano Ronaldo e il suo ex allenatore Alex Ferguson

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.